Un classico di Pirandello chiude la stagione di teatro professionistico all’auditorium di Porcari

0
89

Un classico di Pirandello chiude la stagione di teatro professionistico all’auditorium di Porcari

In scena la dissacrante commedia L’uomo, la bestia e la virtù portata al cinema da Totò

La commedia in tre atti di Luigi Pirandello, L’uomo, la bestia e la virtù, chiuderà venerdì (1 aprile) alle 21 la stagione organizzata con la collaborazione di Fondazione Toscana Spettacolo all’auditorium Vincenzo Da Massa Carrara di Porcari.

Una produzione Altra Scena per la regia di Giorgio Colangeli e Pietro De Silva, che porta sul palco un ottimo cast di attori professionisti. C’è Valentina Perrella, nota al grande pubblico per aver prestato la propria voce al doppiaggio di personaggi di serie tv come Èlite e Grey’s Anatomy; e poi ci sono Cristina Todaro, Alessandro Giova, Alex Angelini e Giacomo Costa – artisti navigati del teatro italiano.

La storia pensata da Pirandello, spietata ed esilarante, è conosciuta, anche grazie alla trasposizione cinematografica del 1953 firmata da Steno con Totò e Orson Welles. Il signor Paolino, professore privato, è l’insospettabile amante della signora Perella, moglie trascurata di un capitano di mare che torna raramente a casa. L’uomo, infatti, ha un’altra donna a Napoli ed evita di avere rapporti sessuali con la moglie nei pochi giorni in cui rincasa, usando ogni pretesto. La tresca potrebbe durare a lungo e indisturbata ma, inaspettatamente, la signora Perella rimane incinta del professore. Paolino è costretto dunque ad adoperarsi per gettare la sua amante fra le braccia del marito, studiando tutti i possibili espedienti. Il caso si complica perché il capitano Perella si fermerà in casa una sola notte e poi resterà lontano almeno altri due mesi. Paolino dovrà allora ingegnarsi per salvare la propria dignità e quella della signora Perella, a qualsiasi costo, per obbligare il marito ai doveri coniugali e far passare il suo futuro figlio per figlio legittimo del capitano Perella e della moglie.

I biglietti possono essere acquistati la sera stessa dello spettacolo o, in prevendita, all’auditorium mercoledì (30 marzo) e giovedì (31 marzo) dalle 17 alle 19. Il prezzo del biglietto intero è di 15 euro. Hanno diritto al biglietto ridotto a 12 euro le persone con più di 65 anni di età e i possessori della carta dello Spettatore Fts. Biglietti ridotti ulteriormente a 8 euro per studenti universitari possessori della carta ‘Studente della Toscana’ e under 35 biglietto futuro in collaborazione con Unicoop Firenze.