“Libera la musica”: a Castelnuovo torna l’International Academy of Music Festival

0
79

“Libera la musica”
Venti concerti gratuiti per l’edizione numero venti
dell’International Academy of Music Festival
Dal 25 giugno al 17 luglio 2022 classica e jazz sempre a ingresso libero in diverse location del territorio.

“Libera la musica”. Nato da un progetto ambizioso della Scuola Civica di Musica in collaborazione con il Comune di Castelnuovo di Garfagnana, il festival internazionale di musica classica e jazz International Academy of music, nella sua sede Italiana, celebra quest’anno la 20ma edizione con il titolo “Libera la musica”. Lo fa, come da tradizione, con musicisti di livello internazionale provenienti da tutto il mondo e un cartellone, quest’anno, di ben 20 concerti gratuiti; non mancherà un’ampia sezione dedicata alla musica jazz.

Il festival è stato presentato oggi – lunedì 20 giugno 2022 – nella sala giunta di Palazzo Ducale, dal dirigente della Presidenza della Provincia Paolo Benedetti, dal sindaco di Castelnuovo Garfagnana Andrea Tagliasacchi, dal sindaco di Careggine Lucia Rossi, dall’assessore al turismo del Comune di Borgo a Mozzano Simona Girelli e dal direttore organizzativo della manifestazione Piero Gaddi.

E sarà il jazz, sempre da tradizione, a dare il la al festival con il concerto di apertura Latin Jazz Night del 25 giugno 2022 in Piazza Umberto I a Castelnuovo di Garfagnana. Per la musica classica è previsto il ritorno dell’acclamata Orchestra Cupiditas e grandi nomi come Maurizio Sciarretta, Andrea Oliva, Giuseppe Gullotta, Alice Morzenti e tanti altri, che si occuperanno anche della formazione di alcuni dei musicisti che si esibiranno nei concerti della sezione “Spazio Giovani”. Nella serata finale del 17 luglio 2022 verrà anche lanciato un messaggio di Pace con il concerto Zingareska al Golf club di Pieve Fosciana che proporrà, tra le altre, musiche popolari ucraine e russe.

Questa edizione, diretta come sempre dal Maestro Piero Gaddi (per la parte organizzativa) e dal Maestro Massimiliano Mainolfi (per la parte artistica), è patrocinata dalla Provincia di Lucca, dal Conservatorio di Musica G. Puccini di La Spezia, dal Centro di Spiritualità di Fra Benedetto di Sillico, dall’Unione dei comuni della Garfagnana e dal Comune di Castelnuovo di Garfagnana, è stata realizzata grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, dell’impresa edile Guidi Gino, di Idrotherm e Regione Toscana, in collaborazione con i Comuni di Borgo a Mozzano, Careggine, Minucciano, Molazzana e Pieve Fosciana.

Info: www.scmcastelnuovo.it www.iamitalia.com, @FestivalIAM su Facebook e @international_academy_of_music su Instagram.

IL PROGRAMMA

Sabato 25 giugno 2022 – Piazza Umberto I (Castelnuovo di Garfagnana) ore 21,30
Ensemble Vocale Jazz di La Spezia “Latin Jazz Night”, direttore Piero Gaddi, assistente Riccardo Grandini.
La ventesima edizione del festival internazionale di musica classica e jazz International Academy of Music Italia apre il sipario con il grande jazz. Il 25 giugno alle 21,30 in piazza Umberto I si potranno ascoltare 24 musicisti insieme sul palco, tra professionisti e giovani. A guidare l’ensemble il direttore Piero Gaddi assistito da Riccardo Grandini. Il repertorio sarà incentrato su atmosfere latino americane, sia con arrangiamenti che rivisitano grandi classici sia con alcune perle meno conosciute.
Piero Gaddi è pianista, arrangiatore e compositore, come direttore ed arrangiatore di coro si è guadagnato il primo premio assoluto al Concorso Nazionale “Riviera Etrusca” di Piombino ed il primo premio assoluto al Concorso Internazionale di Asti. Si è esibito con oltre 50 concerti in Italia ed all’estero. Insegna pianoforte jazz ai conservatori di Livorno e di La Spezia, dove è coordinatore del dipartimento.
Nel programma della serata musica di autori del calibro di Antonio Carlos Jobin, Egberto Gismonti, Astor Piazzolla Duke Ellington, Enrique Francini, Mauricio Einhorn, Ernesto Duarte.
Nella sezione ritmica, ad accompagnare il coro, troviamo Gloria Clemente al pianoforte, Davide L’Abbate alla chitarra, Giulia Giannetti al flauto, Massimiliano Avallone al basso, Flavio Andreani alle percussioni e Alessandro Piccioli alla batteria.

Domenica 26 giugno – Saletta Suffredini (Castelnuovo di Garfagnana) ore 17,30
Spazio Giovani: Nicola Rigato al pianoforte
Pianista classico, compositore, ricercatore, Nicola Elias Rigato si è diplomato a pieni voti con lode e menzione d’onore in Pianoforte, Composizione e Musica da Camera. Ora ventottenne, nel periodo degli studi vince diversi concorsi internazionali di pianoforte, musica da camera e composizione (Premio Don Sante Montanaro, Giussano, Salieri) specializzandosi con M. Mainolfi, O. Yablonskaya, G. Baldi. Dal 2012 si esibisce in Italia ed Europa in formazione da camera e come solista pianista-compositore nello spettacolo “Il Respiro Della Musica”, lezione-concerto interattiva sullo sviluppo del linguaggio musicale occidentale dalle origini ad oggi. I suoi eventi mirano alla diffusione e divulgazione della musica classica e contemporanea e al coinvolgimento attivo del pubblico, affrontando varie tematiche destinate anche ad eventi di formazione e team-building. La sua musica spazia per stile e per finalità ed è risultato di una connessione tra stili musicali diversi e lontani tra loro (minimalismo, post-romanticismo, progressive, jazz, pop), nella ricerca di un linguaggio comune. Insegna attivamente pianoforte e composizione a Rovigo e Modena alla Casa di Musica FOUR. È responsabile della specializzazione strumentale di Metodo FOUR di Laura Polato ed autore del metodo per pianoforte “La Mano, La Mente, Il Cuore” (Fabbrica dei Segni Editore).

Martedì 28 giugno – Rocca di Borgo a Mozzano ore 21,30
Spazio Giovani: concerto degli allievi di violino
Nell’antichissima cornice di Rocca, fortezza medievale di origine romana nel comune di Borgo a Mozzano, si tiene il secondo concerto dedicato ai musicisti più giovani. Si tratta degli allievi della classe di violino del festival: giovani violinisti venuti da tutta Italia a formarsi con il Maestro Maurizio Sciarretta, musicista dal curriculum ricco di collaborazioni internazionali che da anni partecipa come docente alle più prestigiose masterclass in Europa, già in passato protagonista dell’International Acadamy of Music festival.

Mercoledì 29 giugno – Saletta Suffredini (Castelnuovo di Garfagnana) ore 17,30
Spazio Giovani: Jakob Aumiller
Jakob Aumiller è un giovane pianista che si sta formando al conservatorio di Trento sotto la guida del Maestro Massimiliano Mainolfi, direttore artistico del Festival, ma il suo talento è già stato premiato in numerosi concorsi nazionali e non: recentemente è risultato vincitore del Premo Rospigliosi (aprile 2022). Da sempre è vanto dell’International Academy of Music Italia poter regalare gratuitamente alla città esibizioni di artisti di massimo livello e insieme consentire a questi giovani di poter incontrare e confrontarsi con i più grandi nomi della musica classica internazionale nella nostra valle.

Giovedì 30 giugno – Saletta Suffredini (Castelnuovo di Garfagnana) ore 17
Spazio Giovani: concerto degli allievi di violino e viola
Le classi di violino curate dal Maestro Maurizio Sciarretta e la classe della violista Jitka Hosprova si esibiscono nella Saletta Suffredini di Castelnuovo di Garfagnana alle ore 17.00.

Giovedì 30 giugno – Teatro Alfieri (Castelnuovo di Garfagnana) ore 21,30
Jitka Hosprova alla viola, Maurizio Sciarretta al violino, Andrea Oliva al flauto e Matteo Fossi a pianoforte. In programma Mozart k423, k304, Beethoven serenata op 25 in re maggiore.
A Castelnuovo di Garfagnana alcuni tra i docenti dell’edizione 2022 dell’International Academy of Music si uniscono in quartetto per regalare musiche di Mozart, e Beethoven Jitka Hosprova, violista osannata dalla critica internazionale formatasi a Praga, ripropone sul palco del teatro Alfieri un sodalizio artistico ormai consolidato con il Maestro Maurizio Sciarretta, violinista, e in via del tutto inedita i due formeranno un quartetto con il Maestro Andrea Oliva e il maestro Matteo Fossi. Andrea Oliva si è esibito in molte delle più importanti sale del mondo: Carnegie Hall di New York, Museo d’Arte Contemporanea di Londra (in presenza della Regina Elisabetta), nella Bunka Kaikan Hall di Tokyo, all’Hong Kong Academy, in Cile, a Cuba, Hamamatsu, Taiwan. Insegna ai corsi di alto perfezionamento all’Accademia di Santa Cecilia di Roma, al biennio superiore a Modena e al triennio di alto perfezionamento di Imola. E professore presso il Conservatorio di Lugano e Tutor Professor alla RNCM di Manchester. Ha inciso per la rivista Amadeus, per “Hyperion”, per la “Sony”. Il Maestro Matteo Fossi si è esibito in tutte le principali stagioni italiane e in tutto il mondo, ha un’intensissima attività discografica, per etichette prestigiose oltre ad insegnare pianoforte al Conservatorio di Bologna. Nel 2021 e stato eletto all’unanimità Direttore del Conservatorio di Siena.

Venerdì 1 luglio – Saletta Suffredini (Castelnuovo di Garfagnana) ore 17,30
Spazio giovani – pianisti delle Masterclass
In questo concerto pomeridiano si esibiranno pianisti venuti da tutta Italia per perfezionarsi con i maestri del festival: Massimiliano Mainolfi, Giuseppe Gullotta, Matteo Fossi e Giovanna Prestia.

Venerdì 1 luglio – Teatro Alfieri (Castelnuovo di Garfagnana) ore 21,30
Orchestra sinfonica Cupiditas
L’Orchestra Sinfonica Cupiditas torna ad esibirsi nel Teatro Alfieri di Castelnuovo di Garfagnana diretta dal Maestro Pietro Mazzetti. Questa realtà nata nel 2016 ha già collezionato molti successi ed e ormai una costante nelle iniziative culturali di spicco della nostra regione e non solo. Musicisti giovani e dotati formati nel conservatorio Cherubini di Firenze e Fiesole dimostrano come l’amore per la buona musica e il “desiderio ardente” di suonare insieme riescano a sopravvivere anche in momenti difficili come quelli che stiamo vivendo. Anche quest’anno propongono un programma ricco di brani indimenticabili, da Mendelsshon a Beethoven una serata perfetta per avvicinarsi alla musica d’orchestra con alcuni dei suoi brani più celebri.
In programma: Le Ebridi di F. Mendelsshon e Coriolano Ouverture dalla Sinfonia n. 7 di L.V. Beethoven.

Sabato 2 luglio – Saletta Suffredini (Castelnuovo di Garfagnana) ore 17,30
Spazio Giovani: concerto finale della Masterclass di flauto
La classe di flauto del Maestro Andrea Oliva si esibisce nella saletta Suffredini a Castelnuovo di Garfagnana: un’occasione unica per ascoltare giovani musicisti formatisi sotto la guida esperta di Andrea Oliva, primo flauto solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma.
Il Maestro Oliva si è esibito in molte delle più importanti sale del mondo: Carnegie Hall di New York, Museo d’Arte Contemporanea di Londra (in presenza della Regina Elisabetta), nella Bunka Kaikan Hall di Tokyo, all’Hong Kong Academy, in Cile, a Cuba, Hamamatsu, Taiwan. Insegna ai corsi di alto perfezionamento all’Accademia di Santa Cecilia di Roma, al biennio superiore a Modena e al triennio di alto perfezionamento di Imola. È professore al Conservatorio di Lugano e Tutor Professor alla RNCM di Manchester.

Sabato 2 luglio – chiesa di Rontano (Chiesa di San Donato Vescovo e Martire) ore 21,30
Virginia Ceri, violino
Violinista da sempre, Virginia Ceri ha collaborato come spalla con i più grandi teatri d’Italia come il Carlo Felice di Genova e il Teatro alla Scala; dal 2018 è primo violino della Orchestra Regionale Toscana e ha dedicato gran parte della sua vita all’insegnamento del violino ai più piccoli con il metodo Suzuki e alla formazione degli insegnanti per l’European Suzuki Association; attualmente è vicepresidente dell’istituto Suzuki italiano. Sabato 2 luglio nella chiesa del suggestivo borgo di Rontano si esibisce da solista con un programma dedicato a Telemann, Ysaie, Prokofiev.

Domenica 3 luglio – Saletta Suffredini (Castelnuovo di Garfagnana) ore 17,30
Spazio Giovani: concerto finale della Masterclass di flauto
Le classi di flauto del Maestro Andrea Oliva e di Alice Morzenti si esibiscono nella saletta Suffredini a Castelnuovo di Garfagnana: un’occasione unica per ascoltare giovani musicisti formatisi sotto la guida esperta di Andrea Oliva, primo flauto solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e di Alice Morzenti brillante primo flauto della Staatsphilharmonie di Norimberga.

Domenica 3 luglio – Teatro Alfieri (Castelnuovo di Garfagnana) ore 21,30
Alice Morzenti al flauto, Giuseppe Gullotta al pianoforte
Musiche di Franck e Debussy
Domenica 3 luglio il Teatro Alfieri di Castelnuovo di Garfagnana ospita un concerto di due musicisti di eccezionale bravura con un programma dedicato a Franck e Debussy. Al Flauto Alice Morzenti: già dall’età di 18 anni, dopo essersi diplomata con il massimo dei voti al conservatorio di Brescia, ha suonato nell’Orchestra e con la Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano. È attualmente primo flauto della Staatsphilharmonie di Norimberga e insegna alla Musikhoschule di Norimberga e Friburgo in Brisgovia. Al pianoforte invece il Maestro Giuseppe Gullotta, musicista con una lunga lista di concerti e successi in tutto il mondo, da Barcellona a Rio de Janeiro da New York a Kiev. Questo brillante pianista ha registrato per le maggiori etichette discografiche e collaborato con le televisioni italiane, è attualmente docente della cattedra di pianoforte principale presso il Conservatorio F. Cilea di Reggio Calabria.

Lunedì 4 luglio – Saletta Suffredini (Castelnuovo di Garfagnana) ore 17,30
Spazio Giovani – concerto di chiusura Masterclass di pianoforte
Concerto finale dei pianisti che si sono perfezionati nelle Masterclass del festival.

Martedì 5 luglio – Teatro Alfieri (Castelnuovo di Garfagnana) ore 21,30
Concerto jazz dell’Adam Lemańczyk Mental trio
Adam Lemańczyk al pianoforte, Antoni Olszewski al contrabbasso, Mateusz Krawczyk alla batteria.
Al teatro Alfieri di Castelnuovo di Garfagnana si esibisce, la sera del 5 luglio alle 21,30, il Mental Trio di Adam Lemanczyk, un ensemble di recente formazione composto da tre musicisti polacchi che suonano insieme dal 2012, quando erano ancora studenti, e che hanno raggiunto separatamente la fama per poi decidere di riunirsi ed incidere le musiche ideate dal leader del gruppo Adam Lemanczyk. Tre artisti che hanno creato una perfetta sincronia interpretano un jazz fresco e ben incastonato tra stili classici e modernità fino anche a ritmi hip hop.

Giovedì 7 luglio – chiesa di Cascio 8 ore 17,30
Spazio Giovani: concerto finale Masterclass di pianoforte
Nella splendida chiesa di San Lorenzo Martire a Cascio (Molazzana) si esibiranno alle 17,30 giovani pianisti perfezionatisi sotto la guida del Maestro Giuseppe Gullotta, musicista di spicco del panorama mondiale oltre che docente di pianoforte del Conservatorio F. Cilea di Reggio Calabria.

Giovedì 7 luglio – Cascio (Molazzana) ore 21,30
Spazio Giovani: M. Barbagallo, G. Posa, A.M. Raco al pianoforte
Tre fra i più promettenti pianisti del conservatorio F. Cilea di Reggio Calabria si esibiscono il 7 luglio a Cascio nella suggestiva cornice della chiesa di San Lorenzo Martire.

Venerdì 8 luglio – Saletta Suffredini (Castelnuovo di Garfagnana) ore 17,30
Spazio Giovani: concerto finale della Masterclass di violoncello
Nella Saletta Suffredini di Castelnuovo di Garfagnana alle 17,30 salgono sul palco gli allievi della classe di violoncello del Maestro Andrea Nannoni, docente del conservatorio Cherubini di Firenze. Formatosi con i più importanti maestri italiani, Nannoni ha un’esperienza trentennale da concertista ed è stato di fondamentale importanza nella formazione di molti giovani violoncellisti in veste di docente dell’orchestra giovanile italiana alla scuola di musica di Fiesole.

Venerdì 8 luglio – Sagrato della chiesa di Careggine ore 21,30
Spazio Giovani: Acrobat jazz trio
Il Sagrato della Chiesa di Careggine alle torna ad essere teatro di un concerto estivo che vede protagonista il jazz con tre giovanissimi musicisiti: Giuseppe Nannini al sax e tromba, Marco Martinelli alla batteria e Damiano Calloni alle tastiere e basso.

Giovedì 14 luglio – Piazza Umberto I (Castelnuovo di Garfagnana) ore 22
Quintetto Jazz di Bergamo
Tino Tracanna al sax, Sergio Orlandi alla tromba, Francesco Chebat al pianoforte, Sandro Massazza al contrabbasso, Stefano Bertoli alla batteria.
International Academy of Music si conferma un palco jazz di estrema qualità che aggiunge anche quest’anno nomi illustri al suo palmares di artisti, in particolare nella serata di giovedì 14 luglio: alle 22 la piazza si anima con il concerto del quintetto jazz di Bergamo formato da Tino Tracanna al sax, Sergio Orlandi alla tromba, Francesco Chebat al pianoforte, Sandro Massazza al contrabbasso e Stefano Bertoli alla batteria. Tino Tracanna è uno dei sassofonisti più importanti della storia del jazz italiano. Nato a Livorno ma cresciuto a Bergamo, è attualmente coordinatore dei Corsi Jazz del Conservatorio Verdi di Milano; già negli anni ‘80, nel gruppo di Franco D’Andrea, incide per ben due volte quello che la critica considera il miglior disco jazz dell’anno; in seguito suona stabilmente nel quintetto di Paolo Fresu col quale gira in tour tutto il mondo. Il suo gruppo Acrobats è recensito nel 2017 come secondo miglior gruppo italiano dell’anno. Ha inciso oltre 110 album come ospite solista o come leader.

Venerdì 15 luglio – Agriturismo Tripala a Minucciano ore 21,30
Spazio Giovani: Forget Regret – Nu soul Jazz
Venerdì 15 luglio alle 21,30 la musica jazz si fonde con il panorama mozzafiato sul monte Pisanino visto dall’agriturismo Tripala a Minucciano. Un gruppo di giovani artisti, Forget Regret, ci porterà in un viaggio attraverso atmosfere soul e jazz.

Domenica 17 luglio al Golf Club Garfagnana (Pieve Fosciana) ore 18,30
Concerto per la pace del gruppo Zingareska
Elena Cherkasova a violino e voce, Anastasia Cherkasova al pianoforte e Paolo Mari alla chitarra
International Academy of Music, in collaborazione con il Golf Club Garfagnana, offre il 17 luglio alle 18,30 un concerto unico nel suo genere per lanciare un messaggio di pace. Il concerto del gruppo Zingareska è un viaggio nelle musiche nomadi dell’est europeo, che unisce tradizione popolare e classicità. Il repertorio comprende brani della cultura russa e ucraina come “Vengerka”, “Odeskaij” e la celebre “Oci ciornie”, alternati con i Balli Ungheresi di Brahms e il Rondò alla Turca di Mozart. Leader del progetto è Elena Cherkasova, violinista e cantante di livello internazionale.
Zingareska vuole superare le barriere tra gli stili e mostrare come la musica classica e la musica popolare siano legate e molto più simili di quanto si pensi. La musica non ha confini, e aiuta a mettere in comunicazione i popoli e le culture. I brani che vengono eseguiti dal trio parlano di viaggi, di migrazioni, di popoli che camminano e incontrano altri popoli, di culture che si confrontano e si mischiano; raccontano di secoli di storia zingara attraverso la musica, parlano di tematiche antiche ma nello stesso tempo attualissime. I musicisti che suonano con Elena sono di formazione etno-jazz, come Paolo Mari (chitarra), oppure di impostazione classica come Anastasia Cherkasova (pianoforte). L’incontro tra esperienze così diverse ha dato vita a un concerto assolutamente originale e interessante.