SFINGE D’ORO ANCHE ALL’EX PILOTA DI F1 NICOLA LARINI, A MARCELLO BARTALINI ED AI LUCCHESI DEL VOLLEY GRADI E TOCCHINI

0
105
Si sta completando il cast del 23.o Premio Fedeltà allo Sport in programma lunedi 6 giugno all’Hotel Country Club di Gragnano. Ci sarà il tutto esaurito alla cena di Gala tradizionale che ha visto sfilare a Lucca i più grandi campioni di tutti gli sport. Un Premio fortemente rivoluto dai soci onorari che rivivono con questa serata le grandi emozioni suscitate da imprese memorabili per lo sport italiano, alla presenza dei diretti protagonisti. La sfinge d’oro coniata dall’artista lucchese Giampaolo Bianchi sarà consegnata anche all’ex ferrarista di Formula Uno Nicola Larini, indimenticabile il suo secondo posto al G.P. di San Marino nel 1994 alle spalle di Michael Schumacher su Benetton, che sarà accompagnato dall’organizzatore ed ex pilota di rally Luca Ciucci, socio onorario del premio.
Ci sarà anche Marcello Bartalini, olimpionico di Los Angeles 84 nel quartetto della cronosquadra e professionista nel biennio 88-89 con i colori Fanini, che sarà il 36.o campione olimpico a ricevere la sfinge d’oro. Un cast di eccezione dove il ciclismo sarà lo sport più rappresentato per le premiazioni a Gianni Bugno, Claudio Chiappucci, Stefano Allocchio, Paolo Cimini, Fiorenzo Alessi ed appunto Marcello Bartalini, ma viene dato spazio anche al calcio con la bandiera dell’Inter Riccardo Ferri ed al volley con la premiazione del più forte libero del mondo di tutti i tempi Paola Cardullo ed al libero lucchese Maila Venturi che ha appena terminato la sua quarta stagione in A1. Sempre per il volley, in tema lucchese, saranno premiati Paolo Gradi e Roy Tocchini, rispettivamente presidenti della Nottolini Capannori e del G.S. Porcari. La sfinge d’oro fra i personaggi dello sport lucchese andrà anche al presidente scudettato della Gesam Gas e Luce Le Mura Rodolfo Cavallo in rappresentanza del basket.
I tre premi collaterali saranno quelli alla memoria dell’ex indimenticato presidente della Lucchese Aldo Biagini, giunto alla 7.a edizione, oltre a quelli dedicati a Francesco Lombardi e ad Alfio Castiglioni, scomparso in questi giorni, storico socio onorario del Premio e grande tifoso del Milan. Valter Nieri e Stefano Gori però hanno un’ultima sorpresa da svelare all’ultimo momento appena ricevuta la conferma di partecipazione.