LUCCA: Omaggio a Boccherini con la soprano Patrizia Cigna in Santa Maria Corteorlandini

0
70

In programma la prima versione dello Stabat Mater del compositore lucchese

Per gentile concessione del Fondo edifici di culto domenica (29 maggio) alle 18 la chiesa di Santa Maria Corteorlandini si aprirà al concerto dei solisti dell’Orchestra da camera ‘Luigi Boccherini’ e della soprano Patrizia Cigna, apprezzata a livello europeo per le sue doti interpretative.

Dopo un esordio da tutto esaurito a Palazzo Ducale e un emozionante recital d’organo al duomo di Castelnuovo di Garfagnana, ecco che il terzo appuntamento della 59esima Sagra Musicale Lucchese diretta dal maestro Luca Bacci torna tra le mura del centro storico, in una chiesa che rappresenta oggi uno dei più interessanti esempi di decorazione barocca a Lucca.

In programma un omaggio a Luigi Boccherini intorno all’anniversario della morte, avvenuta il 28 maggio 1805 nella città che offre le suggestioni alla prima opera che sarà proposta all’ascolto, La musica notturna nelle strade di Madrid, Op. 30 n. 6.

Un quintettino per strumenti a corde in do maggiore in sette movimenti, composto nel 1780, che sviluppa sul pentagramma la vivacità della capitale spagnola, richiamando ora il suono delle campane per la preghiera della sera, ora le danze popolari ballate dai giovani, ora le canzoni intonate dai mendicanti ciechi fino al segnale di coprifuoco e alla ritirata della guarnigione locale. Il pubblico della Sagra Musicale Lucchese potrà apprezzarne l’interpretazione del quintetto composto da Luca Celoni (primo violino), Enrico Bernini (secondo violino), Angela Landi (viola), Paolo Ognissanti (primo violoncello), Carlo Benvenuti (secondo violoncello).

I solisti dell’Orchestra da camera ‘Luigi Boccherini’ accompagneranno quindi la soprano Patrizia Cigna nella prima versione dello Stabat Mater di Jacopone da Todi musicata dall’autore lucchese, quella del 1781. È questa una delle poche opere vocali di Boccherini, composta su commissione dell’infante di Spagna Luigi Antonio di Borbone, in cui la voce soprano si fonde con il suono dei cinque archi quasi a formare un sestetto. I primi quattro movimenti hanno un carattere più triste e solenne, i cinque successivi restituiscono un’atmosfera affettuosa ed elegiaca, mentre gli ultimi due si fanno più cupi, con un tono più leggero nell’amen finale.

Tutti i concerti della Sagra Musicale Lucchese sono a ingresso libero. Per prenotare il proprio posto si può scrivere a prenotazioni@sagramusicalelucchese.com o compilare il form sul sito https://www.sagramusicalelucchese.com/prenotazioni.