La musica del Romanticismo per fagotto e pianoforte all’auditorium di Porcari il 5 settembre

0
117

La musica del Romanticismo per fagotto e pianoforte all’auditorium di Porcari

Domenica (5 settembre) appuntamento con il duo composto da Paolo Carlini e Fabrizio Datteri

La collaborazione tra l’associazione musicale Animando e il Comune di Porcari prosegue. Dopo i due concerti della rassegna Estate porcarese, curati dal maestro Fabrizio Datteri, con il mese di settembre ecco due nuovi appuntamenti all’auditorium Vincenzo Da Massa Carrara.

Domenica (5 settembre) alle 17,30 il pubblico potrà partecipare ai Dialoghi sul Romanticismo condotti da un duo d’eccezione: quello formato da Paolo Carlini, primo fagotto dell’Orchestra della Toscana, riconosciuto come uno dei più importanti fagottisti a livello mondiale, e dal pianista lucchese Fabrizio Datteri. Insieme presenteranno un viaggio inedito tra alcune composizioni scritte nel periodo romantico, tappe di un progetto che si concluderà con la registrazione di un cd per l’etichetta internazionale tedesca Cpo.

Il pomeriggio di musica sarà aperto dall’intervento di un componente della Filarmonica Alfredo Catalani di Porcari e di due ex allievi della scuola media inferiore Enrico Pea, le due realtà didattiche musicali del territorio porcarese.

Il testimone passerà quindi al duo di fagotto e pianoforte. In apertura sarà eseguita una Sonata del compositore ceco Antonín Reicha (1770-1836), di sapore ancora classicheggiante e molto vicina allo stile beethoveniano, per proseguire con la virtuosistica Grande sonata concertante di Ignaz Moscheles (1794-1870), famoso pianista e didatta, maestro anche di Felix Mendelssohn (1809-1847). Un’opera in cui traspare il gusto del pianismo Biedermeier, talvolta portato al limite delle possibilità dello strumento dell’epoca.

Seguirà una Introduzione e polacca del francese Jules Demersseman (1833-1866), composizione che esalta il gusto del bel canto trasportato dalla voce allo strumento, altra tematica romantica, per concludere con una Sonata di Gustav Schreck (1848-1918) quasi sconosciuta, che tuttavia rivela un’espressività viva, intensa, molto vicina ai grandi maestri romantici quali Schumann, Chopin, finanche Brahms.

Il programma di domenica dimostra quanto repertorio di grande spessore e bellezza – commenta Paolo Citti, presidente di Animando – ancora possa essere riscoperto e nuovamente apprezzato. È questo un obiettivo che la nostra associazione persegue fin dalla sua costituzione e che trova sponda nella sensibilità e cultura degli artisti con i quali siamo onorati di collaborare. Voglio ringraziare l’amministrazione comunale di Porcari per l’accoglienza e per aver creduto nella nostra proposta: ci auguriamo di percorrere insieme ancora molta strada”.

Per prenotare il proprio posto è necessario inviare una email a segreteria@animandolucca.it.

Secondo e ultimo appuntamento all’auditorium di Porcari è in programma per la domenica successiva, 12 settembre, con un excursus sull’evoluzione dei linguaggi musicali dal Settecento al Novecento.