Sostenibilità e valorizzazione del centro, a Porcari arriva il mercatino del riuso

0
72

Si svolgerà in piazza degli Alpini la prima domenica di ogni mese

La prima domenica di ogni mese, per Porcari, farà rima con sostenibilità ed economia circolare. Grazie alla collaborazione stretta dal Comune con l’associazione Occhio del riciclone Toscana onlus, piazza degli Alpini ospiterà il mercatino del riuso a partire da domenica (5 settembre) dalle 9 alle 19.

Un’occasione di incontro e relazione all’aria aperta, nel pieno centro del paese, che punta a divenire un appuntamento costante e a richiamare persone interessate da tutto il territorio provinciale e regionale. L’obiettivo è duplice: da una parte, l’amministrazione comunale intende valorizzare la filiera del riutilizzo dei prodotti, considerata la migliore opzione ecologica possibile per la sua capacità di ampliare il ciclo di vita degli oggetti, promuovere stili di vita virtuosi e, al contempo, favorire il risparmio energetico; dall’altro si vuole incentivare la scelta di trascorrere a Porcari il proprio tempo libero grazie a un’offerta sempre più ricca di occasioni di svago, cultura, sport e shopping.

Commenta l’assessora con delega alla valorizzazione del centro commerciale naturale di Porcari, Eleonora Lamandini: “Siamo davvero felici di inaugurare, questa domenica, l’appuntamento con il mercatino del riuso. Un segnale concreto e semplice per seminare la cultura di un approccio economico più umano, consapevole che l’ambiente e il territorio sono veri beni da custodire e proteggere anche attraverso piccoli gesti quotidiani. È necessaria una svolta etica e sociale per agire prevenendo i rifiuti, conferendo agli oggetti usati o superati una nuova vita. Vogliamo crederci e fare la nostra parte”.

Chiunque sia interessato a dare una seconda opportunità al proprio usato può contattare l’assocazione Occhio del riciclone Toscana inviando una email a occhiodelriciclonetoscana@gmail.com o telefonando ai numeri 346 3625733 o 333 6685910.

L’associazione Occhio del riciclone Toscana

Occhio del riciclone (Odr) nasce a Roma agli inizi del 2003 con l’obiettivo di promuovere il riutilizzo e la raccolta differenziata dei rifiuti. Nel campo dei laboratori didattici ha maturato un’esperienza riconosciuta a livello nazionale e una proposta unica per ampiezza e qualità. L’associazione ha realizzato centinaia di iniziative ed eventi rivolti ai bambini e alla cittadinanza in scuole, biblioteche, parchi e piazze.

Dal 2010 è attiva la sede operativa dell’Occhio del riciclone Toscana con sede a San Giuliano Terme, indirizzata al recupero e riuso di materiali usati.

Lo scopo condiviso dall’associazione è incoraggiare una gestione dei rifiuti ispirata alla sostenibilità e alla cura dell’ambiente, attraverso pratiche di riutilizzo in ambito domestico e istituzionale, educando al contempo il singolo cittadino al riuso di materiali per diminuire la quantità dei rifiuti.