LUCCA CITTÀ DI CARTA: LIBRI, CULTURA E ARTE PROTAGONISTI D’ESTATE

0
165

DAL 28 AL 30 AGOSTO AL REAL COLLEGIO AUTORI, EDITORI, GIORNALISTI, STAMPATORI E ARTISTI

TRA GLI OSPITI MARCO VICHI, LUCA NANNIPIERI, GAIA NANNI, FRANCESCA DURANTI, FABRIZIO SILEI

Non una vetrina spot, ma un evento annuale che faccia e metta in rete, produca cultura in modo concreto, scopra talenti, valorizzi il territorio, sia dibattito d’attualità e avvicini grandi e piccini alla cultura del libro e della carta con attività divertenti. Si presenta così “Lucca Città di Carta”, il primo festival della città delle Mura dedicato ai libri e alla carta, che si terrà, dopo uno stop forzato e relativo spostamento causa Covid, sempre al Real Collegio, ma dal 28 al 30 agosto 2020, a ingresso gratuito (orari: 28 e 29 agosto 15-24; 30 agosto 10-22).

Organizzato dalle associazioni culturali Nati per Scrivere e L’Ordinario – con sostegno di Regione Toscana e Comune di Lucca e il patrocinio di Ufficio Scolastico IX Lucca Massa Carrara – “Lucca Città di Carta” propone un programma trasversale con circa cento eventi in tre giorni, adatto sia agli appassionati lettori, sia a chi ama la storia e l’arte della carta e della scrittura. Il Festival sarà una vera e propria fucina di cultura in movimento, dove i visitatori potranno apprendere divertendosi, tra laboratori, conferenze, esposizioni e letture; grazie alla partecipazione di stampatori, calligrafi, artisti e illustratori presenti con tante attività, il pubblico potrà provare il piacere di mettere letteralmente le “mani in carta” e non solo, il tutto nel rispetto delle norme anti-covid. Tanti gli ospiti attesi, oltre sessanta le presentazioni di libri, un’area interamente dedicata ai bambini, prodotti artistici dal vivo, due progetti editoriali a firma festival e un piccolo punto ristoro per fare una pausa.

Se dovessimo usare un’immagine per descriverlo – spiegano Romina Lombardi e Alessio Del Debbio, ideatori di “Lucca Città di Carta” e presidenti delle rispettive associazioni culturali – questo Festival sarebbe quella delle mani e del cuore di tante persone che da due anni credono e sostengono questo progetto e che ci hanno spinto ad andare avanti, nonostante il Covid e tutte le difficoltà incontrate. Questo è il Festival dei particolari: dei libri usciti letteralmente dalle soffitte, delle mani che riproducono miniature, calligrafie particolari, incisioni d’arte e carte, del profumo delle cose vecchie, come le macchine da stampa, e di quello dei libri, delle tenaci parole degli editori indipendenti, della fatica della nascita di tanti progetti culturali. Questo è “Lucca Città di carta”. Non una bella vetrina che riluce per tre giorni l’anno, ma una produzione dal basso, che crea prodotti di qualità e collaborazioni durature, oneste e fattive. Una chiamata continua per chiunque abbia voglia di fare cultura di qualità rispettando i vecchi valori di impegno e meritocrazia. E ovviamente speriamo che sia una grande festa della cultura per tutti, un po’ più contenuta rispetto al previsto, ma comunque una festa.”

Lucca Città di Carta” rientra nel Patto per la Lettura di Regione Toscana ed è realizzato con il sostegno di Regione Toscana e Comune di Lucca, Real Collegio, Colorè, Unicoop Firenze, Carrozzeria Tris, Autocarrozzeria NuovaEra, La Salana, Blume Immobiliare, Cesarsedia, Fondazione Parco Nazionale di Collodi, Sinapsi Group, in collaborazione con Biblioteca Agorà, Metro Srl, Lucca Biennale, NessunoPress, Consorzio di promozione turistica della Versilia, Lucca Info&Guide, Ubik Lucca, Puccini Museum, Lu.C.C.A.Lucca Center of Contemporary Art, Stamperia d’Arte Busato, Emporium Athestinum, Società Operaia Cascina, associazione culturale L.A.P.I.S, Consultorio “La famiglia – Lucca”, Elisabetta Donaglia e Marina Miragoli. Media Partner: Radio Bruno, Toscana Libri, Leggere:Tutti.

Ecco nel dettaglio la proposta della rassegna culturale.

OSPITI ED EVENTI. Tra gli ospiti attesi al Festival Marco Vichi e Leonardo Gori in un esilarante “duo” in giallo, in dialogo con Sandra Tedeschi (28 agosto, ore 21.15); lo storico e critico d’arte Luca Nannipieri con il suo ultimo libro dedicato a Raffaello e protagonista di una tavola rotonda sulla cultura in Italia (il 28 agosto alle 18.45 e 29 agosto ore 18.30); la grande scrittrice Francesca Duranti in una delle sue rare apparizioni a eventi pubblici, protagonista di un’intervista-omaggio a cura di Andrea Pannocchia (29 agosto ore 19.00); i giornalisti Angelo Mellone, scrittore e capostruttura Rai che al festival presenterà “Fino alla fine”, l’ex Ilva e i fallimenti di un paese (29 agosto ore 21.15), Angela Iantosca, da sempre impegnata sui temi sociali con il suo “In trincea per amore. Storie di famiglie nell’inferno delle droghe” (28 agosto ore 21.00) e Damiano Grognali, inviato di SkyTg24 che in assoluta anteprima al Festival terrà una speciale lezione sull’uso e studio del mezzo e fenomeno PODCAST (30 agosto ore 15.00).

Il Premio Andersen Fabrizio Silei sarà invece protagonista (sabato 29 agosto alle ore 15.15) di un evento speciale realizzato in collaborazione con  Biblioteca Agorà e L’Ornitorinco Atelier dal titolo “Trappola per volpi, ovvero scambiamoci una storia”: un incontro-narrazione condotto dall’autore con uno scambio di storie dei partecipanti a partire da una vecchia foto che il pubblico dovrà portare. La nota attrice toscana Gaia Nanni sarà interprete delle poesie scritte da Elisa Cordovani contro la violenza di genere nel libro prodotto dal Festival “Un gioco che non sono io” (vedi proseguo cartella stampa). Attesa sabato 29 agosto alle 17.30 per il grande esperto di comunicazione Riccardo Pirrone, colui che ha creato il fenomeno social di Taffo, l’agenzia funebre più irreverente e conosciuta d’Italia. Al Festival, in un’intervista con la giornalista Margherita Grotto presenterà il libro appena uscito “Taffo, ironia della morte”. Tra gli eventi legati all’attualità anche la presentazione del libro “Ponte Morandi, il sesto senso di un soccorritore” di Alessandro Basile (28 agosto ore 15.15), e “Le guerre degli altri” di Marco Giaconi (29 agosto ore 17.15).

Inoltre spazio alle presentazioni delle case editrici indipendenti e ai nuovi talenti letterari, con incontri continui nelle tre sale intitolate ai grandi autori della letteratura italiana: Montale, Leopardi, Pirandello. Per il programma completo degli eventi e le informazioni in tempo reale si rimanda al sito ufficiale del Festival: www.luccacittadicarta.it

SPAZIO LIBRI. Oltre sessanta gli stand tra editori, associazioni culturali, collettivi, autori e agenzie letterarie provenienti da tutta Italia per proporre i migliori prodotti editoriali del panorama indipendente. Dal fantasy al thriller storico, dalla poesia all’arte, fino alle tavole rotonde sui temi caldi dell’attualità con un’attenzione particolare per i valori e le nuove generazioni. A “Lucca Città di Carta” sia i libri proposti che gli incontri regaleranno un panorama trasversale per far nascere un momento importante e duraturo di condivisione e scambio culturale.

Spazio anche per gli aspiranti autori, che potranno presentare i propri manoscritti direttamente agli editori, durante lo speed-date letterario in programma per domenica 30 agosto, e per i poeti, invitati a declamare le loro composizioni durante il reading poetico organizzato dall’associazione culturale L.A.P.I.S, venerdì 28 agosto.

PADRINI E MASCOTTE SPECIALI. La nascita del Festival ha avuto due padrini d’eccezione che nel corso del tempo lo hanno sostenuto con dedizione: lo scrittore Marco Vichi e lo storico e critico d’arte Luca Nannipieri, entrambi ospiti di “Lucca Città di Carta”.

Tra le particolarità, anche una mascotte speciale: grazie a Fondazione Nazionale Carlo Collodi e a Sinapsi Group, ospite d’eccezione e porta-fortuna presente al Festival sarà un Pinocchio giornalista-scrittore realizzato interamente in legno dall’estro di Mauro Lampo.

LIBRI E OLTRE. Le pagine dei libri si aprono su musica e teatro, con tre eventi originali. Il gruppo teatrale “Gli itineranti”, di Carrara, metterà in scena la performance “Frammenti di Amir”, ispirata al romanzo “In viaggio con Amir”, di Melania Soriani (Leucotea Edizioni), una storia di scoperta del mondo e di rispetto per le diversità (28 agosto, alle 21.30, in Sala Leopardi). La band “Joe Natta e le Leggende Lucchesi”, che da anni trasporta in musica le storie e le leggende toscane, si esibirà nel suggestivo Chiostro di Santa Caterina, in una serata speciale dedicata al folclore locale, affiancata dal professor Paolo Fantozzi e dallo scrittore Alessio Del Debbio, alternando letture a racconti delle nostre tradizioni (29 agosto, dalle 21.00). Alessandro Agostinelli presenterà il suo libro “Benedetti da Parker” (Cairo Editore), il romanzo sull’incontro tra Dean Benedetti e Charlie Parker, una storia sul jazz, l’America e la provincia italiana, quella di Torre del Lago Puccini, del dopoguerra, in una presentazione-lettura accompagnata dalle straordinarie improvvisazioni del noto contrabbassista Nino Pellegrini (30 agosto, alle 18.30, Chiostro di Santa Caterina).

LE ESPOSIZIONI PERMANENTI DI LUCCA CITTÀ DI CARTA. Dalle antiche e rare macchine da stampa storiche, in mostra grazie all’Associazione veneta Emporium Athestinum, agli antichi timbri e carte di Torello Tarabori visibili per la prima volta, dalla Divina Commedia scritta a mano e dalle miniature di Giulietta Biagi, ai libri d’artista di Lucilla Cunico, dai ritratti dei grandi scrittori e poeti di Bruno Pollacci agli acquerelli di Aldo Marchegiani che raccontano la bellezza di Lucca.

Imperdibile, inoltre, una passeggiata nella Galleria degli Artisti, nei corridoi del primo piano del Real Collegio, per ammirare illustratori, disegnatori e grafici al lavoro, dal vivo, nei tre giorni del festival.

LABORATORI PER GRANDI E PICCINI. Sicuramente tra i primi obiettivi del Festival, già nella fase embrionale, c’è sempre stato quello di far sì che la rassegna diventasse un luogo fisico e mentale dove grandi e piccini incontrassero la cultura, il libro e la carta, divertendosi, possibilmente insieme. Grazie alle numerose collaborazioni, tra cui quelle con Biblioteca Agorà, Fondazione Nazionale Carlo Collodi, Emporium Athestinum, Libreria Leggi e Sogna, Elisabetta Donaglia, Silvia Talassi, Alice Walczer Baldinazzo e Stamperia Busato di Vicenza, nonostante le difficoltà legate all’emergenza Covid, il Festival, rispettando le normative, avrà i suoi laboratori: da quelli per i più piccoli, con la creazione di segnalibri e speciali oggetti in carta come i nasini di Pinocchio, le farfalle, le lettere di Don Chisciotte, le letture animate e gli approfondimenti su alcuni autori come Gianni Rodari, a quelli per i più grandi come quelli di scrittura creativa, calligrafia, prove di stampa e molto altro. I laboratori sono gratuiti con prenotazione consigliata a eventi@luccacittadicarta.it

SPAZIO BIMBI. Grazie alla Libreria Leggi e Sogna, di Sestri Levante, il Festival avrà uno spazio lettura comodo e accogliente, con tappeti lavabili (di modo che possano essere igienizzati dopo ogni accesso/passaggio), con un assortimento di libri da sfogliare liberamente (dopo l’uso del gel disinfettante) tutto a disposizione di bambini e genitori. Ma anche uno spazio con tante, semplici attività, per dare il via alla fantasia, a partire da carta e colore. Tra le iniziative: un laboratorio inventastorie, un angolo dedicato ai 100 anni di Gianni Rodari con una piccola mostra fotografica, libri, storie, animazione e letture continuative.

ITINERARI EXTRA: Lucca è da sempre luogo d’incontri e di passaggio di intellettuali, scienziati, artisti e grandi personaggi storici. Fra gli stretti vicoli del suo centro storico e le sue strade principali, circondate dalle imponenti Mura rinascimentali fu ideata da Ottaviano Diodati la prima edizione italiana de L’Encyclopedie di Diderot e d’Alembert, stampata dalla storica Stamperia Giuntini. Lucca Info&Guide propone due passeggiate guidate da tenersi il sabato e la domenica. (costo 15 euro su prenotazione. Prenotazione obbligatoria a: METRO srl  – Tel 0583 – 583150  – uff. Accoglienza Turistica di Lucca. turismolucca@metrosrl.it; www.infoguidelucca.wordpress.com)

LUCCA CITTÀ DI CARTA: UN FESTIVAL CHE PRODUCE CULTURA

DAL PATTO PER LA LETTURA AI LIBRI EDITI, DAI PREMI LETTERARI AL CONCORSO SCUOLE

Un Festival che faccia rete, che produca progetti culturali, scopritore di talenti e attento ai più giovani e alle tematiche più importanti della società. Questi, come già detto, i principali obiettivi di “Lucca Città di Carta”.

IL PATTO PER LA LETTURA. Nonostante le difficoltà dovute allo slittamento e all’emergenza sanitaria, la rassegna, già in questa prima edizione, traccia nettamente la strada. Da alcuni mesi infatti, non solo il Festival siede al tavolo dei lavori del Patto per la Lettura promosso dalla Regione Toscana, ma costruisce rete anche sul territorio per realizzare lo stesso obiettivo in progetti che verranno presentati durante la rassegna.

I LIBRI DEL FESTIVAL. Ben due i progetti culturali che nascono dalla prima edizione del Festival: “Un Gioco che non sono Io”, silloge poetica sul delicato tema della violenza di genere scritta da Elisa Cordovani e illustrata da Alice Walczer Baldinazzo e “Toscana Interiore”, il libro fotografico di Filippo Brancoli Pantera. Curati da Romina Lombardi per “L’Ordinario” ed editi da NPS Edizioni, i due volumi, che hanno richiesto un lavoro progettuale di oltre un anno, sono stati fortemente voluti per la loro valenza sociale, artistica e culturale. Saranno presentati in anteprima al Festival nel pomeriggio di domenica 30 agosto.

Un gioco che non sono Io”. Le donne di Elisa Cordovani sono “nude d’occhi”, “boati d’ignoto”, “crepe immacolate”, “cuspidi di dolore registrate al rovescio” che vanno fino in fondo al proprio dolore per capirlo, per essere consapevoli di potergli sopravvivere. Sono donne che si trasformano nella vergogna che provano, nelle lacrime che pensano di non aver diritto a versare, negli occhi di madri e padri – come nel toccante omaggio che la Cordovani fa alla memoria di Elisa Amato, scomparsa nel 2019, vittima di volenza – nel futuro che non avranno e in quello che, invece, avranno. Tra i versi poetici di questo esordio letterario davvero notevole, esplodono in echi sapienti figure retoriche e suoni onomatopeici che l’autrice regala all’estro di Alice Walczer Baldinazzo. L’artista vicentina, chiamata a illustrare questo volume, riesce in qualcosa di sopraffino: crea volti e pose che si fanno amare e ripudiare al medesimo tempo, senza che si riesca a distogliere lo sguardo. Un affaccio sulla parte più oscura di noi che un colore rosso amore prova a lenire.

Toscana Interiore” è molto più di un connubio tra scrittura di viaggio e un libro di fotografia. È una ricerca pura dell’origine di noi stessi. Filippo Brancoli Pantera toglie alla Toscana la sua bellezza da cartolina e va a scavare radici, ad annusare le piante, a capire i loro vestiti, a scontornare rocce, pietre, ritrarre cartelli, insegne, strade, che se ne stanno lì, come i nostri nonni, a indicarci la via. A risalire colline per scoprire un altro paesaggio, un altro lato di ciò che siamo. Filippo Brancoli Pantera ci racconta di foglie scavando sotto la terra per indagare, in realtà, le nostre Storie. Perché ha capito, forse più di tutti, quanto il Paesaggio sia in realtà il nostro Dna meno indagato, ma talmente potente da raccontarci una verità storica: ricerchiamo il viaggio perché non abbiamo mai smesso di essere cacciatori-raccoglitori nomadi, nemmeno quando siamo diventati agricoltori.

Entrambi i libri usciranno il 1 ottobre 2020, per NPS Edizioni, ma verranno lanciati in anteprima esclusiva a “Lucca Città di Carta”.

I PREMI DEL FESTIVAL

Il Festival è “casa” di tre importanti Premi: Parole in Posa, Misteri d’Italia, L’Ordinario Scuole. Dopo il lavoro di selezione dei mesi precedenti, la mattina di domenica 30 agosto, verranno finalmente premiati i vincitori.

Parole in Posa – Premio Bramanti”’ è il concorso fotografico a tema libri e letteratura italiana dedicato ad appassionati di fotografia e fotografi professionisti, che sbarca a Lucca Città di Carta grazie alla collaborazione di Romina Bramanti con Versiliatoday, Nati per scrivere, Bakemono Lab e Panesi Edizioni. Il concorso è intitolato a Enzo e Sandra Bramanti, padre e figlia, amanti della cultura, prematuramente scomparsi per due mali incurabili. Enzo, padre affettuoso e sensibile, trasmetteva agli altri l’immenso amore per gli animali, il suo bizzarro modo di “inventarsi” oggetti riutilizzando abilmente materiale in disuso e la passione per i libri. Sandra, tenace e altruista e con una grande passione per la fotografia amatoriale, divoratrice  di fumetti oltre che di libri. Unendo le loro passioni, Romina, l’altra figlia di casa Bramanti, ha ideato questo contest fotografico/letterario come omaggio alla loro vita.

Misteri d’Italia” è il concorso gratuito riservato a romanzi inediti, a tema, appunto, “segreti, leggende e misteri d’Italia”, come da linea editoriale di NPS Edizioni, che pone il territorio al centro della narrazione. L’Italia, infatti, è ricca di storia, arte, cultura, leggende e folclore, tradizioni che devono essere recuperate e valorizzate. La ricerca di nuovi talenti letterari attenti a queste tematiche ha permesso di individuare due finalisti: Franco Giacoia, con il romanzo “Lu tajatore”, e Laura Rizzoglio, con “La masca”. Il vincitore, oltre alla pubblicazione con NPS Edizioni, riceverà in premio un soggiorno in Versilia, ospite della struttura turistica “La stagione dell’arte”, partner dell’associazione “Nati per scrivere”.

Il “Premio Ordinario Scuole” è invece indetto dall’Associazione culturale L’Ordinario, che dal 2018 edita il Blog Magazine www.lordinario.it, riportando al centro della notizia la quotidiana umanità, l’azione civile, la valenza sociale, l’etica, la tradizione, la cultura, i luoghi sconosciuti o riscoperti. Con il Premio, ai Ragazzi delle Scuole Superiori è stata richiesta una riflessione attenta, da tradurre in tema/articolo, su ciò che è STRA – ORDINARIO nella vita di ogni giorno. In una società sempre troppo distratta, di fretta e poco attenta all’umanità delle persone, il tema del Premio è – e vuole essere – uno stimolo serio di valutazione. I premi sono messi a disposizione da Fondazione Nazionale Carlo Collodi, Sinapsi Group, Puccini Museum, Lu.C.C.A. Lucca Center of Contemporary Art.

Programma completo degli eventi disponibile sul sito www.luccacittadicarta.it

L’organizzazione invita a prenotare il proprio posto agli incontri, scrivendo a eventi@luccacittadicarta.it