Lucca Art Fair: torna a Lucca l’evento dedicato all’arte moderna e contemporanea

0
106

LUCCA ART FAIR. LA VI EDIZIONE:

 DAI MACCHIAIOLI AL CONTEMPORANEO. TORNA NEL CENTRO DI LUCCA L’EVENTO DEDICATO ALL’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

LUCCA, 18 maggio 2022 – Quasi quaranta gallerie d’arte italiane e non solo si sono date appuntamento a Lucca Art Fair, la sesta edizione della fiera dedicata all’arte moderna e contemporanea promosso da T.O.E. Torna, dunque, da venerdì 20 a domenica 22 maggio la grande mostra-mercato dell’arte in una nuova cornice: il Real Collegio.
Tante le novità in programma quest’anno: a partire dalla location, inedita, dalla collaborazione con il Museo civico Giovanni Fattori, fino allo spazio, ampio, dedicato agli artisti emergenti.

A presentare la nuova edizione sono stati il direttore Paolo Batoni, l’assessore alla cultura del Comune di Lucca, Stefano Ragghianti, e la curatrice Elisa Muscatelli.

«Approdiamo in centro storico – commenta Paolo Batoni – dopo due anni di assenza da Lucca e questo rappresenta una grande e splendida novità, possiamo finalmente rincontrarci.
L’edizione 2022 rappresenta il ritorno di un rito, di una pratica, quella della fiera d’arte, che riunisce le persone, crea un legame, una totalità, una comunità, che va oltre il concetto commerciale di fiera e della sua funzione di incontro tra artisti e compratori, continuando così a ricreare in tutti i suoi aspetti quel percorso che costituisce la realtà del sistema arte e che ora riprende con rinnovata gioia e vigore.

LUCCA ART FAIR. Rinnovato anche il format della kermesse, che racchiude circa quaranta gallerie sui due piani del Real Collegio, dove troverà spazio, al piano terrà, la nuova sezione Spotlight, incentrata sull’arte di metà XIX secolo e inizio del XX, con uno speciale dedicato ai contemporanei del passato. La sezione ospiterà le prime rappresentazioni sul vero – con i Macchiaioli in particolare – per arrivare fino alle Avanguardie storiche di inizio ‘900, offrendo l’occasione di focalizzare un periodo tra i più prolifici dell’Ottocento italiano.
Al piano superiore la Main Section e Art Projects, sezioni costituite da gallerie consolidate e di ricerca nel panorama italiano e internazionale (Spagna, Francia, Germania, Serbia), ospiteranno una selezione di opere tra il periodo, post-bellico e contemporaneo.
Ed infine Independent, lo spazio che racconta project spaces, collettivi di artisti e spazi indipendenti.


IL MUSEO CIVICO FATTORI. Per l’edizione 2022 della Lucca Art Fair, arriva una grande e affascinante novità realizzata insieme al Museo Civico Giovanni Fattori: la nascita di Museum Partner, il progetto espositivo promosso e ideato dall’Associazione Culturale Blob Art di Livorno e da T.O.E. con il patrocinio della Regione Toscana, che vuole valorizzare le collezioni d’arte presenti nei musei civici toscani. A fare da cornice alla sezione Spotlight, arriva quindi “Nascita di una collezione” una selezione inedita di 22 disegni e stampe di Giovanni Fattori e del gruppo di amici e artisti a lui legati. Opere a lungo custodite lontano dai riflettori, principalmente per motivi conservativi, potranno essere ammirate a Lucca per raccontare il periodo che va dalla metà dell’Ottocento fino agli anni Trenta del Novecento. Oltre a Fattori, presenti in mostra anche Silvestro Lega, Plinio Nomellini, Enrico Pollastrini, Guglielmo Micheli, Leonetto Cappiello, Odoardo Borrani, Moses Levi, Gastone Razzaguta.

ART TRACKER. Non solo passato, ma soprattutto presente e futuro. Con il progetto Art Tracker, curato da Elisa Muscatelli, Lucca Art Fair va letteralmente a caccia di nuovi, interessanti talenti. Nella Casermetta di Santa Croce sarà ospitato “Punti di incontro”, il progetto espositivo di Erika Pellicci, classe 1992, nata a Barga e trapiantata a Berlino, e di Marco Rossetti, classe 1987, attivo tra Napoli e Firenze. Il progetto, vincitore del Premio Combat, dà voce a una giovanissima realtà artistica che si è interrogata sull’erranza, sulla terra di origine, sullo spostarsi e il muoversi nello spazio. Tra la memoria storica e personale di Rossetti e i percorsi spaziali e metaforici di Pellicci, la mostra restituisce le sensazioni degli artisti che si realizzano in un non-luogo, mai del tutto definito. Ad arricchire l’esperienza, anche le video interviste di approfondimento realizzate con la collaborazione delle studentesse del corso magistrale di Storia dell’Arte dell’Università degli Studi di Firenze, che presenteranno al pubblico i vincitori del premio e la loro pratica artistica.

Per apprezzare al massimo le opere in mostra e conoscere da vicino gli artisti rappresentati, sono previste visite guidate gratuite curate da Francesca Baboni. La prenotazione è obbligatoria: info@luccaartfair.it.

Lucca Art Fair resterà aperta:
venerdì 20 maggio, dalle 17 alle 20,
sabato 21 e domenica 22, dalle 10 alle 20.

La Casermetta Santa Croce, invece, chiuderà ogni giorno alle 19.

Biglietto giornaliero venerdì € 5,00
Biglietto giornaliero sabato e domenica € 10,00
Biglietto giornaliero ridotto: € 8,00*
Biglietto ridotto: € 5,00 per studenti con tesserino valido
*Biglietto giornaliero agevolato per gruppi (minimo 10 persone),
disabili e over 65, residenti nel comune di Lucca.
Ingresso gratuito per i bambini fino a 12 anni accompagnati dai genitori.

Lucca Art Fair è organizzata con il patrocinio del Comune di Lucca, della Camera di Commercio di Lucca, di Confindustria Toscana Nord e del Real Collegio. Per eventuali ulteriori informazioni: www.luccaartfair.com

Elenco delle gallerie presenti:

Main Section:
Antigallery, (Mestre, Venezia), Art Shop Gallery (Pistoia), Armanda Gori Arte (Prato),  Art Giò Art (Lucca), Context Gallery (Treviso), Daliano Ribani Aste (Carrara), Deodato Arte (Milano), Deni Arte (Roma), Galp Gallery (Olgiate Comasco, Como),  Galeria Gaudì, (Madrid, Spagna), Guastalla Centro Arte (Livorno), Galleria 93 (Prato), Photonic Art by Light Studio (Milano), Ldx Artodrome (Berlino, Germania), Moho Galleria (San Daniele del Friuli, Udine), Sky Gallery Art’s (Barcellona, Spagna), Vannucchi Arte (Prato), Vecchiato Arte (Padova), Vinci Arte (Padova).

Art Projects:
Antonella Scarfone Art Gallery (Pisa), Archivio Storico Iginio Balderi (Milano), Javier Roman Gallery (Malaga, Spagna), Galleria Valeria Lattanzi (Carrara), Gallery Prototip (Belgrado, Serbia), Td Art Gallery (Crema).

Spotlight:
800/900 Art Studio (Livorno / Lucca), Bottega d’arte (Montecatini Terme, Cortina d’Ampezzo, Forte dei Marmi), Galleria d’arte Bentivegna, (Montecatini Terme, Pistoia), Galleria d’arte 56 (Bologna), Galleria d’arte Goldoni (Livorno), Phidias Antiques (Reggio Emilia), Galleria Le Stanze (Livorno), PQV Fine Art (Pisa), Copetti Antiquari (Premariacco, Udine).

Independent:
Cécile Chappat Studio (Jouques, Francia), Manca Spazio (Nuoro), Mirta Vignatti Studio (Lucca), Guanci Studio (Prato).