Basket Le Mura Lucca, trasferta a Faenza per chiudere il girone di andata

0
156

Nemmeno il tempo di godersi la vittoria sull’Allianz Geas, che per il Basket Le Mura Lucca sarà nuovamente vigilia di campionato. Domani sera alle 20.30, le biancorosse saranno di scena al PalaBubani di Faenza contro l’E-Work per il recupero della tredicesima e ultima giornata del girone di andata. A dispetto di quanto potrebbe dire la classifica, sono 18 i punti che separano i due team a favore del Gesam Gas e Luce, sarà partita ricca di inside considerando sia le recenti vittorie ottenute dalle romagnole contro Broni ed Empoli, che l’entusiasmo di una piazza al ritorno in Serie A1 dopo dieci anni.

Delle compagini impegnate nella lotta salvezza, Faenza applica le rotazioni maggiori, facendo scendere sul parquet, come minimo, dieci cestiste a partite La guida tecnica dell’E-Work risponde al nome di un volto noto della pallacanestro azzurra quella Simona Ballardini, ritiratasi proprio dopo la promozione in A1 delle bianconere. L’ex Reyer Venezia e Schio è subentrata sulla panchina di Faenza dallo scorso 8 dicembre dopo l’esonero di Sguaizer. Sono tre i match che Jori Davis e compagne devono ancora recuperare. Numeri alla mano, le romagnole viaggiano ad una media di 61,5 punti, tirando con il 42% da due e con il 22% dall’arco, catturando ben 36,5 rimbalzi a partita.

Una statistica alla quale contribuisce in maniera pesante il pivot nigeriano Pallas Kunaiyi-Akpanah, portata due stagioni fa a Vigarano proprio dall’attuale direttore generale di Lucca Ennio Zazzaroni. Sono 14,7 i rimbalzi di media presi da Kunaiyi (seconda miglior rimbalzista della lega), ai quali abbina anche 10 punti a serata, che agirà sotto le plance nello starting five con l’ex Broni Elena Castello. A rinforzare il comparto lunghe è arrivata a fine gennaio la svedese Amanda Kantzy, che avrebbe dovuto iniziare questa stagione con la maglia di San Martino di Lupari. Un arrivo necessario per sopperire all’addio dell’argentina Victoria Llorente. Esperienza alla causa romagnola viene portata da Lucia Morsiani, classe 1992 già presente dieci anni fa nel massimo campionato italiano nell’allora Club Atletico Faenza. Tornata nella Techfind Serie A1 dopo una stagione all’Olympiacos, Joris Davis rappresenta, con i suoi 12,2 punti di media, la principale bocca di fuoco delle romagnole. Quinta tappa italiana dopo San Martino di Lupari, Battipaglia, Torino e Costa Masnaga per la cestista americana. Dalla panchina escono due giocatrici di grande rendimento come Elisa Policari (8,6 punti di media) e Giulia Manzotti. Quinta stagione consecutiva in bianconero per Licia Schwienbacher mentre in cabina di regia Lucca dovrà fare attenzione a Rosa Cupido (9,2 punti) capace di accendersi con regolarità in attacco. Nel settore delle esterne, coach Ballardini è solita affidarsi a Rachele Porcu e all’interessante classe 2005 Alice Cappellotto.

Sarà una partita diversa rispetto a quella contro Geas.” – avverte Luca Andreoli- “Innanzitutto perché giocheremo su un campo dove Faenza, squadra molto fisica, ha vinto recentemente contro Broni e Empoli. La nostra attenzione dovrà essere focalizzata sull’intensità da mettere in campo e sull’essere pronti a giocare una partita ruvida. Saranno importanti sia la difesa in post basso su Davis e Pallas che la lotta a rimbalzo. Stiamo comunque recuperando bene le energie dal match di domenica scorsa.”

E-Work Faenza-Gesam Gas e Luce Lucca sarà diretta da Duccio Maschio, Claudia Ferrara e Luca Bartolini.