BASKET LE MURA: Solido successo esterno a Moncalieri per il Gesam Gas e Luce Lucca

0
112

Solido successo esterno a Moncalieri per il Gesam Gas e Luce Lucca

58-77(15-21, 27-35 e 48-54)

Akronos Moncalieri: Toffolo 4, Da Paixao 16, Cordola 12, Landi 2, Reggiani 5, Delbalzo, Katshitshi 7, Ruzickova 6, Miletic 3, Giacomelli 3 e Cherubini Allenatore: Paolo Terzolo

Gesam Gas e Luce Lucca: Azzi 2, Natali 9, Dietrick 13, Parmesani 4, Gianolla, Kaczmarczyk 18, Miccoli 14, Gilli ne, Frustaci 2 e Wiese 15 Allenatore: Luca Andreoli

Arbitri: Bettini, Rudellat e Caravita

Quarta vittoria in trasferta della stagione per un solido Basket Le Mura Lucca, corsaro sull’insidioso parquet dell’Akronos Moncalieri, formazione che ha dimostrato di valere più degli attuali sei punti in classifica. Con le rotazioni accorciate nel comparto lunghe per le assenze di Gilli e Valentino, la squadra di coach Andreoli, brava a limitare il gap a rimbalzo previsto alla vigilia, ha superato un altro esame di maturità. Non era affatto scontato mantenere il controllo di fronte ad un avversario che ha fatto dell’energia e della sua forza fisica il proprio cavallo di battaglia. Lucca ha espresso per tre quarti di match il suo basket frizzante, fatto di triangolazioni e rapidità di esecuzioni. Sono state ben quattro le cestiste toscane capaci di andare in doppia cifra a livello realizzativo: Dietrick (13 punti e 10 assist), Kazcmarczyk (18 punti), Miccoli (14 punti) e Wiese (15 punti) Tra le fila della padrone di casa, che annoverano tra le proprie fila le ex Ruzickova, Landi e Reggiani, da rimarcare i 16 punti (4/7 da tre) di Da Paixao e i 12 di Ilenia Cordola.

Le padrone di casa partono in quintetto con Ruzickova, Cordola, Miletic, Da Paixao e Landi mentre Lucca replica con la solita “filastrocca composta da Miccoli, Kaczmarczyk, Natali, Dietrick e Wiese. Nel primo quarto sono le lunghe delle due compagini ad ergersi come protagoniste della contesa. Kaczmarczyk da una parte e capitan Cordola dall’altra indicano la strada da seguire alle proprie compagne. Il canestro all’interno del pitturato del pivot locale vale il momentaneo 8-6, immediatamente impattato dalla conclusione vincente di Maria Miccoli. Sei punti consecutivi della numero tredici del Gesam Gas e Luce valgono il primo tentativo di allungo sull’8-14. Una brutta caduta subita da Lea Miletic mette fuori causa, almeno per il resto del quarto, la cestista croata. Le ospiti continuano a martellare il canestro piemontese, sempre grazie al proprio capitano, questa volta segno dall’arco per il 12-21. Ancora la solita Cordola riesce ad accorciare il divario, con l’Akronos che apre il secondo quarto sul -6.

Dieci minuti successivi che si aprono con una tripla della specialista Sydney Wiese; si tratta del primo canestro dopo un 1’30’ di digiuno complessivo. Lucca, sebbene non mantenga la stessa produzione offensiva del primo quarto, mantiene sempre il possesso delle operazioni, limitando l’attacco di Moncalieri. Sul 18-30 con ancora 5’ da giocare, coach Terzolo si rifugia in un time-out per dare una sterzata alle sue giocatrici. La bella combinazione sull’asse Dietrick-Kaczamrczyk vale il +14. L’Akronos, con grande grinta, resta nella scia di Lucca per effetto delle triple messe a referto da Cordola e Da Paixao (16 punti per lei). All’intervallo lungo il tabellone si ferma sul 27-35.

Al rientro dagli spogliatoi, fatta eccezione per due punti con un sotto mano di Wiese, Moncalieri alza i giri del proprio motore offensivo, con Da Paixao che continua a sfornare “bombe” a ripetizione, trascinando le sue compagne di squadre sul 39-42. Un parziale di 0-6 riporta Lucca sulla doppia cifra di vantaggio, ma l’Akronos riesce sempre, in parte, a ricucire lo svantaggio. Il Basket Le Mura arriva ai decisivi dieci minuti con due possessi pieni da gestire e aumentare.

Blake Dietrick, partita in crescendo la sua condita dalla classica doppia doppia, mette in chiaro le cose con la tripla del 48-57. Moncalieri, guidata dalla classe di Da Paixao, riesce a tornare sotto fino al 53-58, per poi incassare un nuovo parziale a tinte lucchesi. Frustaci, Miccoli e Wiese puniscono la difesa piemontese, costretta poi ad alzare definitivamente bandiera bianca con tre minuti di anticipo sul programma. Una magia di Kaczmarczyk e la tripla di Giulia Natali fanno scorrere, di fatto, i titoli di coda sul confronto del PalaEinaudi. Nel finale spazio anche per le rispettive giovani, con Elisabetta Azzi ancora una volta a referto.