Concerto di apertura dell’anno accademico dell’ISSM “Boccherini” al Teatro del Giglio con l’orchestra diretta da GianPaolo Mazzoli

0
80

Sabato 6 novembre alle 18 al Teatro del Giglio
CONCERTO DI APERTURA DELL’ANNO ACCADEMICO DEL “BOCCHERINI” CON LA SINFONIA “DAL NUOVO MONDO” DI DVOŘÁK ESEGUITA DALL’ORCHESTRA DELL’ISTITUTO E DIRETTA DAL M° MAZZOLI

Alle 17, la presentazione della rivista musicologica «Codice 602»

Ogni anno che inizia è sempre un tempo nuovo, una nuova dimensione, un “nuovo mondo”. È così anche per l’Istituto superiore di studi musicali “L. Boccherini” che sabato 6 novembre, alle 18, aprirà l’anno accademico 2021-2022 con un grande concerto al Teatro del Giglio, dove l’orchestra del conservatorio cittadino interpreterà la Sinfonia n.9 in mi minore op. 95 “Dal Nuovo Mondo” di Antonin Dvořák. A dirigerla, come di consueto, sarà il nuovo direttore dell’istituto, il Maestro GianPaolo Mazzoli. È stato lui stesso a scegliere il programma. Una scelta tutt’altro che banale, attraverso la quale prende sostanza l’idea di una “rinascita” del conservatorio dopo i mesi faticosi segnati dalla pandemia, ma anche di un modo diverso di approcciarsi, di vedere le cose, con quel carico implicito di ottimismo e di fiducia che i nuovi cicli, come l’entrata in carica del M° Mazzoli, portano con sé.

Capolavoro fin da subito molto amato dal pubblico di tutto il mondo, la Sinfonia n.9 in mi minore op. 95 è l’ultima sinfonia di Dvořák. Fu scritta tra il dicembre del 1892 e il maggio del 1893 a New York durante il soggiorno americano del compositore, su commissione della New York Philharmonic Orchestra che la eseguì per la prima volta, con un notevole successo, nel dicembre del 1893 alla Carnegie Hall. In queste pagine ricche di temi e di suggestioni, Dvořák richiama tutta la complessità e la novità della civiltà statunitense, così lontana dalla vecchia Europa, con la grandiosità della natura e il ritmo di vita incalzante, e traduce in musica le sue ricerche sulla musica popolare del nord America e sulla tradizione derivata dai canti degli africani e dei nativi americani.

Prima del concerto, un altro momento importante per l’ISSM “Boccherini”. Alle 17, infatti, sempre al Teatro del Giglio, si terrà la presentazione della Rivista musicologica «Codice 602». Edita dalla casa editrice Sillabe e arrivata al dodicesimo numero, la rivista annuale diretta dal M° Sara Matteucci, direttore di coro (tra cui quello dell’Istituto) e musicologa, contiene studi, ricerche e contributi inediti che in alcuni casi prendono spunto dagli appuntamenti principali della stagione artistica “Boccherini Open”. Parteciperanno alla presentazione il M° Mazzoli, il M° Matteucci, Giulia Perni, responsabile Redazione Musica di Sillabe, e gli autori dei contributi presenti in questo numero in cui si parla – tra le varie cose – di Dante e della Sinfonia che gli dedicò Listz, Napoleone, Piazzolla (con le sue origini lucchesi) e come sempre della tradizione musicale della città di Lucca.

L’evento è gratuito ma prevede il possesso di un biglietto d’ingresso. I tagliandi possono essere ritirati alla biglietteria del Teatro del Giglio nei giorni 4 e 5 novembre (dalle 10:30 alle 13 e dalle 15:30 alle 18) e 6 novembre (dalle 10:30 alle 13 e dalle 16 alle 17).