Le canzoni della radio degli anni Trenta e Quaranta al Real Collegio mercoledì 19 agosto

0
184

Le canzoni della radio degli anni Trenta e Quaranta al Real Collegio

Mercoledì (19 agosto) omaggio allo swing italiano: ci sarà anche Mazzei, baritono del Maggio

Secondo appuntamento con la musica dal vivo di Animando in calendario per la rassegna Real Collegio Estate. Mercoledì (19 agosto) alle 21,15 il chiostro medievale di Santa Caterina ospiterà le sonorità dello swing italiano degli anni Trenta e Quaranta.

Le canzoni della radio è il sottotitolo scelto per un concerto che porterà sul palco il baritono del Maggio musicale fiorentino Giovanni Mazzei e il soprano Consuelo Butelli. Ad accompagnare le loro voci ci saranno il flauto di Agnese Manfredini e il pianoforte del giovane compositore lucchese Stefano Teani.

Saranno sufficienti poche note per tornare indietro nel tempo, a quell’Italia ‘povera ma bella’, che faceva il tifo ora per Coppi e ora per Bartali. Quella dei grammofoni dal suono ruvido, innamorata delle pellicole con Alida Valli. Quella che, di lì a poco, sarebbe stata attraversata dalla guerra, dalla fame, e ne sarebbe uscita con la voglia feroce di lasciarsi tutto alle spalle. Brani entrati nel repertorio collettivo, ripercorsi dai quattro artisti con la volontà di riportare l’attenzione sui loro autori: tra gli altri, Mario Panzeri, Giovanni D’Anzi, Ernesto De Curtis, Gorni Kramer, Riccardo Morbelli, Odoardo Spadaro. Tutti padri, a modo loro, della musica leggera italiana.

E non è un caso, per esempio, se il nome di Panzeri è associato alla prima canzone vincitrice del festival di Sanremo, Papaveri e papere. Sue anche Maramao, perché sei morto? e Pippo Pippo. Tre classici, tutti a pieno titolo in scaletta per il concerto di mercoledì. Ci saranno anche Voglio vivere così, firmata D’Anzi, così come la frizzante Quando canta Rabagliati. E ancora: Baciami piccina, Ma l’amore no, Ho un sassolino nella scarpa. Un tripudio di successi tutti da cantare, più volte utilizzati anche come colonne sonore di film e pubblicità.

È consigliata la prenotazione sul sito www.animandolucca.it, accedendo alla sezione ‘eventi’ sulla colonna di destra e seguendo la procedura guidata. In alternativa si può inviare un’email a comunicazione@animandolucca.it indicando nome e cognome degli spettatori per i quali si intende riservare il posto. Per consentire il regolare svolgimento delle procedure indicate dalla normativa anti-contagio è necessario presentarsi con almeno 15 minuti di anticipo. L’ingresso, indicato da un banner, è su via della Cavallerizza, a pochi passi dalla basilica di San Frediano.

 

www.animandolucca.it

https://www.facebook.com/animandolucca/