Arte e psicoterapia, Maurizio Vanni ed Enrico Marchi ospiti di Real Collegio Estate (28 luglio)

0
118

Nel talk si parlerà anche dell’ex ospedale psichiatrico di Maggiano

Appuntamento con l’arte e i segreti della mente al chiostro di Santa Caterina per i talk della rassegna Real Collegio Estate. Martedì (28 luglio) alle 21,15 saranno ospiti del ‘salotto’ del giornalista Paolo Mandoli due personalità eclettiche e vulcaniche: il museologo Maurizio Vanni, direttore del Lu.C.C.A Museum, e lo psichiatra e psicoterapeuta Enrico Marchi.

È l’arte, espressione umana capace di generare benessere, che qualche anno fa ha fatto scattare l’intesa tra Vanni e Marchi. Dal loro incontro sono nate preziose esperienze rivolte alla città, come alcuni laboratori guidati per entrare in contatto con le emozioni suscitate dal teatro, dalla pittura, dalla musica, dal cinema. Percorsi di conoscenza del sé, anche terapeutici, che confermano l’eterna attualità dei linguaggi artistici.

Nel corso della chiacchierata sarà annunciato il prossimo progetto di Vanni e Marchi, una sorpresa riservata al pubblico di Real Collegio Estate e gradita dagli appassionati dei legami tra psiche e arte – tema del Museo della follia che solo un anno fa ha fatto registrare un boom di visite alla Cavallerizza.

Ma il talk sarà anche l’occasione per parlare di suggestioni e idee sul futuro dell’ex ospedale psichiatrico di Maggiano, grande complesso di proprietà Asl nell’Oltreserchio dismesso definitivamente da quasi 20 anni. Proprio il dottor Enrico Marchi, peraltro, è stato testimone e protagonista di quel passaggio. Un luogo affascinante, trasformato da convento lateranense a manicomio alla fine del Settecento, oggi meta di visite guidate anche per la presenza delle stanze di Mario Tobino, scrittore e medico che ha trascorso in quelle corsie tutta la vita.

Si consiglia, per ogni appuntamento, di presentarsi con almeno 15 minuti di anticipo per consentire lo svolgimento delle corrette procedure anti-contagio previste dalla normativa per gli spettacoli all’aperto. L’ingresso è da via della Cavallerizza.