Il campionato di serie A entra nel vivo

0
544

Dopo 14 partite di campionato stanno iniziando ad emergere le vere gemme in campo e, tra conferme e sorprese, la classifica di serie A sta iniziando a prendere forma. Se per la lotta scudetto, nonostante il buon inizio di stagione di Napoli ed Inter, la Juventus, ad oggi, non sembra avere rivali, per la qualificazione alle prossime coppe europee e per la lotta per non retrocedere la situazione pare più incerta che mai.

La lotta scudetto

Juventus

La squadra allenata da Massimiliano Allegri, dopo il faraonico mercato estivo che ha visto l’arrivo in bianconero di Cristiano Ronaldo, Cancelo, Emre Can, Perin, Bonucci e Spinazzola, ha ulteriormente migliorato la rosa che da sette anni consecutivi continua a dominare incontrastata il campionato italiano e continua a vincere e convincere. Dopo sole 14 partite di campionato, infatti, i bianconeri, primi in classifica in solitaria, sono gli assoluti favoriti per la vittoria della competizione e nessuna squadra, ad oggi, è sembrata in grado di impensierire sul serio la squadra torinese. L’impressione è che questa Juventus sia una delle squadre dominanti in Europa, probabilmente una delle più forti che abbiano mai militato nel nostro campionato, e che sia l’assoluta padrona del proprio destino.

Napoli

Il club partenopeo quest’anno è reduce da una piccola rivoluzione: dopo l’addio estivo di Maurizio Sarri, accasatosi in Premier League al Chelsea, la scelta su chi dovesse sedere sulla panchina del nuovo Napoli è ricaduta su uno dei migliori allenatori in circolazione, Carlo Ancelotti. L’allenatore emiliano, dopo alcune difficoltà iniziali, ha convinto tutti i suoi giocatori ed il Napoli ha iniziato a vincere in Italia ed in Europa. Nonostante lo straordinario inizio di campionato, a causa di qualche punto di troppo lasciato per strada, il club partenopeo è già ad otto lunghezze di distanza dai bianconeri che sono riusciti nell’impresa di conquistare 40 punti su 42 punti a disposizione. Numeri impressionanti che, se analizzati razionalmente, ci fanno intendere quanto di buono abbia fatto sino ad ora la squadra di Ancelotti.

Inter

L’unica altra seria pretendente della Juventus nella lotta scudetto è sicuramente la squadra allenata da mister Spalletti che, dopo un filotto di sette vittorie consecutive, è reduce da una sconfitta rimediata a Bergamo contro l’Atalanta e dal pareggio per due a due in casa della Roma. Al 6 di dicembre la vittoria della scudetto da parte della squadra nerazzurra è quotata a 26, mentre quelle di Napoli e Juventus rispettivamente a 9,00 ed 1,20. In questo inizio di campionato l’assoluto trascinatore, sia in italia che in Europa, dei nerazzurri è stato senza dubbio il bomber argentino Mauro Icardi che sembra aver compiuto il definitivo salto di qualità. Sono già otto le reti messe a segno da Maurito in campionato e tre quelle in Champions League: ciò che impressiona è che la maggior parte di questi goal siano frutto di una giocata estemporanea dell’argentino che, quando decide di accendere la lampadina, è in grado di risolvere la partita come pochissimi altri giocatori al mondo. Nelle prossime settimane, in ogni caso, si deciderà il futuro dell’Inter, sia per quanto riguarda la lotta scudetto che per il discorso qualificazione agli ottavi di Champions League.

La lotta per il quarto posto

Mai come quest’anno la lotta per aggiudicarsi il quarto posto che garantirebbe l’accesso diretto alla fase a gironi della prossima edizione della Champions League è più aperta che mai. Sono diverse infatti le squadre che ad oggi sono in ballo per un posto in Europa.

Milan

I rossoneri, nonostante i numerosi infortuni che stanno letteralmente falcidiando la rosa allenata da mister Gattuso, ricoprono a merito la quarta posizione in classifica e, grazie alla recente vittoria casalinga in rimonta contro la rivelazione Parma, sono riusciti a portarsi a poche lunghezze di distanza dai cugini interisti. Per il Milan, in seguito al cambio di proprietà ed alla rivoluzione in dirigenza, questo è l’anno della rinascita e con l’arrivo di Gonzalo Higuain in attacco e le importanti riconferme di Romagnoli e Donnarumma, sembra che la squadra non possa fare altro che migliorare.


Roma

La stagione della Roma sino a questo momento, nonostante la qualificazione già raggiunta agli ottavi di Champions, è stata a dir poco deludente. Le ambizioni stagionali erano importanti ma, per ragioni sconosciute ai più, la squadra allenata da mister Di Francesco continua ad alternare prestazioni e vittorie di livello a sconfitte contro squadre di caratura inferiore. Se è vero che la rosa a disposizione dell’allenatore pescarese è estremamente giovane ed ha ampi margini di miglioramento, è altrettanto vero che ormai la stagione è entrata nel vivo e la macchina giallorossa dovrà iniziare a carburare quanto prima al fine di evitare di trovarsi fuori dai giochi.

Lazio

Ai biancocelesti, guidati in panchina da un sempre più convincente e maturo Simone Inzaghi, va riconosciuto il merito di aver avuto la forza di trattenere nella passata sessione di mercato tutti i suoi pezzi pregiati riuscendo, anzi, ad inserire in organico giocatori di assoluto valore come l’argentino Correa, il croato Badelj e l’italiano Acerbi. Ad oggi, nonostante Luis Alberto e Milinkovic Savic siano ancora in ritardo di condizione, la Lazio è senza dubbio una delle principali candidate alla conquista di un posto in Champions e la sensazione è che questa squadra abbia ancora ampi margini di miglioramento. Con l’atteggiamento e la compattezza mostrati sino ad oggi, in ogni caso, nessun traguardo appare irraggiungibile.

Sono anni ormai che il calcio italiano è in continuo e costante miglioramento: dal canto nostro non possiamo fare altro che augurarci che il nostro movimento, sia a livello di club che di nazionale, possa migliorare sempre di più e tornare ai fasti di un tempo.