ESTETISTI e PARRUCCHIERI da tutelare!!! Ne parliamo con Elena Luisi…

0
977

A causa del Coronavirus molte attività non sanno come e quando potranno ripartire. Fra queste ci sono sicuramente i Centri Estetici e i Parrucchieri, due “mestieri” dove il distanziamento sociale è assai complicato, visto che per esercitare l’attività è necessario il contatto fisico. Se del futuro non c’è certezza, visto che ancora non sappiamo cosa prevede la “Fase 2” per queste professioni, di certo c’è il disorientamento e la preoccupazione per un settore importantissimo sia dal punto di vista economico che sociale. Di questi e di altri aspetti ne abbiamo parlato con Elena Luisi, titolare del Centro Estetico “Carpe Diem” di Borgo a Mozzano.

Elena, da quanti giorni sei costretta a tener chiusa la tua attività e quanto ti manca il tuo lavoro? “Sono chiusa da mercoledì 11 marzo. L’ultimo giorno di lavoro è stato il 10, ed è stato un giorno fantascientifico, con i clienti che chiamavano in continuazione per disdire il proprio appartamento. Quelle poche clienti che si sono presentate erano spaventate quanto noi lavoratrici, per il dubbio sulle precauzioni sanitarie da prendere per noi e per loro. C’era la paura di sbagliare, la paura di correre il rischio di prendere questo maledetto Coronavirus, anche perché all’inizio di questa triste storia le indicazione non erano poi così chiare e il navigare a vista era all’ordine del giorno. Non si era sicuri di niente, ed è stato tutto molto assurdo. Il lavoro mi manca tantissimo, ma ancora di più mi mancano le mie clienti e il poter passare del tempo con loro, farci delle chiacchiere, i sorrisi, i loro abbracci, che chissà fra quando potranno esserci di nuovo.”

Per quanto riguarda la “Fase 2” cosa vi è stato comunicato dalle associazioni di categoria? Quali le prescrizioni? Cosa vi viene chiesto per poter riaprire? Proprio oggi è stata buttata giù una bozza con un protocollo di sicurezza anti-contagio e aspetto con ansia che venga approvato. Viene richiesta sicuramente la sterilizzazione del materiale e la sanificazione degli ambienti di lavoro che già in precedenza venivano eseguiti. Oltre al materiale monouso per lavoratore e per il cliente: guanti, mascherine, gel disinfettante, copri scarpe, copri sedute, cuffie, occhiali protettivi, vestaglie… insomma tutti dispositivi di protezione usa e getta. Tutto il materiale che useremo, tutti i tester dovranno essere sanificati. Ogni superficie mobile che potremmo toccare dovrà essere avvolta da pellicola trasparente e cambiata da cliente a cliente. Sicuramente il lavoro andrà frammentato durante la giornata perché le indicazioni da seguire sono tante. Essendo due lavoratrici dobbiamo lavorare in cabine separate per mantenere le distanze tra le clienti e tra noi e loro. Metteremo dei divisori in plexiglass per le postazioni manicure e alla reception. Insomma cercheremo di fare del nostro meglio. Rischiamo tutti e tutti abbiamo a casa una famiglia.”

In questo difficile momento di chiusura forzata avete sentito vicine le istituzioni? Avete ricevuto qualche agevolazione? “Per quanto riguarda le istituzioni ho fatto richiesta per le famose 600€ ma ancora non le ho viste. Sto usufruendo della cassa integrazione per la dipendente, vediamo se almeno quella arriva. Il mio comune, Borgo a Mozzano, ha invece emesso un bando per aiutare i commercianti, spero anche in questa. Insomma, vediamo se nei prossimi giorni qualcosa si concretizza e se dalle parole si passa ai fatti.”

Quanto sono importanti Estetisti e Parrucchieri Elena? Dostoevskij diceva “La bellezza salverà il mondo”… “Estetisti e parrucchieri sono molto importanti per le persone!!! La nostra professionalità è il frutto di anni di studio e di ricerca, questa è una cosa che è sempre bene ricordare. Inoltre voglio dire chi viene da noi lo fa perché sa di trovare qualcuno che in quel momento si prende completamente cura di loro, del loro benessere, della loro bellezza esteriore ed interiore. Staccare con la testa dal quotidiano, ricevere un po’ di coccole, fa bene sia alla mente che al cuore! Stare bene è importante e in questo momento ce n’è davvero tanto tanto bisogno. Anche per questo i nostri sono mestieri da difendere e tutelare da chi in questo momento complicato è chiamato a decidere del futuro di ognuno di noi. Come tutte le altre categoria chiediamo e pretendiamo rispetto. Poi, così per chiudere, vorrei ricordare che le nostre qualità professionali sono importanti anche per il mondo dello spettacolo, visto che dietro ad ogni scena di un film o di una serie Tv, dietro ad ogni rappresentazione teatrale o una trasmissione televisiva… ci sono sempre ESTETISTI e PARRUCCHIERI che lavorano!!! Mando un abbraccio a clienti e colleghi e dico loro: Andrà tutto bene!!! La bellezza, SI, salverà il mondo.”