COVID 19: CNA CHIEDE UN PIANO MARSHALL PER LA PROVINCIA

0
325

E’ necessario pensare ai contraccolpi sull’economia della situazione attuale

LUCCA – Il rallentamento globale dell’economia a causa del Covid19 si comincia ad avvertire con grande preoccupazione anche nella nostra provincia dove, a seguito del tavolo tenutosi ieri fra il Comune e le categorie, si cercano soluzioni condivise.

Nonostante la Regione Toscana sia stata chiara nell’escludere il nostro territorio da chiusure e misure precauzionali straordinarie, il contraccolpo delle notizie che sono diffuse nell’intero territorio nazionale e, soprattutto, all’estero, sarà, con ogni evidenza, profondamente negativo per la provincia di Lucca.

Per questo motivo, secondo la Cna di Lucca, è necessario studiare un “piano Marshall a sostegno del nostro territorio”.

Lo conferma Andrea Giannecchini, presidente dell’associazione, presente al tavolo con le istituzioni.

Questo stato di emergenza sul coronavirus – dice Giannecchini – sta creando danni immediati ingentissimi sulle imprese del turismo e dei servizi e da adesso anche sul settore manifatturiero. Per questo è necessario intervenire quanto prima con strumenti economici e finanziari specifici. Ma se da una parte sono convinto che a breve usciremo dall’emergenza e dall’allarmismo, riprendendo una auspicata normalità, dall’altra mi preoccupano le pesantissime ripercussioni causate dalla diffidenza del turismo internazionale nei confronti dell’Italia e quindi anche del nostro territorio che avrà impatti purtroppo molto duraturi”.

Per questo, come detto nell’incontro di ieri, è necessario che le nostre istituzioni, gli enti e le fondazioni bancarie e chiunque abbia a cuore la nostra comunità economica e sociale, si rendano disponibili elaborare e finanziare insieme un piano straordinario di investimenti sulla promozione della nostra provincia, una sorta di piano Marshall per intervenire sui livelli e le dinamiche internazionali di promozione turistica che aiuti Lucca e la sua provincia a riprendere velocemente posizione nella classifica dei luoghi visitati dai turisti stranieri”.

Nel frattempo l’associazione sta aprendo una pagina internet sul proprio sito (www.cnalucca.it) contenente tutte le indicazioni sul Covid19 per le imprese e condiviso i link alla pagina della Regione Toscana in cui sono presenti le linee guida regolarmente aggiornate.