“Sophia – La filosofia in testa” 15 – 16 – 17 novembre a Pietrasanta

15 – 16 – 17 novembre – Teatro Comunale e Chiostro di Sant’Agostino.

Ingresso libero

La manifestazione richiama migliaia di appassionati da tutta Italia. Tra gli ospiti Amos Bertolacci e Michele Ciliberto della Scuola Normale Superiore), Donatella Di Cesare dell’Università La Sapienza Roma) ed il filosofo del web Rick Dufer. C’è anche Nicola Gratteri.


La quarta edizione di Sophia – la Filosofia in festa si prepara ad andare in scena con importanti novità che coinvolgeranno ancora di più il pubblico e la città di Pietrasanta. Per il 2019, infatti, il festival, diretto da Alessandro Montefameglio e organizzato dall’associazione culturale Rossocarminio di Franca Polizzano, sarà arricchito da due nuovi eventi che ne porteranno la durata da due a tre giorni e che trasformeranno la “Piccola Atene” della Versilia in una vera capitale del sapere.

Protagonisti, ancora una volta, i grandi nomi della filosofia e della cultura che in questa edizione declineranno il tema del tempo, da molti considerato l’ultima frontiera del pensiero filosofico. Sul palco, per la presentazione, la giornalista Eva Nuti.

Novità anche per gli spazi del festival. Quest’anno, infatti, l’agorà di Sophia coinvolgerà sia il Teatro Comunale che il suggestivo Chiostro di Sant’Agostino.

La quarta edizione di Sophia coinvolgerà pubblico di tutte le età a partire dai giovani, la cui partecipazione è certamente uno dei risultati più importanti. 

La quarta edizione è stata presentata in Municipio alla presenza del Sindaco, Alberto Stefano Giovannetti, e dell’Assessore alla Pubblica Istruzione, Francesca Bresciani.

“Sophia è un evento di grande qualità culturale ed intellettuale che qualifica la proposta della nostra città – ha detto il primo cittadino – e su cui abbiamo da subito creduto. C’è fame di cultura e allo stesso tempo c’è un grande bisogno di creare i contenitori giusti, qualificati, seri per portare la discussione e la riflessione ad un livello più alto. A Pietrasanta con Sophia rendiamo la filosofia accessibile a tutti. Anche ai bambini. E creiamo le condizioni per generare economia per il territorio e le attività commerciali”.

Al riguardo, il direttore del festival Alessandro Montefameglio ha spiegato come ” sin dalla prima edizione Sophia ha avuto un successo di pubblico sempre crescente per la partecipazione di molti giovani, di accademici, di amanti della filosofia e di persone desiderose di arricchirsi: questo è il premio più grande per chi, come noi, ha raccolto la sfida di mettere in campo la ragione, il sapere, la cultura. Sulla filosofia si è oggi scettici. Spesso viene bollata come una scienza antica, obsoleta, superata. Nessuna scienza è invece mai stata così attuale. D’altra parte Aristotele scriveva così sull’inevitabilità della filosofia: anche chi crede di non fare filosofia, la sta già facendo”.

Il nuovo appuntamento con Sophia proporrà al pubblico otto incontri di alto livello che vedranno otto tra i più importanti filosofi e protagonisti della cultura affrontare il tema del tempo accompagnando il pubblico in un viaggio attraverso la filosofia antica e quella moderna, quella medievale e quella teoretica, l’estetica e la comunicazione web. Due giorni di conferenze ricchissime di contenuti e che promettono di essere davvero speciali grazie alla presenza di Amos Bertolacci (Scuola Normale Superiore), Michele Ciliberto (Scuola Normale Superiore), Donatella Di Cesare (Università La Sapienza Roma), che aprirà il festival, il filosofo del web Rick Dufer, lo scrittore Giorgio Falco, Franco Ferrari (Università degli Studi di Salerno), Sergio Givone (Università degli studi di Firenze) e Giacomo Marramao (Università Roma Tre).

EXCURSUS-CULTURA E SOCIETÀ, il nuovo evento di Sophia

La prima delle due importanti novità di Sophia 2019 sarà la prima edizione di Excursus-cultura e società, un appuntamento senza cadenza regolare che di tanto in tanto affiancherà gli spazi filosofici del festival, cuore pulsante della manifestazione, trattando argomenti che riguardano la cultura e la società. Un appuntamento che per la sua prima edizione avrà un tema importante e complesso: la mafia. E per affrontarlo il festival si pregerà della presenza di un ospite davvero speciale, un magistrato in prima linea nella lotta alla ‘ndrangheta: Nicola Gratteri. Il Procuratore della Repubblica di Catanzaro, infatti, sarà protagonista di un incontro a cura del giornalista Massimiliano Montefameglio dal titolo La mafia, il potere, la storia, in cui si parlerà di una delle organizzazioni criminali più pericolose al mondo e, soprattutto, degli strumenti per combatterla. L’appuntamento è per sabato 16 novembre 2019 alle ore 17,30 presso il Teatro Comunale.

SOPHIA JUNIOR, la filosofia per i bambini

La seconda novità di Sophia 2019 riguarderà i bambini. Con la quarta edizione del festival, infatti, arriva Sophia junior!, il progetto didattico destinato alle scuole primarie per avvicinare i bambini alla filosofia. Niente di difficile: Sophia junior! si basa sul gioco e la creatività ed è realizzato proprio per essere alla portata dei più piccoli. Sarà Socrate, la civetta filosofo, mascotte di un fumetto, a invitare i bambini a rappresentare con un disegno il tema della quarta edizione del festival, il tempo. Le opere dei piccoli filosofi, infine, saranno esposte in una mostra allestita nel Chiostro di Sant’Agostino che sarà inaugurata venerdì 15 novembre alle ore 17,00 da un video realizzato nelle scuole e che resterà aperta al pubblico per tutta la durata del festival, fino a domenica 17 novembre. Il progetto, che quest’anno partirà in via sperimentale, è realizzato in collaborazione con l’Assessorato ai Beni e Attività culturali, guidato dal Sen. Massimo Mallegni, e l’Assessorato alla Pubblica istruzione, guidato da Francesca Bresciani.

La CULTURA: la risorsa più importante

Con la quarta edizione di Sophia l’associazione culturale Rossocarminio continua un importante viaggio intrapreso nel 2016. La presidente Franca Polizzano esprime soddisfazione per il presente e guarda al futuro: “Siamo contenti dei risultati fin qui raggiunti in termini di partecipazione e di qualità, ma certamente questo non conclude il lavoro nel percorso di crescita del festival. Abbiamo idee che vorremmo realizzare nelle prossime edizioni e ne stiamo già discutendo. In questa edizione godremo di due interessanti novità, lo spazio Excursus inaugurato dal dott. Gratteri e Sophia Junior! che apre ai bambini delle scuole primarie i contenuti della filosofia. La loro partecipazione ci rende particolarmente orgogliosi. In questi quattro anni persone, organizzazioni, aziende e istituzioni hanno deciso di affiancare Rossocarminio in un lavoro che mette al centro la risorsa più importante: la cultura. Ecco perché un sentito ringraziamento va agli sponsor del festival che, con il loro fondamentale sostegno, ogni anno offrono al pubblico una manifestazione gratuita per tutti, creata e realizzata con il desiderio di diffondere il sapere e la libertà d’espressione in ogni loro forma. Un particolare ringraziamento va al Comune di Pietrasanta, con cui prosegue un importante percorso culturale iniziato nel 2017, al sindaco Alberto Stefano Giovannetti e all’Amministrazione comunale della Piccola Atene, agli uffici degli Istituti Culturali di Pietrasanta, alla Fondazione Versiliana, al suo presidente Alfredo Benedetti e a tutto il personale che rende possibile la realizzazione dell’evento con il proprio, prezioso lavoro.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •