Il Quartetto Rossini convince Palazzo Ducale

Giovani musicisti under 30 per il primo concerto del Settecento musicale

Un Rossini adolescente, a tratti forse ingenuo nella scrittura, eppure dirompente nella sua originalità. È quello delle rare Sei sonate a quattro, eseguite venerdì sera (22 marzo) in Sala Tobino a Palazzo Ducale. Animando ha puntato, per il primo concerto della rassegna Il Settecento musicale a Lucca, su quattro musicisti – il Quartetto Rossini – under 30: Rebecca Raimondi al violino primo, Irene Fiorito al violino secondo, Giacomo Cardelli al violoncello e Valentina Ciardelli al contrabbasso. Ed è stato proprio questo strumento – insolito per un quartetto d’archi – a trascinare. “Un’esecuzione perfetta e appassionata, divertente e di altissimo livello professionale. Di anno in anno – commenta Paolo Citti, presidente di Animando – continuiamo a investire sui giovani talenti: crediamo nella loro energia e nella loro voglia di sperimentare, senza risparmiarsi. Persino in repertori di più difficile ascolto. Oltre cento persone, stupefatte, hanno ascoltato il Quartetto Rossini, chiedendo il bis per l’ultimo movimento della sesta sonata, la Tempesta: un’anticipazione veemente del tema del temporale, quello che il compositore utilizzerà nei suoi melodrammi maturi come Il barbiere di Siviglia e La Cenerentola e che conferirà identità al suo stile”. L’evento è stato realizzato con la collaborazione della Fondazione Rossini di Pesaro e dell’associazione Musica con le ali di Milano.
Il prossimo appuntamento organizzato da Animando è in programma per venerdì 5 aprile alle 21, quando gli Archos Quartet eseguiranno brani di Boccherini, Haydn e Brahms a Palazzo Ducale.

www.animandolucca.it

https://www.facebook.com/animandolucca/

Condividi
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares