CAPANNORI AVRÀ UN PALASPORT: AL VIA LA PROGETTAZIONE

Un palasport da 500 posti, con dotazioni e servizi di alto livello, in grado di ospitare le massime serie di pallavolo, pallacanestro e manifestazioni di carattere nazionale. Sorgerà a Capannori in via Guido Rossa, nell’area dove si trovano il liceo “Majorana” e la scuola secondaria “Carlo Piaggia”. Una struttura strategica per l’amministrazione Menesini, che la progetterà ascoltando le esigenze delle associazioni sportive del territorio. Ieri (mercoledì) gli assessori ai lavori pubblici, Davide Del Carlo e allo sport, Lucia Micheli, hanno dato il via al percorso di condivisione incontrando la dirigenza della Pallavolo Nottolini Capannori, la cui prima squadra disputa il campionato di B1.

È già stato definito il primo traguardo intermedio del percorso che porterà ad avere a Capannori un palasport: entro fine anno sarà presentato il progetto preliminare. Successivamente l’amministrazione Menesini ricercherà i fondi partecipando ad appositi bandi.

“Negli ultimi anni lo sport a Capannori si è molto sviluppato, coinvolgendo sempre più persone, grazie a realtà associative particolarmente attive in grado di affermarsi ai massimi livelli – commentano gli assessori ai lavori pubblici, Davide Del Carlo e allo sport, Lucia Micheli -. Il palasport sarà il ‘tempio’ dello sport. Potrà ospitare le discipline che hanno un grande seguito di pubblico e che necessitano dei più elevati standard impiantistici ma anche tutti gli appuntamenti più prestigiosi. Vogliamo che sia una struttura modello che serva anche a stimolare un’ulteriore crescita dello sport nel nostro territorio”.

“Proprio perché sarà a disposizione di tutto lo sport capannorese, la progettazione sarà condivisa con le associazioni del territorio – proseguono Del Carlo e Micheli -. Abbiamo iniziato con la Pallavolo Nottolini Capannori che, oltre a essere fra quelle che danno maggiore lustro a Capannori, vanta numerosi iscritti. La nuova struttura si inserisce anche in un percorso per reperire nuovi spazi per le associazioni. Nel palasport, ad esempio, potrebbero essere raccolte tutte le attività, dai più piccoli alla prima squadra, che la Nottolini svolge in varie palestre del territorio. Di conseguenza queste palestre potrebbero tornare a disposizione delle altre associazioni. Questo, come logico che sia, sarà uno degli argomenti su cui vogliamo confrontarci con le realtà sportive di Capannori”.

“L’amministrazione comunale è determinata a realizzare il palasport, che sarà una delle più importanti opere di questo mandato – concludono gli assessori Del Carlo e Micheli -. Per questo ci attiveremo per ottenere finanziamenti partecipando a bandi di alti enti. Un modello per reperire risorse, questo, che il Comune ha già seguito con successo per alcuni dei più rilevanti progetti”.

L’area individuata per il palasport, oltre a essere baricentrica per il comune, è già dotata di viabilità di accesso e di parcheggi. Caratteristiche, queste, che sono state determinanti nella scelta del luogo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •