Header ad
Header ad
Header ad

“SOTTOSOPRA” La personale di Sibilla Stefani dal 21 aprile nella Torre Guinigi

Sibilla Stefani – Sottosopra

Torre Guinigi – via Sant’Andrea 45 Lucca
BessArte – via Sant’Andrea 48 Lucca
21 aprile – 1 giugno 2018

La galleria BessArte è lieta di presentare, nei suoi spazi e nella splendida location della Torre Guinigi,
“Sottosopra”, esposizione personale di Sibilla Stefani.
E alla soddisfazione professionale, stavolta, se ne aggiunge una più personale ed intima: è con una certa
emozione infatti che presentiamo questa serie di opere, la stessa piacevole, pacata e soffusa emozione
che l’arte di Sibilla ci infonde, fin dal primo sguardo.
Mescolanze di luci, ombre, accenni di prospettive, morbide e soffici campiture di colore, rappresentazioni
che si sviluppano a tutto tondo su un supporto, preparato con antica destrezza, che lascia trasparire le
sue aspre (eppur sinuose) materialità: questo (e molto altro) ciò che comunicano all’occhio i dipinti di
Sibilla.
Ma c’è molto di più: forme sublimate che, immergendosi nelle luci naturali ed artificiali che danno loro
vita, riemergono verso una poetica essenzialità quasi sospesa nel tempo; atmosfere malinconiche
rianimate da piccole lucciole giocose; superfici ruvide e graffianti, ammorbidite da sinuosi cromatismi.

Per chi, come noi, vive e si muove nella città di Lucca, ma anche per chi questa città ha conosciuto solo di
sfuggita, tanto è enigmatico ed accennato il richiamo a scorci e vedute rappresentati, quanto è invece
diretto e permeato di poetico automatismo l’estrinsecarsi dell’impressione, della quieta personalità,
dell’anima stessa della nostra città.
Sibilla Stefani è nata a Lucca nel 1967.
Dopo aver frequentato l’Istituto d’Arte di Lucca,si è specializzata nel 1990 in restauro di tele, tavole ed
affreschi, all’Università Internazionale dell’Arte di Firenze. Pur continuando la sua attività pittorica (ed
espositiva), ha operato nel settore del restauro per diversi anni, in molti interventi di rilevante
importanza, quali il cantiere della Cupola del Brunelleschi, a Firenze.
La sua rilevante esperienza come restauratrice le ha permesso di affinare le tecniche e la scelta dei
materiali utilizzati anticamente, sapientemente sublimati nella sua personalissima poesia pittorica.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi