Header ad
Header ad
Header ad

GLI EVENTI SPECIALI DI EFFETTO CINEMA NOTTE 2018

Sono stati presentati questa mattina, martedì 10 aprile, nella sede di Confcommercio Lucca, i due eventi speciali di Effetto Cinema Notte 2018 in programma sabato 14 aprile prossimo.

UNA NOTTE AL MUSEO (film del 2006 – regia di Shawn Levy)

L’edizione 2018 del Lucca Film Festival vede quest’anno coinvolto, per la prima volta, il Liceo Classico «Niccolò Machiavelli» con un nutrito gruppo di studenti guidati da un team di docenti capitanati dalla professoressa Delia Tocchini. I ragazzi hanno infatti attivamente partecipato alla costruzione dell’evento conclusivo del Festival, l’«Effetto Cinema Notte 2018» , che si terrà sabato 14 aprile a partire dalle ore 18 e che coinvolgerà diverse locations sparse per tutta la città di Lucca. Secondo le modalità disposte dal progetto Alternanza Scuola-Lavoro, infatti, i ragazzi sono stati formati ed effettivamente messi all’opera insieme allo staff del Festival per la realizzazione dell’evento secondo una duplice modalità di lavoro, che ha visto da una parte la partecipazione degli studenti all’attività di coinvolgimento dei vari esercizi e all’allestimento delle scenografie dei sets «cinematografici» nei locali della città e dall’altra li ha visti protagonisti nella trasformazione del Liceo stesso in un set cinematografico con eventi a tema legati al film «Una notte al museo». Personaggi della famosa pellicola con protagonista Ben Stiller faranno infatti  rivivere le stanze del gabinetto di Scienze Naturali animando le visite guidate alle varie sale aperte straordinariamente al pubblico e, accanto a loro, figuranti di varie epoche creeranno piccoli momenti di teatro che ruoteranno intorno al tema del film e non solo, danzatrici proporranno danze a tema dionisiaco e antichi greci e romani passeggeranno «per le antiche scale» e i saloni dell’edificio per creare una magica atmosfera per tutti coloro che vorranno intervenire. Saranno possibili inoltre momenti di banchetto animato dagli studenti in collaborazione con il ristorante «Osteria del Manzo», anch’esso allestito per l’occasione come una taverna greca o romana, in modo da ricreare un piccolo spazio di mondo antico nel cuore della città.  Proiezioni di film, documentari e corti a tema illumineranno  la notte nel cortile del Liceo, vera quinta scenografica della serata.

PATCH ADAMS (film del 1998 – regia di Tom Shadyac)

In occasione di «Effetto Cinema Notte 2018», che sabato 14 aprile animerà il centro storico di Lucca, abbiamo scelto di ricordare il ventennale (1998-2018) del film «Patch Adams», diretto da Tom Shadyac, con Robin Williams protagonista. Nel cortile di Palazzo Sani, sede di Confcommercio Lucca, in via Fillungo, dalle ore 19 alla mezzanotte, saranno proiettate alcune scene simbolo del film e ci saranno animazioni con i volontari di: Associazione «Don Franco Baroni» onlus; Associazione «Ridolina» onlus; Arciconfraternita di Misericordia di Lucca; Croce Rossa Italiana Comitato di Lucca e del Centro Nazionale per il Volontariato di Lucca. Da evidenziare la stretta collaborazione di Confcommercio Lucca, dell’Azienda USL Toscana nord ovest che fornirà anche molti materiali utilizzati nelle animazioni, dell’Associazione «Lucca Senza Barriere» del presidente Domenico Passalacqua, del negozio «Il Panda» di Federico Lanza. Lo spazio di solidarietà sociale caratterizza ormai da alcuni anni l’evento «Effetto Cinema Notte» e per noi è anche motivo di promuovere il Festival del Volontariato, organizzato ogni anno nel mese di maggio dal Centro Nazionale per il Volontariato. Concretamente saranno ricreati alcuni spazi tipici dell’ospedale con letti, barelle, carrozzine, ecc. per far vivere le varie tappe e le varie emozioni della malattia e della sofferenza, fino alla trasformazione nel segno dell’amore, del sorriso, dell’abbraccio. Non mancheranno alcuni inserti musicali / canori e la lettura di poesie emblematiche. Il pubblico sarà coinvolto direttamente nella scena, nelle varie azioni. Il tutto condotto da Emanuela Gennai. Ci sono alcuni motivi che hanno portato a scegliere il film «Patch Adams». Anzitutto il legame con Don Franco Baroni, «il sacerdote con il naso rosso e le scarpe da clown», vissuto fra il 1934 e il 1985 a Lucca, che ebbe un ruolo nazionale nell’organismo della Chiesa Italiana, che curava il mondo dei circhi, dei luna park e dei nomadi. Come Patch Adams anche don Franco Baroni aveva scelto il naso rosso dei clown per avvicinarsi ai bambini e ai ragazzi (come dimenticare i suoi memorabili spettacoli di inizio settembre in cortile degli Svizzeri), ma anche alle persone adulte o anziane. Persone sane o malate che hanno sempre bisogno di fraternità, di accoglienza, di un sorriso, di un abbraccio. Si tratta di valori e di uno stile, quello del sorriso, che sono realizzati e diffusi sempre più, praticamente ogni giorno, negli ospedali, dai gruppi di medici clown, a cominciare dall’Associazione RIDOLINA onlus che compie 20 anni.

Ricordiamo che lo spazio del cortile di Palazzo Sani in via Fillungo 121, sede di Confcommercio, fino a 50 anni fa ospitava un celebre cinema estivo denominato «Il Giardino». Per l’occasione lo spazio del cortile di Palazzo Sani è stato ribattezzato «CINEMA RIDOLINA», grazie ai materiali forniti da Giacomo Satti dell’atelier «Loiro Design» di Lucca. Fino a 50 anni fa il proiettore si trovava sulla terrazza sopraelevata, quella che ancora oggi divide lo spazio tra il cortile e il giardino di Palazzo Sani. Forse per incuriosire i passanti da via Fillungo o, molto più probabilmente, per limitare la visione dei film a chi non aveva pagato il biglietto, c’era un grande pannello circolare sotto la prima arcata, che sosteneva e sostiene tuttora la terrazza sopraelevata, arcata che si trova proprio di fronte al portone e all’ingresso di Palazzo Sani su via Fillungo. Molto spesso, per non dire sempre, a curare l’impianto di proiezione c’era una ragazzino: Maurizio Bartoli, che all’inizio aveva appena una decina d’anni e successivamente è diventato uno dei più noti proiezionisti della Lucchesia.

Bartoli oggi ha compiuto 70 anni. Continua ad essere attivo in molti ambiti, con una passione per il cinema che lo accompagna sempre. Il film «Patch Adams» è liberamente ispirato alla vita di Hunter Doherty «Patch» Adams, medico e scrittore americano, oggi 73enne, fondatore del «Gesundheit! Institute» nel 1971. Ogni anno questa istituzione organizza gruppi di volontari, provenienti da tutto il mondo, per recarsi presso vari ospedali di diversi Paesi del mondo, travestiti da clown, per far riscoprire l’umorismo agli orfani e agli ammalati. Questo medico è riconosciuto come l’ideatore di una terapia olistica molto particolare: quella del sorriso, la clownterapia. A questa attività fanno riferimento anche i volontari della Associazione «Ridolina» onlus, che fra l’altro opera da circa 20 anni negli ospedali di Lucca e Pisa e all’Hospice di Maggiano.

Ci fa piacere constatare che da un paio d’anni un simile approccio è stato fatto proprio anche all’ospedale di Lucca, da un gruppo di infermiere del «San Luca». Obiettivo ridurre l’ansia preoperatoria nei bambini e nei loro genitori grazie a umanità ed empatia, con «accessori» semplici: i sorrisi, i nasi da clown, i palloncini, le bolle di sapone, le penne multicolori, lo smalto sulle unghie per le bambine. Le infermiere sono: del settore otorino/ortopedia: Lucia Bertolucci (infermiera di sala), Mary Scorzelli e Carla Pardini (infermiere strumentiste), Valentina Di CesareLuciana Franceschini e Rossana Del Barba (infermiere di anestesia e rianimazione).

Fondamentale è stato il gemellaggio con l’Associazione Ridolina onlus, realtà  nata dalla quasi ventennale esperienza dei clown-dottori e volontari del sorriso in Toscana. Si tratta di un’Associazione senza scopo di lucro, la cui attività trova ragione e ispirazione nella “terapia del sorriso”. Tale disciplina, pur se di recente acquisizione, gode ormai di riconosciuti crediti scientifici e in virtù dei risultati raggiunti è oggetto di una costante e progressiva diffusione. La sua principale finalità è quella di umanizzare la degenza nei reparti ospedalieri, con primaria attenzione ai bambini ricoverati nei reparti pediatrici ed oncoematologici. Inoltre è specializzata su percorsi di sostegno agli anziani, ai disabili, ed ai soggetti svantaggiati, puntando all’ottimizzazione relazionale ed alla umanizzazione delle strutture sanitarie. I clown dottori dell’associazione operano dal 2001 nell’ospedale S.Chiara di Pisa nel reparto di oncoematologia pediatrica e trapianto di midollo osseo. Hanno portato il sorriso negli ospedali di Pontedera, Pistoia, Massa e Lucca. I clown-dottori in continua collaborazione con l’equipe medico-infermieristico del reparto di oncoematologia pediatrica del S.Chiara forniscono periodicamente percorsi formativi al personale sanitario e portano la loro esperienza e metodologia d’intervento nei vari congressi medico infermieristici. L’associazione Ridolina collabora con scuole di ogni genere e grado in particolare negli istituti socio-pedagogici con percorsi formativi di comicoterapia e di prevenzione al disagio per alunni e docenti. I volontari del sorriso curano il reparto pediatrico dell’ospedale di Lucca e l’RSA San Cataldo sempre di Lucca.

Nella foto allegata: Emanuela Gennai

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi