Header ad
Header ad
Header ad

“Retrospettiva”: inaugura sabato 3 marzo l’esposizione dedicata a Laura Ziegler

Le mostre della Fondazione Banca del Monte di Lucca
“Retrospettiva”: inaugura sabato 3 marzo l’esposizione dedicata a Laura Ziegler

la scultrice americana da poco scomparsa che ha vissuto a Lucca

Alle 17.30 al Palazzo delle esposizioni in piazza San Martino

Inaugura domani (sabato 3 marzo) alle 17,30 al Palazzo delle esposizioni della Fondazione Banca del Monte di Lucca, in piazza San Martino, 7, la mostra “Retrospettiva” dedicata all’opera di Laura Ziegler. Realizzata dalla Fondazione Lucca Sviluppo e dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca, a cura di Maria Stuarda Varetti, l‘esposizione rende omaggio alla scultrice statunitense, da poco scomparsa, che aveva eletto Lucca a sua casa e “laboratorio”.

Nata a Columbus, in Ohio, dopo la laurea aveva vinto una borsa di studio per specializzarsi in Italia. Dal quel momento, Laura Ziegler la troveremo sempre nel nostro Paese, dove conoscerà e frequenterà artisti del calibro di Pericle Fazzini e Mino Maccari; e dove lavorerà prima a Roma, poi a Pietrasanta. Tra gli artisti stranieri che hanno frequentato la città versiliese, è stata una delle prime a lavorarci e a intuirne le grandi potenzialità per il mondo della scultura. Proprio a Pietrasanta la Ziegler ha lavorato a lungo con lo scultore Mitoraj che come Fazzini diverrà suo grande amico, mentre a Lucca frequenterà il pittore Possenti.

Le sue sculture sono state acquistate da grandi musei americani, come il Moma – Museum of Modern Art di New York, l’Hirshhorn Museum di Washington e la Columbus Gallery of fine arts in Ohio e molti altri. Contemporaneamente, le sue opere, sono richieste da grandi collezioni come quella Rockefeller, la Whitney, la Sarah e Kate Roosevelt, e non ultima la collezione Guggenheim.

Le sculture più note della Ziegler – spiega la curatrice Maria Stuarda Varetti – sono i ritratti, piccoli busti che lei eseguiva con straordinaria perizia tecnica e capacità espressiva. Rappresentano quasi tutti personaggi famosi o noti nel mondo ed è un piacere ammirarli per la disinvolta abilità che l’artista manifesta nel modellare la creta, materia prima, ma non la sola, della sua scultura. Tutti questi ritratti dimostrano la grande capacità dell’artista nell’interpretare le caratteristiche del personaggio rappresentato. In queste piccole sculture: linea, movimento e spazio si equilibrano con grande sapienza definendo forme libere ed eleganti, sempre essenziali, che fanno spesso di queste piccole opere dei capolavori.

Laura Ziegler, oltre ad aver vissuto e lavorato nella nostra città è cara ai lucchesi anche per essere stata a lungo la moglie amata del maestro Herbert Handt, che ha inaugurato la felice stagione dei “Concerti in villa”.

La mostra resterà aperta e visitabile ad ingresso gratuito, fino al 22 aprile dal martedì alla domenica, dalle 15.30 alle 19,30.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi