Header ad
Header ad
Header ad

Tra Ninfee e Montmartre: Monet e Toulouse-Lautrec protagonisti a “Il Genio in Opera”

L’arte sullo schermo

Terzo appuntamento a ingresso libero con i documentari sui maestri dell’arte

 

Due documentari su Claude Monet e su Henri Toulouse-Lautrec
Salone dell’Arcivescovato, piazzale Arrigoni 2, Lucca

sabato 3 febbraio 2018, ore 17:30
Ingresso libero

 

Il ciclo di documentari “Il genio in opera” presenta alcuni dei principali protagonisti dell’arte occidentale ed è realizzato, in un’ottica di sinergia per la promozione territoriale dell’arte e della cultura, dalla Fondazione Ragghianti in collaborazione con l’Opera del Duomo – Centro di Arte e Cultura e con Lucca Film Festival – Europa Cinema, con il sostegno di Artemachina.

Nel solco tracciato da Carlo Ludovico Ragghianti, teorico e pioniere dell’utilizzo del mezzo audiovisivo come strumento per illustrare l’opera d’arte e il processo creativo che la genera, “Il genio in opera” raccoglie una serie di documentari di alta qualità, alla cui realizzazione hanno contribuito storici dell’arte internazionali e prestigiose istituzioni museali e di ricerca.

Nel terzo appuntamento della rassegna, in programma sabato 3 febbraio alle ore 17:30 nel Salone dell’Arcivescovato (in piazzale Arrigoni 2 a Lucca), protagonisti saranno due grandi artisti francesi della seconda metà del XIX secolo, ossia Claude Monet, uno dei padri dell’Impressionismo, inesausto sperimentatore fino al celebre ciclo delle “Ninfee”, e Henri Toulouse-Lautrec, che con la sua arte ha aperto la strada al superamento dell’esperienza impressionista e all’affermazione di una nuova tecnica grafica e pittorica, cantore della Parigi di fine Ottocento. La Goulue è una celebre vedette di Montmartre che godette di un effimero periodo di gloria, e che fu rappresentata da Toulouse-Lautrec in opere indimenticabili.

Entrambi i documentari, della durata di circa 30 minuti, saranno introdotti da una breve presentazione a cura di Alessandro Romanini.

Van Gogh e Gauguin saranno i protagonisti della quarta proiezione, che si terrà, sempre nel Salone dell’Arcivescovato, sabato 10 febbraio alle ore 17:30. Il ciclo si concluderà il 17 febbraio nella Sala conferenze “Vincenzo da Massa Carrara” della Fondazione Ragghianti, con due documentari dedicati a Matisse e Picasso.

Tutti gli incontri sono a ingresso libero.

PROGRAMMA DELLE PROIEZIONI

FONDAZIONE RAGGHIANTI, sabato 13 gennaio 2018, ore 17:30

Visioni fra pittura e letteratura

Raffaello Sanzio. “Ritraendo Baldassar Castiglione” (30 minuti)

Tiziano. Il concerto campestre (30 minuti)

 

Salone dell’Arcivescovato, giovedì 18 gennaio 2018, ore 18

Michelangelo: il genio e lo spazio sacro

Michelangelo. La Cappella Sistina (33 minuti)

Michelangelo. La Sagrestia Nuova in San Lorenzo a Firenze (25 minuti)

 

Salone dell’Arcivescovato, sabato 3 febbraio 2018, ore 17:30

La realtà fra impressione e immaginazione

Claude Monet. Le ninfee (30 minuti)

Henri Toulouse-Lautrec. La baracca della Goulue (30 minuti)

 

Salone dell’Arcivescovato, sabato 10 febbraio 2018, ore 17:30

In fuga alla ricerca di nuove forme creative

Vincent Van Gogh. Una camera ad Arles (30 minuti)

Paul Gauguin. Arearea (30 minuti)

 

FONDAZIONE RAGGHIANTI, sabato 17 febbraio 2018, ore 17:30

I Moderni. Fra tradizione e innovazione

Pablo Picasso. Crocifissione (30 minuti)

Henri Matisse. La tristezza del re (30 minuti)

Per informazioni:
Fondazione Ragghianti – info@fondazioneragghianti.it – tel. 0583 467205
Museo della Cattedrale – Centro di Arte e Cultura – tel. 0583 490530

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi