Header ad
Header ad
Header ad

“Non siamo che passanti… “, le opere di Graziano Ciacchini a “La Magione del Tau”

Dal 3 febbraio al 3 marzo ad Altopascio

“Non siamo che passanti… “, le opere di Graziano Ciacchini a “La Magione del Tau”

L’esposizione raccoglie la produzione dell’artista che va dal 2013 al 2018, fase in cui Ciacchini sviluppa e matura la sua vena pittorica

Saranno in mostra da sabato 3 febbraio a sabato 3 marzo ad Altopascio in piazza Ricasoli, 7 a La Magione del Tau le opere pittoriche di Graziano Ciacchini.

L’esposizione “Non siamo che passanti…” raccoglie l’ultima produzione dell’artista, in particolare del periodo che va dal 2013 al 2018, fase in cui Ciacchini sviluppa e matura la sua vena pittorica.

Prima aveva espresso la sua arte attraverso la poesia, peraltro aggiudicandosi anche prestigiosi riconoscimenti, approdando poi nel 2002 alla pittura su tela.

Un artista assolutamente da incontrare e conoscere attraverso le sue opere che sicuramente, fin dal primo contatto visivo, riusciranno a coinvolgere e trasportare il visitatore “verso orizzonti infiniti ancora da scoprire”.

La mostra sarà visitabile tutti i giorni, escluso il martedì, dalle ore 17 all’una.

Scrive di lui Giada Fedeli: (…)Le opere di Ciacchini sono caratterizzate da una sospensione temporale ed emotiva che è tipica della “visione” intesa come sogno, apparizione, momento epifanico che non rivela mai tutto e lasciando che il “non” prevalga sull’“affermazione”. Paesaggi e persone abitano forme appuntite sospese su un azzurro di cielo e di mare. Vele e veli racchiudono momenti sacri. Cipressi pungenti delimitano strade in salita. Cosa sta per accadere? Cosa c’è al centro di questo sogno? Le immagini conservano un dolce mistero ma nessuna risposta. Graziano dipinge momenti dove il mare mai confonde ma sempre accoglie. Crisalidi come conchiglie si schiudono e si aprono silenziose. Di un giallo intellettuale il sole e le virgole che fluttuano e abitano i nostri cieli prospettici. L’Arte di Ciacchini è prima Poesia e poi Pittura… è Pittura e poi Prospettiva… è Prospettiva e poi Sospensione.

Annota invece Valeria Serofili: (…)Le tinte delle tele di Ciacchini, come delle sue poesie, sono accese, pastelli intrisi di pigmento inquieto perché inquieto è l’autore che percorre se stesso, mentre vagabonda nel caos. Il poeta Ciacchini, per dirla con Rimbaud, si fa veggente mediante un lungo ragionato disordine di tutti i sensi (A. Rimbaud, Lettre du voyant), veggente pur rimanendo … in ombra.

Mentre Elena Gollini:Graziano traccia sui quadri il suo simbolico diario autobiografico, offre sentimenti autentici e incondizionati, ricordi e memorie del proprio vissuto, stati d’animo, speranze, sogni, aspirazioni, si interroga sulla vita, sul senso dell’essere e dell’esistere, indaga e analizza, affacciandosi davanti ad una virtuale finestra sul mondo e osservando incuriosito dove si spingono gli orizzonti infiniti ancora da scoprire. Sente e recepisce la meraviglia dell’arte e cerca di custodirne e conservarne l’essenza inestimabile.

Graziano Ciacchini: una prima fase artistica di Graziano Ciacchini , databile tra il 1998 ed il 2007 è stata dedicata prevalentemente alla poesia, per poi essere affiancata ed integrata con la pittura. Alcune poesie sono state pubblicate su riviste specializzate, raccolte antologiche e negli ultimi anni, su riviste online e blog del settore, quali: “Versante ripido”, “Bibbia d’asfalto, poesia urbana e autostradale” e “Moti convettivi”. Nel 2003 ha pubblicato una raccolta dal titolo “In Ombra” (edizioni Pacini) nella quale per la prima volta, ha alternato le poesie con le prime opere pittoriche. Il libro, oltre ad altri riconoscimenti, tra i quali tre secondi posti e due terzi posti in premi letterari, si è classificato al primo posto nei seguenti premi letterari: “Firenze Capitale d’Europa” (2004), “Premio Garda” (2005), “Premio città di Pinerolo” (2005).
In quel periodo ha realizzato testi per un video dal titolo “Letture d’acqua”, assieme a Luca Serasini e Massimo Magrini. Un brano del video si è classificato al primo posto (categoria Videopoesia) al Premio “Giuseppe Malattia della Vallata”, Barcis (PD), 2005. Si è avvicinato alla pittura per caso, nel 2002, ed ha proseguito da autodidatta, perfezionando una forma espressiva personale fatta di elementi simbolici che custodiscono la chiave di accesso ad un mondo onirico nel quale esploro il contatto tra la realtà ed il trascendente. Dopo anni di sperimentazione, ha cominciato ad esporre con continuità nel 2012, partecipando, da allora, ad alcune decine di mostre sia personali che collettive. Tra le altre ha partecipato ad esposizioni collettive presso le gallerie: Florence Art Gallery (Firenze) 2015-2016-2017, Galleria Il Melograno (Livorno) 2015-2016, Galleria Toffee art Gallery (San Miniato), 2016-2017 GAMeC Centro Arte Moderna (Pisa) 2015. Ha partecipato al premio “La Rotonda” a Livorno, nel 2015, e ad Art Shopping Paris a Parigi nel 2015. Da marzo 2016, fa parte del collettivo di artisti, oggi associazione culturale “Secondo Piano a Sinistra” con sede a Pisa. Tra le iniziative del collettivo ha realizzato una personale intitolata “Luoghi di confine” (maggio 2016) ed ha partecipato alle collettive SPaS 2016-2017 sia a Pisa che a Montescudaio (PI); all’iniziativa “Acqua d’Artista” presso i locali dell’ufficio Fiumi e Fossi di Pisa, in occasione della Luminaria 2016, ed al progetto “Fantanimali a Spasso” pubblicazione artistico letteraria del collettivo, per la quale ha redatto un testo. Nel 2017 ha partecipato ad una decina di collettive, esponendo in varie città, tra cui Roma, allo spazio Laboratorio e a Parigi al Bateau Daphné.

Contatti e link di riferimento:
grazianociacchini@gmail.com
Profilo Facebook:  www.facebook.com/graziano.ciacchini
Pagina Facebook:  www.facebook.com/ciacco65
Instagram:  www.instagram.com/graziano_ciacchini
Pagina sul blog di Elena Gollini http://www.elenagolliniartblogger.com/graziano-ciacchini/

La Magione del Tau è un’accogliente taverna degustazione situata in piazza Ricasoli 7, nel centro storico di Altopascio in provincia di Lucca, dove si possono assaggiare prodotti artigianali di piccole produzioni legate alla tradizione, e votati all’eccellenza, come salumi, formaggi e carpacci. Oltre a questo vengono proposte serate a tema, aperitivi e “serate fuori schema”, mostre itineranti, aperitivi letterari.

Dove:
La Magione  del Tau
Piazza Ricasoli, 7
Altopascio (LU)
Telefono: +39 392 40 58 337

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/lamagione/?fref=ts

Quando: da sabato 3 febbraio a sabato 3 marzo tutti i giorni dalle ore 17 all’una escluso il martedì.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi