Header ad
Header ad
Header ad

Presentata la Stagione di prosa 2017-2018 del Teatro Giacomo Puccini di Altopascio

Comune di Altopascio, Teatro Giacomo Puccini


Stagione di prosa 2017-2018

PROSA, MUSICA CLASSICA, NUOVA DRAMMATURGIA, COMMEDIA

UN CARTELLONE PER SORRIDERE E RIFLETTERE

Si apre il prossimo 30 novembre la stagione 2017/2018 del Teatro “Giacomo Puccini” di Altopascio. Messa a punto dall’Amministrazione Comunale insieme a Fondazione Toscana Spettacolo onlus, l’offerta teatrale di quest’anno si preannuncia una combinazione vincente per ricchezza di titoli e composizione degli spettacoli, una proposta pensata per soddisfare il pubblico affezionato e per incuriosire e coinvolgere anche chi, soprattutto fra i giovani, non è stato ancora affascinato dalla magia del teatro.

Nella prossima stagione si alterneranno sul palco molti artisti – volti noti e giovani talenti – tra cui Emilio Solfrizzi, Isabella Ferrari, Daniela Morozzi, Paolo Ruffini, Nini Salerno, Simone Cristicchi; e ancora l’Orchestra della Toscana, Fabio Monti, Gigio Alberti e Filippo Dini. Classici e contemporanei, riletture e nuova drammaturgia, prosa e musica per un cartellone di qualità, all’insegna della tradizione e dei nuovi linguaggi.

L’inaugurazione, giovedì 30 novembre, è con IL BORGHESE GENTILUOMO, la commedia di Molière portata sulla scena con grande successo per due stagioni da Emilio Solfrizzi nei panni del signor Jourdain, un ricco borghese che sogna di diventare nobile. Un desiderio destinato però a rimanere tale, anche per le cattive amicizie di cui si circonda nel tentativo di elevare il suo status sociale.

Mercoledì 13 dicembre Isabella Ferrari e Iaia Forte arrivano al Puccini con una commedia dai toni del giallo, velata di malinconia, dai risvolti ironici e grotteschi: COME STELLE NEL BUIO ha per protagoniste due sorelle alle prese con un passato ricco di successi ormai dimenticati e un presente che scorre tra rancori e incomprensioni.

La Fondazione Orchestra Regionale della Toscana presenta mercoledì 20 dicembre COMPOSITORI IN ETERNO, un omaggio e una reinterpretazione delle colonne sonore di Ennio Morricone e dei tanghi Astor Piazzolla. Una esecuzione di altissimo livello per sorprendere ed emozionare il pubblico di Altopascio.

Il nuovo anno si apre mercoledì 10 gennaio con REGALO DI NATALE, l’adattamento teatrale firmato da Sergio Pierattini del celebre film di Pupi Avati del 1986. Gigio Alberti, Filippo Dini, Giovanni Esposito, Valerio Santoro e Gennaro Di Biase sono amici di vecchia data che si ritrovano la notte di Natale per giocare una partita di poker: sul tavolo non ci sono solo le carte ma soprattutto il bilancio della vita di ognuno di loro, tra fallimenti, sconfitte, tradimenti e inganni.

A seguire, giovedì 25 gennaio, ancora un lavoro di Sergio Pierattini, LA CENA PERFETTA con Daniela Morozzi, Blas Roca Rey e Nini Salerno. In una banlieu di Parigi, il “Girgenti”, piccolo ristorante dalla conduzione scalcinata e familiare, si prepara ad accogliere l’insperata visita di un ispettore della Guida Michelin. L’attesa cresce, ma non tutto andrà come previsto…

Giovedì 15 febbraio è il momento di Simone Cristicchi. Ispirato alla vicenda realmente accaduta di David Lazzaretti, detto il “Cristo dell’Amiata”, IL SECONDO FIGLIO DI DIO, tra canzoni inedite e narrazione, racconta la grande avventura di un mistico e l’utopia di un visionario di fine Ottocento, che coniugò fede e comunità, religione e giustizia sociale.

Il genere della saga familiare è al centro de LA BASTARDA DI ISTANBUL, riduzione teatrale del romanzo di Elif Shafak curata da Angelo Savelli. Un sapiente intreccio fra meravigliosi personaggi femminili, storie brucianti e segreti indicibili, per un’opera drammatica e divertente che dà voce al popolo armeno, vittima cento anni fa di un disumano genocidio, e alla società turca, costretta a fare i conti con antiche colpe. In scena giovedì 8 marzo con Valentina Chico, Riccardo Naldini e Monica Bauco.

La stagione si chiude giovedì 22 marzo con Paolo Ruffini in UP&DOWN, uno spettacolo comico e commovente, un viaggio che racconta la meraviglia di essere “speciali” e la bellezza della vita espressa attraverso le peculiarità di ognuno di noi. Alla fine platea e attori si incontrano sul palco per condividere un gesto rivoluzionario: un grande abbraccio.

Da segnalare, infine, lo spettacolo riservato alle scuole, in matinée, dedicato a Don Milani, FUORI ABBONAMENTOmartedì 23 gennaioNorma Angelini e Fabio Monti portano sul palco DON MILANI SENZA MITO, un allestimento che si snoda fra le tappe fondamentali della vita del grande educatore fiorentino: la conversione, il seminario le polemiche, l’esilio a Barbiana, la scuola, la malattia, la morte.

Inizio spettacoli: ore 21.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi