Header ad
Header ad
Header ad

Lucca Comics & Games 2017: Ripresi i lavori per l’allestimento del padiglione Carducci all’area all’ex Campo Balilla

Lucca Comics & Games 2017

Ripresi i lavori per l’allestimento del padiglione Carducci all’area all’ex Campo Balilla

Positivo l’accordo fra Lucca Crea e la D’Alessandro & Galli

Sono ripartiti oggi (lunedì 2 ottobre) i lavori per l’allestimento del padiglione Carducci, nell’area dell’ex Campo Balilla in vista del festival Lucca Comics & Games che si terrà quest’anno dal 1 al 5 novembre. Lucca Crea srl, la società che organizza il festival, partecipata al cento per cento dal Comune di Lucca attraverso la sua holding, aveva dato il via ai primi lavori di preparazione del terreno con un mese di anticipo, per venire incontro alle esigenze del Summer Festival, che doveva occupare la stessa area per il concerto dei Rolling Stones.

Dopo la rimozione delle strutture necessarie per il concerto dei Rolling Stones – spiega Francesco Caredio, presidente di Lucca Crea srl – come da accordi con la D’Alesandro & Galli ci è stato riconsegnato il terreno dell’ex Balilla, così da poter riprendere gli allestimenti di uno dei maggiori padiglioni, il Carducci, che ospita un’importante parte delle attività legate al gioco e alla letteratura fantastica e non solo. Si è concretizzata così la fattiva collaborazione fra i due principali eventi della città – aggiunge Caredio -, con uno specifico accordo, allo scopo di non raddoppiare inutilmente le opere che servivano ad entrambi e, soprattutto, per agire a protezione preventiva dell’area. In occasione del concerto, inoltre, abbiamo potuto vedere gli accorgimenti di maggior efficacia che sono stati attuati in materia di sicurezza e di circolazione, all’esterno del concerto e che, in parte, potrebbero essere ripetuti a novembre”.

Come già realizzato negli ultimi anni, infatti, in occasione di Lucca Comics & Games, a tutela sia del piano erboso che dei pini vengono prese precisi accorgimenti. In particolare l’azienda appaltatrice stende un apposito telo sul piano di terra, per poi ricoprirlo di materiale riciclato. In questo modo si prepara una pavimentazione adatta al padiglione Carducci, senza impattare sul reale piano del suolo. Dopo il festival, come accaduto sempre negli ultimi anni, una volta rimossa la pavimentazione ghiaiosa e il telo sottostante, si provvederà alla semina di una speciale miscela di semi, appositamente selezionati dall’Opera delle Mura per facilitare la ricrescita del manto erboso.

Intanto l’allestimento delle piazze proseguirà con un preciso calendario che vede interessare dai padiglioni del festival prima le aree che non sono interessate dai parcheggi dei residenti e da altri eventi, in modo da contenere al massimo l’impatto sulla città.

.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi