Header ad
Header ad
Header ad

Cineforum Ezechiele – Parte la stagione 2017/2018

PROGRAMMAZIONE DEL CINEFORUM EZECHIELE 25,17 A LUCCA
DEL 26 E 27 SETTEMBRE 2017
Riprendono le proiezioni del Cineforum Ezechiele 25,17 a Lucca con il programma di settembre e ottobre. Questo il programma della settimana

CINEMA ASTRA 
PIAZZA DEL GIGLIO – LUCCA

Martedì 26 settembre 2017 ore 21.30
Cinema Astra – Prime visioni 
ERASERHEAD  (versione originale restaurata)
di David Lynch – Usa, 1977 – 89’
con Jack Nance, Charlotte Stewart
A pochi giorni dalla conclusione della nuova stagione di Twin Peaks – di cui così tanto si è parlato – vi proponiamo, a 40 anni dalla sua uscita americana, il restauro dell’opera prima di David Lynch: Eraserhead (La mente che cancella). Girato a bassissimo budget, uscì nei circuiti off delle sale americane guadagnandosi lo status di cult. Il bianco e nero onirico e decadente, un sound-design innovativo, le sue ambientazioni industriali, il celebre ciuffo del protagonista, un neonato non proprio conforme alla norma; una prima prova dell’abilità di Lynch di creare tensioni e suggestioni uniche nel cinema moderno. Il restauro è stato realizzato da Criterion con la diretta supervisione dello stesso Lynch e distribuito in Italia dalla Cineteca di Bologna.
La trama
Henry Spencer, tipografo, vive da solo in uno squallido appartamento fra le allucinazioni che la sua mente malata visualizza. Durante un grottesco pranzo in casa dei suoceri, apprende che Mary, la sua ragazza è incinta e viene obbligato a sposarla, Nasce un ‘baby’ mostriciattolo orrendo e frignante che la madre, disgustata, abbandona alle cure di Henry il quale, esasperato, lo uccide. Dal corpo in disfacimento del piccolo fuoriescono esseri strani che infestano la casa e la vita di Henry. Il suo equilibrio psichico, già fragile, va in frantumi e la sua mente si scatena in allucinazioni e incubi…

AUDITORIUM FONDAZIONE BANCA DEL MONTE DI LUCCA
PIAZZA SAN MARTINO – LUCCA

Mercoledì 27 settembre 2017 ore 21.00
Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca
Cinema e matematica
Incontro con il prof. Michele Emmer su Cinema e Matematica e a seguire 
MORTE DI UN MATEMATICO NAPOLETANO
di Mario Martone – Italia, 1992 – 108 con Carlo Cecchi, Anna Bonaiuto, Toni Servillo 
Ingresso gratuito
 
Si rinnova la collaborazione tra Cineforum Ezechiele 25,17 e Scuola Alti Studi IMT di Lucca per l’edizione 2017 de La notte dei ricercatori del 29 settembre.
Tra gli eventi di preparazione Ezechiele e IMT hanno ideato la rassegna Cinema e Matematica che si svolgerà per tre settimane (mercoledì 29 settembre, mercoledì 4 e 11 ottobre) presso l’Auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca in Piazza San Martino.
L’evento sarà inaugurato, mercoledì 27 settembre alle 21.00, da Michele Emmer, professore di Matematica all’Università La Sapienza di Roma e autore del bel saggio Numeri immaginari, che guiderà in un percorso di conoscenza che unisce la razionalità della matematica con l’immaginario cinematografico. A seguire la visione del film di Mario Martone Morte di un matematico napoletano. Il ciclo su cinema e matematica proseguirà nei due mercoledì successivi con π e Cube
Presentazione del prof. Michele Emmer
Nato a Milano nel 1945 e laureatosi in Matematica a Roma nel 1970, Michele Emmer è professore ordinario di istituzioni di matematica presso l’Università di Roma “La Sapienza”. In precedenza ha insegnato alle università di Ferrara, L’Aquila, Trento, Sassari, Viterbo e Venezia. I suoi interessi di ricerca hanno riguardato le equazioni alle derivate parziali e le superfici minime. Da trent’anni si occupa di cinema, arte, musica e letteratura. Ha realizzato, in coproduzione con la RAI, oltre una ventina di film sulla matematica, tradotti in diverse lingue e distribuiti in molti paesi. Ha curato, a Napoli, la sezione matematica della “Città della Scienza” e, alla Biennale di Venezia del 1986, la sezione sullo spazio. Ha organizzato svariate mostre e conferenze su matematica e arte, e da una decina d’anni organizza, all’Università di Venezia, convegni sul tema “matematica e cultura”. Autore di numerosi saggi tra cui Numeri immaginari, summa del rapporto tra cinema e matematica, in cui Emmer attinge a piene mani alle esperienze personali, ma non ha l’andamento tradizionale di un’autobiografia; fa scorribande in sessant’anni di cinema che mette in scena matematici, fornendone anche un repertorio aggiornatissimo e unico nel suo genere, ma si sottrae alle convenzioni di un saggio critico. Strutturato come un film, cattura il lettore dalla prima inquadratura ai titoli di coda. Scorrono sullo schermo delle pagine capolavori del passato e grandi produzioni di fine-inizio millennio, popolari sene televisive o corti sperimentali di scarsa circolazione, e il fermo-immagine interviene sempre al momento giusto.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi