Header ad
Header ad
Header ad

Alla Fondazione Ragghianti si presenta il libro d’artista “MIGLIETTO. Storie di amori, briganti e artisti”

– Sabato 16 settembre 2017, ore 17:30 –

Alla Fondazione Ragghianti si presenta il libro d’artista

“MIGLIETTO. Storie di amori, briganti e artisti” di Maurizio Guidi

 

Mezzanino della Fondazione Ragghianti, via San Micheletto 3, Lucca

Ingresso libero

La Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti organizza per sabato 16 settembre alle ore 17:30 la presentazione del volume di Maurizio Guidi “MIGLIETTO. Storie di amori, briganti e artisti” (Edizioni Sarnus).

L’incontro vedrà la presenza dell’artista, che presenterà alcune opere grafiche, di Giorgio Tori e Paolo Bolpagni, rispettivamente presidente e direttore della Fondazione Ragghianti, del sindaco di Pescaglia Andrea Bonfanti, del direttore del MuSA e della Fondazione Giacomo Puccini Massimo Marsili e di Alessandra Trabucchi, componente il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Ragghianti.

Il libro si presenta come un vero “romanzo d’amore e brigantaggio” che ha per protagonista Miglietto, astuto fuorilegge galantuomo realmente esistito, che combatté contro i soprusi dei potenti perpetrati a danno dei più deboli nella prima metà del ’500 tra la Versilia e la Lucchesia. La storia dunque è corredata da puntuali riferimenti a personaggi storici, ambienti artistici e paesaggistici del territorio lucchese, ma il volume è anche un vero e proprio “libro d’artista”, corredato dalle illustrazioni realizzate dall’autore ed esposte per la prima volta da Maurizio Guidi alla Fondazione Ragghianti a completamento della presentazione editoriale.

Maurizio Guidi è architetto e oltre alla scrittura si dedica da anni alla scultura e alla ricerca sulle possibilità espressive del disegno in materia progettuale e ambientale. Ha collaborato con il critico Pierre Restany in vari progetti di scultura territoriale, tra cui “Terra di Siena”, e di installazioni di arte ambientale; in seguito è stato ideatore, con Andrea Tessieri, del laboratorio “Evocava”, nato presso la cava Borella di Vagli e trasferitosi poi alla Cava Barghetti di Seravezza; queste cave, recuperate e reinventate, hanno ospitato eventi di arte contemporanea, performance musicali e teatrali di livello internazionale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi