Header ad
Header ad
Header ad

LUCCA: SUCCESSO E GRANDI EMOZIONI PER “LA VISIONE DI MELIA”

Successo per La visione di Melia andata in scena sabato scorso 2 settembre nella Sala dell’affresco di San Micheletto gremita, con moltissima gente in piedi, intervenuta nonostante il maltempo e le tristi vicende che hanno colpito Lucca in questi ultimi giorni e che hanno lasciato in tutti sconcerto e amarezza. Nel chiostro all’esterno, dove doveva essere rappresentata, avrebbe avuto certo tutt’altro respiro, ma, nonostante questo, lo spettacolo è riuscito a regalare ai presenti una serata magica. La visione di Melia, che racconta un’esperienza trascendente e travolgente, si è rivelata uno spettacolo elegante, raffinato e, nello stesso tempo, accattivante e coinvolgente, capace di parlare a tutti con un linguaggio colto, ma allo stesso tempo comunicativo. Molti presenti non si aspettavano tanta poesia e sono rimasti colpiti dalla complessità e dall’energia della performance: la forza della recitazione, l’intensità del testo, la profondità del messaggio, la potenza e il fascino della musica, caratterizzata da estese e ammalianti melodie e dalla ritmica talvolta sinuosa e talvolta incalzante, capace di entrare e toccare l’anima. Composizioni notevoli, arrangiamenti azzeccati, vicini alla musica da film, talvolta più pop, talvolta più classici, un’ottima esecuzione dell’orchestra e del coro (di cantanti professionisti), un continuo di effetti e di visioni-proiezioni e danza, hanno fatto della performance veramente un sogno di una serata di fine estate.

Grande soddisfazione e successo per tutto il team, in particolare per Paola Massoni, autrice dei testi, compositrice della quasi totalità dei brani e interprete come attrice e cantante. Plauso anche alla bacchetta di Carlo Bernini, direttore abituato a importanti palcoscenici, alla bellezza delle composizioni, all’intreccio ben congegnato della sceneggiatura e alla disinvoltura con cui Paola Massoni si è mossa tra voce recitata, voce cantata pop e lirica, una voce dalla grande estensione, che sa essere dolce e soave, ma anche potente e cristallina col suo timbro brunito ben riconoscibile. Numerosi applausi durante la performance e uno scrosciante applauso finale, lungo svariati minuti, a termine del brano Visio che ha chiuso lo spettacolo sulla scena coreografata da protagonista e danzatrici. Audio, videoproiezioni e luci spettacolari. Presente in sala anche il maestro compositore Gaetano Giani Luporini, che aveva già ascoltato i brani durante l’elaborazione del progetto: una figura prestigiosa, molto cara a Paola Massoni, per la quale ha speso complimenti preziosi.
“Questa è la strada giusta, – sostiene l’autrice e interprete – ora non ci resta che portare ad altre platee i messaggi di Melia, perché, come molti ci hanno detto: “Questa musica e queste parole fanno bene all’anima di tante persone”.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi