Header ad
Header ad
Header ad

RUDY MICHELINI E LA SKODA FABIA R5: IN FRIULI TROVATO UN FEELING IMPORTANTE

Il driver lucchese portacolori di Movisport ha finito secondo di categoria R5 ed ottavo assoluto, avendo corso senza testare la vettura.
 
Ottime le sensazioni alla guida della vettura boema, ben assecondata dagli pneumatici Pirelli.
Lucca, 29 agosto 2017 – Rudy Michelini ha ritrovato la via del sorriso nel contesto del Campionato Italiano WRC. Lo scorso fine settimana, al 53. Rally del Friuli Venezia Giulia, il pilota lucchese ha finito ottavo assoluto e secondo di categoria R5, nel bel mezzo di una lotta contro vetture World Rally Car, quindi di categoria superiore.
Affiancato da Michele Perna, il portacolori della scuderia Movisport ha preso in mano il volante della Skoda Fabia R5 gommata Pirelli della PA Racing, conoscendo la vettura praticamente in occasione dello “shakedown”, il test vetture nell’immediato pre-gara, in quanto l’accordo con il Team è stato preso a pochi giorni dalla gara.
Nonostante tutte le incognite del caso la sensazione, da subito, è stata quella di avere tra le mani una grande vettura, molto performante a livello di motore, ben bilanciata a livello di set-up, segno della bontà del prodotto e del lavoro svolto nei mesi scorsi dalla squadra.
A livello di pneumatici, i Pirelli si sono dimostrati molto competitivi su questi tracciati, l’usura durante tutta la gara, nonostante asfalti abrasivi e temperature molto calde, è stata ottimale permettendo alla coppia lucchese di sfruttare la vettura al meglio, potendo duellare costantemente per la vittoria di categoria ed allo stesso tempo ottenere tempi molto vicini alle vetture della classe superiore WRC.
La gara, senz’altro positiva sotto l’aspetto tecnico, ha avuto una punta sfortunata in epilogo, per Michelini e Perna: durante l’ultima prova speciale, partiti in testa alla categoria R5, hanno poi trovato sul percorso il concorrente che li precedeva in partenza, il quale li ha rallentati per circa due chilometri facendogli perdere preziosi secondi, quelli probabilmente mancati per aspirare alla vittoria finale di categoria.
Il commento di Rudy Michelini: “Udine ci ha sicuramente restituito il sorriso. Finalmente dopo diversi mesi in cui non riuscivamo ad esprimerci al meglio, abbiamo avuto la sensazione concreta di essere tornati veloci sulla prestazione pura. La vettura che ci ha messo a disposizione il Team PA Racing si è dimostrata molto competitiva e piacevole da guidare, la simbiosi vettura pneumatici Pirelli è stata perfetta, sinceramente in poche altre occasioni ho visto un abbinamento vettura-pneumatico così ben azzeccata. Durante la gara abbiamo condotto una bellissima battaglia con Luca Rossetti con la Hyundai ed Alessandro Bosca con la Ford per la leadership di R5. Alle fine ha prevalso Bosca che è stato bravissimo a sorpassarci in dirittura d’arrivo, da parte nostra dobbiamo sicuramente recriminare per il tempo perso dietro ad Efrem Bianco che abbiamo ripreso in prova e ci ha tenuto dietro per un paio di chilometri, sicuramente ci ha fatto perdere secondi preziosi ma allo stesso tempo devo ammettere che anche senza “l’ostacolo Bianco” fare il tempo di Bosca avrebbe voluto dire partire con l’intenzione di prenderci dei rischi che sinceramente non ritenevamo opportuni, complimenti quindi ai nostri avversari, noi siamo sicuramente soddisfatti di questo risultato”.
 
Foto Massimo Bettiol

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi