Header ad
Header ad
Header ad

Spettacolo musicale il 6 agosto in piazza Jean Varraud a Bagni di Lucca

Esattamente dopo un quarto di secolo l’Associazione «Don Franco Baroni» o.n.l.u.s. torna a Bagni di Lucca.

Obiettivo offrire uno spettacolo musicale nella stessa piazza Jean Varraud, di fronte al «Circolo dei Forestieri». I precedenti risalgono al 10 e al 12 agosto 1991 e poi al 26 luglio 1992, appunto 25 anni fa. Allora si trattava delle selezioni del «Festival delle Mura», le cui serate finali si svolsero poi in cortile degli Svizzeri a Lucca, presentate rispettivamente da Gabriella Golia e da Laura D’Angelo.
«Non potevamo mancare questa ricorrenza del 25esimo anniversario – commenta Emanuela Gennai, responsabile della sezione spettacolo dell’Associazione “Don Franco Baroni” o.n.l.u.s. e conduttrice della serata – e stiamo lavorando per offrire un evento ricco di musica e di emozioni. L’abbiamo intitolato: “acCANTO A TE una notte d’amore e di armonia” e vedrà la partecipazione di cantanti e di ballerini. Complessivamente sono in scaletta ben 43 brani per una serata che inizierà alle ore 21,15 di domenica 6 agosto prossimo per concludersi verso le ore 00,30».
Non ci sarà soltanto il 25esimo anniversario della precedente serata a Bagni di Lucca. Fra i motivi dell’appuntamento-evento di domenica 6 agosto ci sarà anche il 40esimo anniversario delle riprese del celebre film musicale «La febbre del sabato sera».

«Quaranta anni fa, proprio in queste settimane fra i mesi di luglio e agosto – ricorda Emanuela Gennai – vennero girate le immagini di quel film che ha fatto la storia del cinema musicale. “La febbre del sabato sera” consacrò la fama di John Travolta, presentando alcune fra le sequenze di ballo più famose nella storia del cinema. Il set della pista da ballo venne allestito all’“Odyssey 2001”, la discoteca che si trovava al numero 802 della sessantaquattresima strada a Brooklyn a New York. Un locale che all’epoca ha fatto la storia della discomusic newyorkese. La pista da ballo, che era stata costruita proprio per il film con legno, plexiglass e naturalmente lampade colorate, ha rappresentato un luogo e un’era leggendaria, tanto che veniva visitato da moltissimi turisti, soprattutto europei, che passavano da New York. Per ricordare quel film e quell’epoca ci saranno il maestro Vijay Tajanand Pierallini, autore dello spettacolo “Saturday night fever” messo in scena nei teatri di Lucca, Castelnuovo Garfagnana e Bagni di Lucca fra il 2015 e lo scorso anno. Con lui il cantante Dylan Pedonesi, che nello spettacolo interpretava uno dei tre fratelli: Barry, Robin e Maurice Gibb, i mitici Bee Gees. Ci saranno anche quattro allieve di Atmosfera Danza di Ilenia Bizzarri: Lavinia Rogo, Sara Medori, Giada Barbieri e Agnese Medori».

Per quanto riguarda i cantanti sono previste le esibizioni di: Luna Degl’Innocenti, Viola Degl’Innocenti e Gaia Giordani che frequentano i corsi di canto dell’insegnante Maddalena Adorni, e ancora di: Lorenzo Guerrieri, Chiara Marchi, Alessandra Morra, Denise Lara Giustarini, Giorgia Conforti, Benedetta Cinquini, Isabel Bertolacci e Massimo Cagnoni, con quest’ultimo che partecipò al «Festival delle Mura» sia nel 1991 come nel 1992.

Da evidenziare inoltre la partecipazione straordinaria della soprano e attrice Cosetta Gigli che presenterà due brani, oltre ad essere l’insegnante di Chiara Marchi, Alessandra Morra, Denise Lara Giustarini e Giorgia Conforti.

Ci saranno anche le esibizioni di Tango argentino, con le coppie dell’Associazione «Tango Querido», realtà lucchese che organizza corsi a tutti i livelli di preparazione, incontri culturali a Villa Rossi e partecipa a varie manifestazioni: dalla notte bianca ai giovedì estivi in piazza del Giglio. Importante è anche l’attività sociale e di solidarietà internazionale e l’attenzione ad alcune malattie neurologiche che possono trovare importanti benefici proprio con il Tango.

Da ricordare che l’appuntamento di domenica 6 agosto in piazza Jean Varraud a Bagni di Lucca è organizzato in collaborazione con il Comune di Bagni di Lucca, l’Associazione La Villa e l’Associazione culturale «Il Mammalucco». L’ingresso è libero e gratuito.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi