Header ad
Header ad
Header ad

RALLY: Buona la terza, per Lucchesi “junior”

Dopo due gare da dimenticare il 18enne figlio d’arte di Bagni di Lucca, con la Seicento Sporting della BRT, ed affiancato dalla mamma Titti Ghilardi, al Rally del Casentino ha centrato il pieno riscatto stagionale.

10 luglio 2017 –

Non sarà stata la classica gara che vale una stagione, ma certamente il il 37° Rally del Casentino a Bibbiena (Arezzo) per Christopher Lucchesi é stata una liberazione. La terza prova del Campionato IRCup, durante il fine settimana appena trascorso, é stata la prova di riscatto per il 18enne figlio di Gabriele e di Titti Ghilardi

Dopo due gare, “Lirenas” e “Taro”, condizionate dai tradimenti della dea bendata, il giovane di Bagni di Lucca, con la Fiat Seicento BRT Racing di Barsotti, con la patente solo dalla scorsa primavera, ce l’ha fatta a vedere la bandiera scacchi con la vittoria di classe ma soprattutto facendo segnare riscontri cronometrici di categorie superiori, a conferma della sua notevole crescita tecnica a dispetto della giovane età e della relativa esperienza agonistica.

La gara casentinese di Lucchesi, ovviamente affiancato dalla mamma Titti Ghilardi doveva essere letta soltanto per vedere l’arrivo e invertire la tendenza sinora negativa ed alla fine é arrivato un risultato che rinfranca sotto tutti gli aspetti: Come afferma il diretto interessato:  Siamo partiti senza troppi progetti, avevamo in testa solo di arrivare, l’obiettivo lo abbiamo centrato e per questo siamo soddisfatti. Mi era stato “imposto” di non prendere rischi e non cercare alcuna sfida, la gara era lunga, molto difficile sia per un percorso – bellissimo – che non perdona sia anche per il caldo. Siamo rimasti soddisfatti, anche i riscontri cronometrici non sono stati male, la vettura ha girato al meglio senza alcun problema ed il sostegno da parte della squadra, come della mia famiglia, é stato al massimo. Grazie anche ai tanti sostenitori che si sono sobbarcati una trasferta così lunga per venirmi a sostenere!”

Foto Leonardo d’Angelo

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi