Header ad
Header ad
Header ad

ARTISTI DI FAMA MONDIALE PER IL SERAVEZZA BLUES FESTIVAL

L’ASSOCIAZIONE CULTURALE ALEXANDRE MATTEI PRESENTA

LA TERZA EDIZIONE DEL SERAVEZZA BLUES FESTIVAL

Il 15 e 16 luglio calcheranno il palco del Festival grandi artisti internazionali tra cui Ana Popovic e Mc Kinley Moore Big Band. Tra le novità, il Villaggio del Blues

Artisti di fama mondiale e una location spettacolare. Un binomio vincente su cui punta con convinzione assoluta il Seravezza Blues Festival, kermesse di musica internazionale ad ingresso gratuito che si svolge in Versilia, capace di imporsi da subito come uno degli appuntamenti di maggior rilievo non solo in Toscana, ma in tutta Italia.

La rassegna musicale, giunta alla sua terza edizione, si terrà sabato 15 e domenica 16 luglio nell’incantevole cornice del parco del Palazzo Mediceo di Seravezza dove sarà allestito il palco sul quale si esibiranno grandi ospiti internazionali e le migliori band nel panorama del Blues nazionale.

La line-up sarà di assoluto livello. Special guest dell’evento saranno Ana Popovic, in pieno tour mondiale che la vede impegnata tra Europa e Stati Uniti in oltre 100 date nel 2017 e la Mc Kinley Moore Big Band, che si avvale di una grande sezione fiati per una serata di Rhythm & Blues.

Un evento che, dopo il grande successo delle passate edizioni, vuole coinvolgere un pubblico sempre più ampio di appassionati del blues, ma anche di chi intende trascorrere un weekend in una magnifica location animata da incontri, iniziative culturali e didattiche che coinvolgeranno anche il Teatro delle Scuderie adiacente alla venue. Quest’anno, infatti, per la prima volta il Seravezza Blues Festival si svolgerà su due giorni e non più uno.

La particolarità di quest’anno sarà il Villaggio del Blues all’interno del quale si potranno degustare ottime birre artigianali prodotte sul territorio a km zero, prodotti gastronomici locali e dove saranno presenti spazi espositivi e di vendita di strumenti musicali, liuteria, merchandising blues, bike e motorcycles, dischi e vinili.

Il Seravezza Blues Festival, sostenuto dalla Fondazione Terre Medicee, con il patrocinio del comune di Seravezza e il contributo della Banca del Credito Cooperativo della Versilia, rappresenta l’evento di punta dell’associazione culturale “Alexandre Mattei”, fondata in ricordo del musicista pietrasantino scomparso prematuramente nel 2015 ed impegnata in vari progetti a scopo benefico.

L’evento è stato presentato ufficialmente questa mattina (sabato 1 luglio) a Palazzo Mediceo. «Apriamo ancora una volta le porte ad un evento nel quale crediamo fortemente, sviluppato da persone che hanno idee buone e molta voglia di fare», dichiara il Sindaco Riccardo Tarabella. «Il raddoppio delle date ed il coinvolgimento di diverse realtà del territorio rappresentano un ulteriore salto di qualità» aggiunge l’assessore alla valorizzazione e alla promozione del territorio Giacomo Genovesi.

«Ogni anno la Banca del Credito Cooperativo della Versilia sostiene attivamente un appuntamento i cui margini di sviluppo sono enormi», sottolinea il presidente Enzo Stamati.

Luigi Grasso, il responsabile della comunicazione dell’evento, evidenzia lo spessore elevatissimo degli artisti che saranno presenti al Seravezza Blues Festival. «Siamo orgogliosi di esser riusciti a portare in Versilia McKinley Moore e Ana Popovic, impegnata in un tour lunghissimo che la vede suonare in Europa e negli Stati Uniti».

La solidarietà è una prerogativa della rassegna e dei suoi organizzatori. «Anche per questa edizione una parte del ricavato sarà destinata all’acquisto di un apparecchio per l’Opa di Massa. Doneremo inoltre un contributo ad una filarmonica locale», ci tiene a sottolineare Giuseppe Campatelli, presidente dell’associazione Alexandre Mattei.

Al Seravezza Blues Festival si esibiranno inoltre le due giovani band che si saranno aggiudicate la selezione, iniziativa promossa dagli organizzatori, che si concluderà sabato 8 luglio con la finalissima al Caffè Osteria Ambrosiana di Pietrasanta (in via Aurelia Sud 12).

Main sponsor della manifestazione sarà Enegan, trader di luce e gas operante su tutto il territorio nazionale. L’azienda, nata nel 2010, in pochissimi anni è riuscita ad affermarsi a livello italiano e oggi vanta oltre 1000 agenti in tutto lo stivale ed oltre 150.000 clienti. La dinamicità di Enegan è rappresentata anche dall’età media dei propri dipendenti, che si attesta sui 28 anni. Ed è per questo che la realtà è sempre aperta a sostenere eventi e manifestazioni come il Seravezza Blues Festival. In questi 7 anni di vita Enegan ha raggiunto tanti traguardi, ultimo in ordine cronologico, l’inserimento da parte di una testata autorevole come il Financial Times tra le 1000 aziende con il tasso di crescita più alto in Europa. Enegan che si è attestata prima tra le aziende italiane del settore in questa speciale classifica. «La nostra filosofia è da sempre quella di rivolgerci in maniera chiara e limpida al pubblico – afferma Andrea Guarducci, presidente di Enegan -. Mettiamo al centro dei nostri servizi i clienti, fornendo soluzioni complete e personalizzate».

Ana Popovic, artista di origine serba ma con base a Memphis (Usa), è una virtuosa chitarrista ed headliner dei più importanti festival blues mondiali. Grazie al padre, grande collezionista ed appassionato di blues conosce artisti come Elmore James, Albert Collins Bukka White e Robert Cray. Ana propone un solido rock blues venato di soul e R&B. È recente la pubblicazione del suo ultimo album “Trilogy’’, il suo ottavo solista in studio.


Mc Kinley Moore, artista californiano, è figlio del reverendo battista McKinley Shaw. Comincia a farsi le ossa con il gospel in chiesa nelle campagne del Texas.

Calca i più importanti palcoscenici in concerti con artisti del calibro di Albert Collins, Willie Dixon, Johnny Hearthsman, Billy Branch , Katie Webster, Joe Louis Walker. La band che lo supporta nel suo tour italiano è formata da Emiliano Degl’ Innocenti: chitarra e voce, Valentina Bartoli: organo, Matteo Sodini: batteria, Giovanni Grasso: basso, Ben “King” Perkoff: sax tenore e soprano, Antonio Martellini: sax e baritono, Manolo Nardi: tromba

Questo slideshow richiede JavaScript.

Line up 2017

Sabato 15 luglio
ore 19.00 Terzo Tempo Blues Band

ore 19.30 Choppy & The King Trio
ore 20.00 vincitore Concorso Ambrosiana
ore 21.00 Fabio’s Fables

ore 21.45 Leo Boni

ore 22.30 McKinley Moore Big Band feat Ben “King” Perkoff

Domenica 16 luglio
ore 19.00 Cigar Balblus

ore 19.30 Blues Lead Off
ore 20.00 Vincitore concorso Ambrosiana
ore 21.00 Mud Slide Dan trio

ore 21.45 Francesco Mattei Blues Band feat Roland van Straaten

Ore 22.30 Ana Popovic

ANA POPOVIC

Ana Popovic, artista di origine serba, nata a Belgrado, ma residente negli USA, è una virtuosa chitarrista ed headliner dei più importanti festival blues mondiali. Grazie al padre, grande collezionista ed appassionato di blues conosce artisti come Elmore James, Albert Collins,  Bukka White, Johnny Copeland e Robert Cray. Dopo nove dischi e tour in tutto il mondo, adesso è una famosa star internazionale.Ana propone un solido rock blues venato di soul e R&B. È recente la pubblicazione del suo ultimo album “Trilogy’’, il suo ottavo solista in studio. Un progetto ambizioso, ben 23 brani funk, rock/blues e jazz tunes prodotti dal vincitore del Grammy Award, Warren Riker (Lauryn Hill, Carlos Santana), assieme ad un altro vincitore di Grammy Award, Tom Hambridge (Buddy Guy) e Delfeayo Marsalis, uno dei più famosi trombonisti, compositori e produttori del jazz oggi. Tra gli ospiti ricordiamo Joe Bonamassa, e Robert Randolph.

Per il suo stile chitarristico la rivista Jazz News l’ha descritta come prova che la reincarnazione di Jimi Hendrix è donna, ma come c’è un solo Hendrix ed un solo Stevie Ray Vaughan, c’è una sola Ana Popovic, con la sua originale miscela di blues, jazz, funk e rock.

Nominata ai WC Handy Awards di Memphis come miglior nuovo artista nel 2003 (pare che lì un europeo non avesse mai messo piede), in Francia, a Juan Le Pins, ha vinto il “Jazz a Juan-Revelation 2004″, tanto per fare un esempio. Autrice ispirata e solida performer, Ana è una delle nuove promesse del blues, che ama reinterpretare secondo lo spirito dei nostri tempi.

Il suo grande successo mondiale è cresciuto negli anni con tanti riconoscimenti: gli ultimi ai Blues Music Awards 2012 con ben 3 nomination, tra le quali quella al disco Unconditional come Miglior Album di Blues Contemporaneo e quella del 2014 come Miglior Artista Blues Femminile Contemporaneo. I British Blues Awards la nominano come Best Overseas Artist accanto a B.B.King e Joe Bonamassa. Tante le collaborazioni e le partecipazioni ai più importanti festival ed eventi, dal californiano Doheny Blues Festival accanto a Eric Johnson, Jonny Lang, Tedeschi Trucks, oltre ad aver condiviso il palco con musicisti del calibro di Joe BonamassaGary Clark Jr. e persino B.B.King.

Effettua tour da oltre 100 concerti all’anno in Usa, Canada, Europa e Giappone e finisce sulle copertine di importanti riviste specializzate di chitarra come Vintage Guitar e Guitar Player, oltre ad essere endorser di Fender, D’Angelico, Jim Dunlop e DR strings. Ana Popovic chitarra/voce leader Michele Papadia tastiere/cori Kirk Smothers sax E.J. Dyce tromba Ronald Jonker basso/cori Stephane Avellaneda batteria/cori

www.anapopovic.com

MCKINLEY MOORE

McKinley Moore, figlio del reverendo battista McKinley Shaw Sr, si fa le ossa con il Gospel in chiesa, nelle campagne del Texas, esperienza che gli lascerà un segno indelebile, sviluppando poi nel tempo uno stile baritonale profondo e ricco di sentimento alla maniera di Otis Redding e Ray Charles. Nel 1993 ha avuto un gravissimo incidente che lo ha tenuto fermo per anni, ma è stato anche grazie all’incontro con Solomon Burke nel 2006, che lo ha personalmente incitato e gli ha dato la spinta a tornare sulla scena.

Molti dei musicisti responsabili della ricca eredità musicale della Stax ormai non ci sono più, ma sicuramente non sono mai stati dimenticati! Il mondo musicale perse troppo presto un giovanissimo Otis Redding, e la scomparsa della stessa Stax seguì poco dopo, ma quella “Sweet Soul Music” vive ancora In canzoni come “Dock of the Bay”, “Just Another Day”, “Try A Little Tenderness”. Canzoni che sono state le icone dell’anima degli anni ’60, cioè la Love Generation. Musica troppo ricca, troppo piena di soul per non essere più ascoltata, e McKinley Moore porta avanti con classe e perizia questa missione nel mondo. Un suo spettacolo live è imperdibile, il suo modo di cantare e tenere il palco vi catapulterà immediatamente indietro nel tempo all’epoca della Sweet Soul Music.

Nel 2010 ha infuocato la platea del Porretta Soul Festival e del Soul Train di Berlino con le sue grandi apparizioni. La band che lo supporta nel suo tour italiano ospita il suo vecchio amico Ben “King” Perkoff, grande sassofonista di San Francisco, che vanta collaborazioni con Boz Scaggs, Paul Butterfield, Robert Cray, Big Mama Thornton, Big Joe Turner, Albert Collins, Maria Muldaur, Huey Lewis, Elvin Bishop, Mike Bloomfield, e ha calcato i più importanti palcoscenici in concerti con artisti del calibro di Willie Dixon, Johnny Hearthsman, Billy Branch , Katie Webster, Joe Louis Walker. Il suo stile personale e malinconico fa riferimento a King Curtis, Jr. Walker, Charlie Parker e John Coltrane.

La band che lo supporta nel suo tour italiano è formata da Emiliano Degl’ Innocenti: chitarra e voce, Valentina Bartoli: organo, Matteo Sodini: batteria, Giovanni Grasso: basso, Ben ” King ” Perkoff: sax tenore e soprano, Antonio Martellini: sax e baritono, Manolo Nardi: tromba.

LE BAND

TERZO TEMPO BLUES BAND

I Terzo Tempo Blues Band sono un quartetto blues/soul formatosi dall’unione di Stefano Leonardi (chitarra e voce), Nicola Bertonelli (chitarra), Alessandro Andreoni (basso) e Nicolò Angeli. L’intento della band è di dare omaggio a grandi artisti che hanno fatto la storia del blues.

CHOPPY & THE KING TRIO

Dall’idea di King Rosetti e Chiara “Choppy” Sale si forma un duo chitarra/rullante-Charleston per riproporre alcuni rock’n’roll e swing anni ’50, uniti a brani classici della tradizione americana (Blues compreso ovviamente). Dopo le prime esibizioni, complice anche l’ingaggio come House band da Jam session, la formazione si allarga a tre con l’ingresso di Federico Casarosa al basso/armonica e con lui vengono arrangiati sia diversi “medley” divertenti e apprezzati in ambito live che brani di produzione originale.

FABIO’S FABLES

I versiliesi Luciano Federighi (cantante, armonicista e pianista) e Fabio Ragghianti (chitarrista, cantante e mandolinista) hanno creato il gruppo dei Fabio’s Fables nel 1973, dopo un primo viaggio di esplorazione musicale e culturale negli Stati Uniti. A fianco di Federighi e di Ragghianti, fanno parte dei Fables: il sassofonista contralto e baritono Paolo Dionisi Vici, il bassista e chitarrista Fabrizio Di Salvo e il batterista Alessandro “Gazzosa” Benedetti.

LEO BONI

Chitarrista cantante italo-americano, premiato con la “Weepin’ Willie All Star” come migliore blues band di Boston, dopo molti anni di attività musicale nel nord-est degli USA.
Eclettico e versatile, le caratteristiche di Leo Boni sono la formazione blues che gli viene dalla lunga esperienza statunitense, le radici profondamente piantate nella tradizione toscana e l’amore per la musica degli zingari manouche dell’Alsazia: questi fattori uniti alla sua voce calda e particolare, danno vita ad un sound unico al basso Anacleto Orlandi e alla Batteria Matteo Sodini.

CIGARbalblus

I CIGARbalblus sono un progetto di Modern Blues di Prato. Formatisi nel 2002, per i CIGARbalblus la dimensione live resta indubbiamente quella in cui la band meglio si esprime, i loro spettacoli non sono mai scontati ma spesso coinvolgenti per il pubblico presente. Hanno un proprio repertorio di brani originali, che partendo dalle origini del genere, passando attraverso il Chicago Style, arriva fino ai giorni nostri attraverso uno spirito passionale, energico e con un tocco di modernità. Nel 2015 esce il loro primo lavoro “hEPpyblus” ed al momento stanno realizzando il loro primo CD, che vedrà prestigiose collaborazioni di Artisti del panorama Blues Italiano.

BLUES LEAD OFF:

I Blues Lead Off sono un trio formato da Valerio Mazzucchelli (batteria), Simone Ricci (basso), Pablo Gigliotti (chitarra e voce). Base ritmica di esperienza con formazione funk rock e un giovane talento della 6 corde, nuova leva del modern blues.

MUD SLIDE DAN TRIO ALIAS DANIELE GIGLI

Cantante e chitarrista, virtuoso e innovatore, Daniele Gigli rappresenta una delle realtà musicali nazionali più interessanti del momento. Un mix di blues, soul, rock e funk, una VOCE graffiante al servizio di una tecnica chitarristica accurata in bilico tra sperimentazione sonora e valori tradizionali del fingerstyle. Alla Batteria Enrico Cecconi al Basso Renato Marcianò.

FRANCESCO MATTEI BLUES BAND FEAT ROLAND VAN STRAATEN

Roland van Straaten viaggia con una selezione delle sue canzoni preferite, come un frate musicante, se parte in esilio su un’isola deserta con i suoi testi più preziosi. Sotto i riflettori caldi dei festival si è fatto sfidare da musicisti blues-rock. A volte canta con strumentisti virtuosi intorno a tavole generosamente impostate, lussuose come nei film di Fellini, a volte suona di notte, con amici, sui gradini di marmo di una cattedrale suggestiva – toccando accordi jazz con una mano sul collo della chitarra e l’altra mano che porta un’armonica blues alla bocca. Al Seravezza Blues Festival sarà accompagno dalla Francesco Mattei Blues Band: Francesco Mattei (chitarra), Carlo Romagnoli (basso), Davide Malito Lenti (batteria).

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi