Header ad
Header ad
Header ad

Performance di Cecilia Bertoni nella Tenuta Dello Scompiglio di Vorno

Tenuta Dello Scompiglio

Vorno (Capannori, Lucca)

Assemblaggi Provvisori

Compagnia Dello Scompiglio

round midnight

di Cecilia Bertoni in collaborazione con Carl G. Beukman

10-11 giugno 2017

La Compagnia Dello Scompiglio, sabato 10 giugno (ore 21.00) e domenica 11 (ore 19.30), negli spazi dell’omonima Tenuta di Vorno (Capannori, Lucca), presenta round midnight, performance ideata da Cecilia Bertoni in collaborazione con Carl G. Beukman sulle aspettative e le consuetudini connesse all’identità di genere, di come vengono proiettate su ciascuno, diventando una seconda pelle sintetica che ci toglie il respiro.  Cinque performer – attraverso il corpo, la voce e i movimenti, la coralità e la solitudine – subiscono le convenzioni socio-culturali del genere come una violenza e tentano di sabotare queste imposizioni e scoprire cosa ci sia oltre il confine. Lo spettacolo, consigliato a un pubblico adulto, è prodotto dall’Associazione Culturale Dello Scompiglio.

I volti dei protagonisti sono inoltre al centro di round midnight / ritratti, video installazione di Cecilia Bertoni, paesaggio sonoro di Carl G. Beukman, sulle trasformazioni dei performer, colti in un primo momento appena svegli, senza filtri o maschere, poi truccati secondo le rappresentazioni delle convenzioni del maschile e del femminile, infine ritratti con un make up da loro scelto, che non li copra o che li renda presentabili, ma che racconti di più su chi sono veramente, oltre la dicotomia. Fino al 16 settembre 2017.

Gli appuntamenti fanno parte di Assemblaggi Provvisori, la manifestazione organizzata dall’Associazione Culturale Dello Scompiglio sul tema dell’identità di genere, che ha preso il via nel marzo 2016.

Compagnia Dello Scompiglio

round midnight                    

di Cecilia Bertoni

in collaborazione con Carl G. Beukman (2016)

regia, video, disegno scene e costumi Cecilia Bertoni

musiche, suoni e rumori Carl G. Beukman

performer Olivier Boréel, Eleonora Chiocchini, Katia Frese, Sara Leghissa, Valerio Sirna

e con Mauro Carulli (il Dottor Sadico)

testi Friedrich Nietzsche, Arthur Rimbaud e i performer

produzione Associazione Culturale Dello Scompiglio, a cura di Michela Giovannelli

Maschio o femmina? Rosa o Azzurro. Fragilità o forza. Purezza o coraggio. Pace o guerra….

Fin dalla nascita le aspettative legate a un colore o all’altro vengono proiettate su ciascuno di noi diventando una seconda pelle sintetica che ci toglie il respiro. Ti ricordi quando hai capito di appartenere a un genere o all’altro e quindi di poter fare o non fare determinate cose, movimenti, gesti, discorsi, scelte? Hai imparato bene la lezione? Quando sei da solo riesci a sfilarti questa pelle? Se vuoi possiamo incontrarci verso mezzanotte e danzare insieme fino a ben oltre…

Nello SPE – Spazio Performatico ed Espositivo Dello Scompiglio è inoltre possibile visitare:

– Sobre la sangremostra personale di Teresa Margolles (1963, Culiacàn, Sinaloa, Messico), sul tema dell’odio di genere. L’artista è nota per la creazione di opere d’arte che si concentrano sui temi della violenza, del genere, della povertà e dell’alienazione attraverso una narrazione intradiegetica, testimone di soggetti silenziosi e di vittime definite come “danni collaterali”. Nel contesto della violenza di genere si inserisce la mostra “Sobre la sangre”, che comprende l’installazione itinerante “Frazada (La Sombra)”, la grande tela che presta il titolo all’esposizione “Wila Patjharu / Sobre la sangre” e la nuova installazione site specific “Il Testimone”. A cura di Francesca Guerisoli e Angel Moya Garcia. Fino al 16 settembre;

– Camera #4 – Il Naufragio, installazione di Cecilia Bertoni e Claire Guerrier con Carl G. Beukman, che indaga sull’imposizione, attraverso l’educazione, della dicotomia tradizionale tra maschile e femminile, sulle ferite aperte che essa crea e sulla manipolazione alla quale ognuno di noi è sottoposto, provando a sovvertire l’esperienza dell’impossibilità dell’uomo di superare ogni “situazione-limite”. Fino al 16 settembre.

Il Progetto Dello Scompiglio ideato e diretto da Cecilia Bertoni, prende vita nella omonima Tenuta, situata alle porte di Lucca, sulle colline di Vorno; una realtà in cui le attività legate alle arti visive e performatiche negli spazi interni ed esterni e il dialogo e le attività con la terra, con il bosco, con la fauna, con l’elemento architettonico contribuiscono a una ricerca di cultura. Ogni scelta relativa al Progetto è perciò valutata in relazione alla propria sostenibilità ambientale, attraverso forme di interazione e di responsabilità. All’interno della Tenuta Dello Scompiglio, accanto all’Azienda Agricola e alla Cucina Dello Scompiglio, opera l’omonima Associazione Culturale. L’Associazione dal 2007 crea, produce e ospita spettacoli, concerti, mostre, installazioni; realizza residenze di artisti, laboratori, corsi e workshop; organizza e propone itinerari performatici all’aperto, visite guidate, lezioni Metodo Feldenkrais®; gestisce lo Spazio Performatico ed Espositivo (SPE). Una particolare attenzione è dedicata infine alle attività culturali per bambini e ragazzi, con rassegne teatrali, laboratori e campi estivi. 

www.delloscompiglio.org

INFO  0583 971125 

Addetta stampa Ass.ne Culturale Dello Scompiglio 

Angelica D’Agliano 339 8077411 |  0583 971612 | angelica@delloscompiglio.org

Consulenza Ufficio stampa “Assemblaggi Provvisori” 

Giovanna Mazzarella | 348 3805201 | giomazzarella@gmail.com

Questo slideshow richiede JavaScript.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi