Header ad
Header ad
Header ad

BASKET: La Lombardi Lucca alle finali nazionali di Udine

Lombardi Lucca – Pall.Trapani 76-64

LOMBARDI: Cattani, Gallacci, Lombardi 2, Paroli L., Berchielli, Del Debbio 23, Giovannetti 15, Pardini, Paroli G. 4, Drocker 24, Dosso, Santini 13. All. Piazza

TRAPANI: Ciarru, Pellegrino, Longo 4, Fontana, Giacalone, Zitta, Guaiana 18, Minore, Amato 10, Nicosia 9, Vultaggio 2, Simic 21. All. Canella

NOTE: parziali 25-17, 45-30, 55-52

Risultato storico della Lombardi Lucca che batte Trapani ed entra tra le migliori 16 squadre d’Italia strappando un pass per le finali nazionali di Udine dove dall’11 al 18 giugno sarà inserita nel girone A con Mens Sana Siena, Vivi Napoli e la vincente dello spareggio tra Olimpia Milano e Use Empoli. Un traguardo incredibile, soprattutto se si pensa che la squadra è interamente composta da ragazzi lucchesi cresciuti nel settore giovanile biancorosso, senza alcun tipo di reclutamento.

Dopo il secondo posto nel girone interregionale, dietro solo alla Stella Azzurra, i lucchesi interpretano lo spareggio del PalaAvenali a Roma nel migliore dei modi partendo subito forte fin dalla palla a due. Avanti di 8 punti alla prima sirena, i ragazzi di coach Piazza hanno allungato progressivamente fino al +15 dell’intervallo e addirittura +17 nel terzo quarto. A quel punto la stanchezza ha portato a un calo di intensità per la squadra con i trapanesi che sono rientrati fino a -3 all’inizio dell’ultimo periodo senza però mai riuscire ad andare in vantaggio. Recuperate le energie fisiche e mentali i ragazzi della Lombardi hanno piazzato due canestri importanti e condotto l’incontro fino alla fine in pieno controllo.

«La cosa più importante è che un gruppo composto da ragazzi che risiedono tutti nel comune di Lucca è arrivato tra le migliori sedici squadre d’Italia. Un risultato costruito in casa con il lavoro e senza alcun tipo di reclutamento. Credo davvero che sia un record». Questo il commento di coach Giuseppe Piazza a fine gara. «La squadra è cresciuta molto col passare dei mesi e chi ci vedeva a inizio anno non poteva pensare che avremmo potuto raggiungere questo risultato. Penso che per tutti sia un premio esserci arrivati e voglio che i ragazzi provino una grande gioia solo per il fatto di essere arrivati a Udine. Sappiamo già che il livello sarà altissimo ma pensiamo di fare una figura decorosa».

Il presidente del Centro Minibasket Luigi Pracchia tiene a esprimere «la personale soddisfazione per il risultato raggiunto frutto di un lavoro che parte da lontano con tutti i ragazzi di Lucca cresciuti nel nostro settore giovanile».

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi