Header ad
Header ad
Header ad

RUDY MICHELINI PENSA DI NUOVO “TRICOLORE”: DALL’ELBA PARTE LA NUOVA AVVENTURA

RUDY MICHELINI PENSA DI NUOVO “TRICOLORE”:
DALL’ELBA PARTE LA NUOVA AVVENTURA DEL C.I.WRC
Il pilota lucchese, dopo la delusione del “Lirenas” e conseguente abbandono del Campionato IRCup ha deciso di provare la carta del tricolore a partire dal Rallye Elba, questo fine settimana. 
La vettura sarà la stessa, una Ford Fiesta R5 del team Erreffe, con al fianco Michele Perna.
Rudy Michelini ha riprogrammato la propria stagione agonistica. Il driver lucchese della Movisport, dopo aver abbandonato la serie IRCup dopo il Rally Lirenas di inizio aprile, per protesta contro la non applicazione del regolamento di Campionato, ha deciso di prendere la strada del Campionato Italiano WRC, sei appuntamenti, che avvierà le sfide questo fine settimana al Rallye Elba.
Affiancato da Michele Perna Michelini affronterà il Campionato con la Ford Fiesta R5 del Team Erreffe, con l’obiettivo di elevarsi in categoria ed affacciarsi per quanto più possibile nei quartieri alti della classifica contro le più potenti vetture World Rally Car.
Quella dell’Isola d’Elba, per Michelini é una gara “magica”, due anni fa ebbe modo di concluderla al secondo posto assoluto, certamente stimolo per un avvio di questa nuova versione “tricolore” per pilota e navigatore.
 “Non voglio proseguire lo strascico di polemiche che ci ha accompagnati dopo il Rally Lirenas – dice Rudy Michelini – non vi erano più le condizioni per proseguire nell’IRCup ed abbiamo guardato oltre. La scelta é ricaduta sul CIWRC, che non ritengo assolutamente un ripiego, solo che avendo più gare in calendario che non l’altra serie, comporta un impegno maggiore di budget. Iniziamo una nuova avventura che sono sicuro ci porterà immagine ed anche soddisfazioni sportive, peraltro partendo da una gara bellissima, che due anni fa ci dette grandi sensazioni!”.
Il programma agonistico del Rallye Elba prevede nove prove speciali per 117,40 Km cronometrati su un percorso totale di 334,58 Km. Giovedì 4 maggio nel tardo pomeriggio sono previste le verifiche pre gara che proseguiranno la mattina di venerdì 5  mentre alle 17.00 ci sarà la partenza del primo equipaggio. Cinque le prove previste nella giornata di venerdì, con l’impegnativa “Cavo-Volterraio” che, con i suoi 26,710 Km, sarà la più lunga della gara per poi proseguire con “Lacona” di 9,510 Km. (che sarà ripetuta due volte), “Cavo-Nisportino” di 11,160 Km. e la nuova prova spettacolo “Portoferraio” di 2,700 Km. Il rally proseguirà sabato 6 maggio con la disputa dei rimanenti quattro tratti cronometrati con la “Due Mari” di 22,700 Km, “Volterraio” di 5,850 Km, “Cavo-Nisportino” di 11,160 Km. e Buonconsiglio” di 18,100 Km. L’arrivo finale è previsto così alle ore 15.00 a Portoferraio.
Foto Massimo Bettiol

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi