Header ad
Header ad
Header ad

La Polifonica Lucchese festeggia il cinquantesimo anniversario, gli eventi.

Il primo appuntamento il 7 maggio in San Martino nell’ambito di Lucca Classica Music Festival

Il 2017 rappresenta una tappa importante per una delle più amate istituzioni musicali di Lucca, la Polifonica Lucchese, che quest’anno festeggia il cinquantesimo anniversario.

Tra i fondatori, nel 1967, c’era anche il Maestro Egisto Matteucci, che è l’attuale infaticabile direttore della corale e che in questi anni ha guidato la Polifonica ad esibirsi in importanti concerti  oltre che nella sua mansione principale che è quella di accompagnare le funzioni religiose nelle principali festività dell’anno nelle chiese della parrocchia del Centro Storico.

Fra le esecuzioni concertistiche si ricordano la Waisenhaus Messe di Mozart, il Requiem Tedesco di Brahms, la Missa in Angustiis di Haydn, la Messa in do maggiore di Beethoven, il Lobgesang di Mendelssoh e la Messa di Catalani mentre nel servizio liturgico il gruppo corale attinge spesso a musiche di autori lucchesi più o meno antichi (come ad esempio Giacomo Puccini senior), tratte dai ricchi archivi della città.

Il programma del coro in occasione di questo anniversario è particolarmente ricco.
Il primo appuntamento sarà nell’ambito del Lucca Classica Music Festival con l‘animazione della messa in San Martino domenica 7 maggio alle ore 10.30 insieme all’organista Giulia Biagetti.
Il 7 luglio sarà poi la volta delle celebrazioni per lafesta di S. Paolino con il tradizionale Mottetto e la Rassegna Musicale.
Il 23 settembre torna l’ormai tradizionale Concerto per San Michele che prevede quest’anno l’esecuzione della Messa a Quattro Voci e il Mottetto per San Paolino del giovanissimo Giacomo Puccini.
Il 26 novembre, infine, una celebrazione particolare per la festa di Santa Cecilia, patrona della musica.

Un po’ di storia

La Polifonica Lucchese nasce nel 1967 come complesso vocale al servizio della liturgia.
Nel 1972, grazie al direttore artistico dell’Associazione Musicale Lucchese, Herbert Handt, intraprende anche l’attività concertistica debuttando con la prima esecuzione a Lucca del Requiem di Giacomo Puccini. Da quel momento la presenza della Polifonica Lucchese nelle programmazioni annuali dell’AML non si è mai interrotta realizzando i maggiori capolavori corali sotto la direzione del proprio fondatore Egisto Matteucci. Ha potuto così annoverare nel suo repertorio il Requiem e la Waiesenhaus Messe di Mozart, la Missa in Angustiis di Haydn, la Messa di Gloria di Rossini, la Messa a quattro di Puccini, il Requiem tedesco di Brahms, il Messia di Haendel, l’Oratorio di Natale di Bach, la Messa di Santa Cecilia di Gounod, il Requiem di Faurè, l’Oratorio de Noel di Saint Saens.
Ha inoltre rivolto particolare attenzione anche all’esecuzione di musiche dei più grandi compositori lucchesi del passato, come Boccherini, gli antenati di Puccini e Gaetano Giani Luporini, il quale ha scritto e dedicato alla Polifonica Lucchese il Debutto in città.
Nell’intento di educare alla pratica vocale e diffondere la musica corale, nel 1977 ha istituito un coro di voci bianche, da ventisei anni promuove la Rassegna di Musica Sacra e da cinque anni il Concerto per San Michele.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi