Header ad
Header ad
Header ad

RUDY MICHELINI AL RALLY “LIRENAS” DI CASSINO: RITIRO DALLA CORSA E DAL CAMPIONATO

Il pilota lucchese, al volante della Ford Fiesta R5 del Team Erreffe si é ritirato dalla competizione e dall’International Rally Cup, perché in disaccordo con l’interpretazione data al regolamento del Campionato da parte dei promotori.

Lucca, 10 aprile 2017 – Non ha sortito l’effetto sperato, l’esordio di Rudy Michelini nell’IRCup 2017. Il driver lucchese della Movisport, affiancato da Michele Perna lo scorso fine settimana ha preso il via al 7° Rally Internazionale Lirenas, a Cassino (Frosinone) prima delle quattro prove in calendario.

Michelini, avrebbe dovuto affrontare il Campionato con la Ford Fiesta R5 del Team Erreffe. Condizionale d’obbligo in quanto, a seguito di alcune vicende accadute durante la gara, insieme al suo codriver e sentito anche il proprio management, ha deciso di ritirarsi sia dalla competizione che dal campionato stesso.

Sotto l’aspetto puramente sportivo, la porzione di gara disputata, per Michelini e Perna non é stata felice: il poco feeling con la vettura, un esemplare mai usato prima, le difficoltà anche date dalla strada sulla quale non avevano riferimenti ed anche il notevole tempo perso (circa 2’30”) con un “lungo” durante la quarta prova, avevano già fatto scrivere il bilancio in modo negativo.

La decisione di ritirarsi dalla gara ed anche dal Campionato IRCup é maturata sulla base dell’interpretazione data al regolamento del Campionato stesso, con riferimento all’articolo 6, relativo all’assegnazione del punteggio. Condizione vincolante é l’utilizzo, durante l’intera gara, del mono-carburante, distribuito presso l’impianto appositamente installato nell’area rifornimento. Secondo la norma apposita, é obbligatorio un rifornimento del mono-carburante ad ogni refuelling in misura tale da poter effettuare il tragitto fino al successivo rifornimento. La non accettazione di tale condizione prevede l’esclusione dell’equipaggio dall’acquisizione dei punti-gara.

La sera di sabato 8 aprile, durante il passaggio al primo refuelling, diversi equipaggi iscritti alla serie (il regolamento nazionale ACI Sport non prevede questa norma quindi chi non era iscritto all’IRCup poteva tranquillamente transitare senza fare benzina) non hanno effettuato il rifornimento di benzina, la decisione dello staff dell’IRCup è stata quella di non applicare il regolamento come da articolo 6 ma di emettere una circolare dove si ammoniva con diffida chi non aveva osservato la regola del fare rifornimento. 

“Essendo questo un fatto presentatosi puntualmente da ben tre stagioni – dice Rudy Michelini – nelle due precedenti  edizioni la cosa è avvenuta al Rally del Taro – avendo fatto presente ogni anno agli organizzatori che il regolamento parlava e parla chiaro ed avendo ricevuto sempre come risposta un nulla di fatto, questa volta abbiamo deciso di dire basta, ritirandoci dalla gara e dall’IRCup”. 

Michelini é amareggiato per i fatti accaduti a Cassino. Prosegue: “Per la stagione 2017, in accordo con il Team Erreffe, i miei partners ed il mio copilota Michele Perna, avevamo organizzato il nostro programma puntando al Campionato IRCup al quale aggiungere altre uscite spot durante l’anno. In cuor nostro la voglia sarebbe stata quella di sempre, ovvero presentarci al via del Campionato Italiano per potersi misurare contro i migliori interpreti a livello nazionale e dare un ritorno mediatico di grande valore a chi ci consente di correre. Purtroppo il budget per poter disputare un “tricolore” al top è molto elevato ed ecco allora nelle ultime stagioni abbiamo ritenuto l’IRCup una valida alternativa, con un montepremi finale interessante. L’IRCup è una serie privata organizzata da privati, con un proprio regolamento dedicato, con il pagamento della tassa d’iscrizione si accettano le regole riportate in esso per conseguire i punti ed il montepremi in palio. Io e Michele, anche se non siamo professionisti, cerchiamo sempre di correre ed impegnarci nei nostri ruoli in modo professionale ed ogni volta che partiamo per una trasferta il nostro intento è quello di fare e dare il massimo come se fossimo dei professionisti. Correre in macchina, non è soltanto allacciare le cinture, mettere il casco e lanciarsi in prova speciale, correre in macchina vuol dire anche osservare regolamenti, che dovrebbero essere letti, conosciuti da tutti, cosa molto rara, e rispettati, ma soprattutto applicati da chi li scrive. Ci teniamo in modo particolare a chiedere scusa al nostro Team, Erreffe, che come sempre ha dimostrato il massimo impegno e la massima professionalità, la nostra speranza è quella di poterli ripagare al più presto con un bel risultato”. 

Rudy Michelini, insieme al proprio management ed ai propri partner sta già lavorando per pianificare la restante parte di stagione.

Foto Massimo Bettiol

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi