Header ad
Header ad
Header ad

“Palio del Biroldo” Domenica 9 aprile al mercato di Marlia la seconda edizione

Domenica 9 aprile il mercato di Marlia ospiterà la seconda edizione del Palio del Biroldo

Domenica 9 aprile a partire dalle ore 9.30 il mercato di Marlia ospiterà la seconda edizione del ‘Palio del biroldo’ promosso dall’associazione culturale ‘Sei marliese se’ in collaborazione  con il Comune di Capannori. Sull’onda del successo della scorsa edizione a Marlia ritorna la sfida tra i norcini di grande tradizione e professionalità della Lucchesia, per celebrare ancora una volta il biroldo, insaccato fatto con le parti ritenute meno nobili del maiale tipico della Toscana e della Lucchesia, come protagonista indiscusso di una giornata all’insegna della gastronomia e dei prodotti locali.  La manifestazione mantiene il format della scorsa edizione, quella che l’associazione marliese definisce versione pilota, variando solamente la parte relativa alla degustazione da parte della giuria qualificata. Quest’anno infatti avverrà alla cieca: i giurati non sapranno chi è il produttore del biroldo che stanno assaggiando.

Il conduttore della giornata sarà nuovamente Fabrizio Diolaiuti, giornalista, presentatore e autore di programmi dedicati all’enogastronomia, che porterà avanti la sfida tra i norcini con domande e interviste cercando di carpire i segreti del mestiere. La manifestazione è stata presentata stamani (giovedì) nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella sede comunale di piazza Aldo Moro, alla quale sono intervenuti l’assessore al turismo e al marketing territoriale, Serena Frediani, Roberto Quilici e David Rovai, rispettivamente presidente e vice presidente dell’associazione’ Sei Marliese se’ insieme a Sabrina Pucci  e Raul Marianetti altri membri dell’associazione, Fabrizio Diolaiuti giornalista, presentatore e autore di programmi dedicati all’enogastronomia e Francesco Funaioli della Condotta Slow Food Lucca Compitese e Orti Lucchesi.

Alle 9.30 verranno spalancati i cancelli del mercato, con una ‘gustosa’ cerimonia di inaugurazione  e  l’apertura degli stand gastronomici con la tradizionale merenda lucchese a base di pane e biroldo. Dodici i norcini provenienti da tutta la provincia che si sfideranno a partire dalle ore 16.30. Anche quest’anno al vincitore assoluto sarà consegnato il palio disegnato dal pittore marliese Giuseppe ‘Beppino’ Del Debbio, un’opera su tela che il macellaio o il norcino potrà poi esporre nella propria attività. E se di Palio si tratta, il “mossiere” non può essere altri che Dario Cecchini, il famoso macellaio di Panzano in Chianti, che ancora una volta presiederà la giuria qualificata che procedendo con una degustazione alla cieca decreterà il biroldo migliore. Nell’area del mercato sarà allestita una zona pic nic con tavoli e sedie, dove i partecipanti all’evento potranno accomodarsi per passare insieme una domenica di festa.

Quest’anno il Palio del Biroldo vedrà anche la partecipazione dei tamburini e degli sbandieratori della Contrada Samo del Palio di Fucecchio, in un gemellaggio di festa e colori, ai quali spetterà il compito di consegnare il palio alla giuria. La Associazioni Marliesi, avranno a disposizione  anche  per questa seconda edizione uno spazio dedicato, una vera e propria cittadella, dove potranno promuovere e far conoscere le proprie attività e gli eventi in programma. Tra le varie attività della giornata, importanti quelle promosse da Slowfood Lucca Compitese e Orti Lucchesi che celebrerà proprio al  Palio del biroldo lo Slow Food Day.

“Fin dall’inizio abbiamo creduto in questa iniziativa che va a promuovere e valorizzare in particolare un prodotto tipico della nostra tradizione, come il biroldo, ma anche altre produzioni enogastronomiche locali –  spiega l’assessore al turismo e al marketing territoriale, Serena Frediani -. I prodotti tipici  rappresentano la tradizione e l’identità di un territorio e sono motivo di attrazione sia per i locali che per i visitatori. Questa manifestazione rappresenta, inoltre, una vetrina per le tante associazioni locali e costituisce in generale occasione di festa e di aggregazione per Marlia e il territorio. Una formuala risultata vincente che ha decretato il successo della prima edizione sulla cui scia è stato deciso di replicare l’evento. Ringrazio gli organizzatori per l’impegno che stanno dedicando alla realizzazione dell’iniziativa”

“Lo scorso anno la prima edizione del Palio del Biroldo, è stata un successo incredibile, in tanti ci hanno chiesto di andare avanti, e noi non ce lo siamo fatto ripetere due volte, proprio perché abbiamo sentito da parte di tutti l’interesse a mantenere viva una tradizione gastronomica del nostro territorio e della nostra provincia – spiega Roberto Quilici, presidente dell’associazione ‘Sei Marliese se’ – che rischia di andare perduta. Avevamo visto bene, il biroldo si adatta perfettamente alla competizione, perché per ogni norcino il ‘suo’ biroldo è più buono degli altri. Quest’anno avremo 12 versioni di biroldo, con norcini provenienti dalla Versilia, dalla Piana e dalla Garfagnana che si contenderanno il primo premio. Accanto a questo prodotto che  vogliamo considerare senza frontiere, e che vogliamo continuare a valorizzare e far conoscere ad un pubblico più ampio, e fuori dalla competizione, saranno presenti, salumi, formaggi, pane ed altri prodotti locali sempre nell’ottica di promuovere ciò che viene prodotto sul territorio”.

“Il 9 aprile in tutta Italia l’associazione festeggia lo Slow Food Day, il giorno del compleanno dell’Associazione della chiocciola – afferma  Francesco Funaioli  della condotta  Slow Food Lucca Compitese Orti Lucchesi-  . La nostra condotta ha scelto per il brindisi di buon compleanno di partecipare al Palio del biroldo, ospiti degli amici marliesi con i quali collaboriamo sin dalla prima edizione nel modo che ci è più congeniale, con un laboratorio in cui si prepara, dal vivo, il biroldo. A farlo, quest’anno, sarà Paola Bosi “ostessa” del ristorante i Diavoletti di Camigliano e figlia d’arte di Margherita Coletti, produttrice del presidio Slow Food del biroldo. Al palio parteciperemo anche con un tavolo conviviale e informativo al quale  i nostri soci saranno disponibili per informazioni sui temi dell’Associazione, dalla biodiversità ai consigli sulle ricette più sfiziose della stagione”.

Il Palio del Biroldo nasce da un’idea di Roberto Quilici, presidente dell’associazione marliese, tenuta in incubazione per tanto tempo fino a che, grazie al supporto e all’aiuto di tutti gli altri appartenenti al gruppo, è riuscito a metterla in pista e a farla diventare un evento degno di nota.
L’elenco dei Norcini che si sfideranno al Palio del biroldo:F.lli Bernardi Snc Di Bernardi Enrico e Bernardi Luca;  Macelleria Salumificio Lane’ Di Marco Lane’; Macelleria Bullentini Di Bullentini Renato & C;  Pagliai Francesco Nieri Giuseppe & C Snc;  Norcineria La Vinchiana di Lena Antonio; Macelleria Margherita Coletti;  Alimentari Rocchi Gino; Antica Macelleria Nutini; Salumificio Artigianale D’Antraccoli s.r.l.; Salumificio Artigianale Gombitelli di Triglia M & T s.n.c.; Alimentari Procissi Laura; Macelleria Bianchi Luigi & C (S.N.C.).

Foto tratta dalla pagina http://paolomarzi.blogspot.it/2016/08/dalle-sue-origini-ad-oggi-la-storia-del.html

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi