Header ad
Header ad
Header ad

Allo Scompiglio mostra di Teresa Margolles e video installazione di Cecilia Bertoni, sabato 25 marzo

Tenuta Dello Scompiglio

Vorno (Capannori, Lucca)

assemblaggi provvisori”

marzo 2016 – giugno 2017

sabato 25 marzo

Sobre la sangre

mostra di Teresa Margolles

a cura di Francesca Guerisoli e Angel Moya Garcia

round midnight/ritratti

video installazione di Cecilia Bertoni

There is no certainty

performance di Théâtre Variable n°2

Sabato 25 marzo, due inaugurazioni e una performance nello SPE – Spazio Performatico ed Espositivo Dello Scompiglio (Vorno, Lucca). Dalle ore 18.00:

Sobre la sangre, mostra di Teresa Margolles incentrata sull’odio di genere, a cura di Francesca Guerisoli e Angel Moya Garcia;

round midnight / ritratti, video installazione di Cecilia Bertoni in cui i ritratti dei cinque performer si trasformano gradualmente per eludere le convenzioni socio-culturali del genere. 

Alle ore 21.00, There is no certainty, di Théâtre Variable n°2, regia di Keti Irubetagoyena, sul peso della normalità attraverso gli occhi di una donna. 

Gli appuntamenti fanno parte di Assemblaggi Provvisori, manifestazione dell’Associazione Culturale Dello Scompiglio, diretta da Cecilia Bertoni, con concerti, incontri, installazioni, laboratori, mostre, performance, teatro ragazzi e residenze, incentrati sull’individualità in relazione e/o in conflitto con il genere e più specificamente con l’assenza di causalità e coincidenza tra il sesso biologico, il genere (mascolinità–femminilità) e l’orientamento sessuale.

25 marzo, dalle ore 18.00:

Sobre la sangre è il titolo della mostra personale di Teresa Margolles (1963, Culiacàn, Sinaloa, Messico), sul tema dell’odio di genere. L’artista è nota per la creazione di opere d’arte che si concentrano sui temi della violenza, del genere, della povertà e dell’alienazione attraverso una narrazione intradiegetica, testimone di soggetti silenziosi e di vittime definite come “danni collaterali”. Sottili e seducenti, le sue opere offrono inizialmente una piacevole esperienza estetica, che presto però diventa qualcos’altro. Nel contesto della violenza di genere si inserisce la mostra “Sobre la sangre”, che comprende l’installazione itinerante Frazada (La Sombra), la grande tela che presta il titolo all’esposizione “Wila Patjharu / Sobre la sangre” e la nuova installazione site specific “Testimone”. Nella sua complessità e articolazione, la mostra trasforma integralmente l’architettura dello spazio espositivo Dello Scompiglio, alterandone le caratteristiche fisiche e percettive, per portare il visitatore in un ambiente buio e labirintico che lo avvolge completamente.

A cura di Francesca Guerisoli e Angel Moya Garcia. Fino al 25 giugno.

round midnight / ritratti, video installazione di Cecilia Bertoni; paesaggio sonoro, Carl G. Beukman; performer, Olivier Boréel, Eleonora Chiocchini, Katia Frese, Sara Leghissa, Valerio Sirna. Il lavoro propone uno sviluppo dei video dell’omonima performance presentata dalla Compagnia Dello Scompiglio nel 2016, focalizzandosi sui ritratti dei cinque performer protagonisti e le trasformazioni con cui tentano di sabotare le convenzioni socio-culturali del genere. Nei video, vediamo i ritratti dei cinque performer. Essi appaiono in un primo momento appena svegli, senza filtri o maschere, ancora in uno stato di inconsapevolezza rispetto al dovere di presentarsi al mondo. Successivamente, “sbiancati” dai loro tratti, emergono truccati secondo le rappresentazioni delle convenzioni di maschile e femminile, mentre alla fine della narrazione loro stessi scelgono un make-up che non li copra o che li renda presentabili, ma che racconti di più su chi sono veramente, oltre la dicotomia. Fino al 25 giugno 2017.

25 marzo, ore 21.00 – 26 marzo, ore 19.30

Théâtre Variable n°2, There is no certainty – no, it’s difficult nowadays to be sure of something. Testo, Barbara Métais-Chastanier; regia, Keti Irubetagoyena;  performer, Julie Moulier. Vincitore di Price Edmond Proust 2015, MAIF Fund for Education, Île-de-France.

Dalle note di regia: “Dove comincia il cambiamento? Il primo passo verso l’emancipazione è visibile? There is no certainty esamina il peso della normalità attraverso gli occhi di una donna, di cui ritroviamo il modello nella Clitennestra della mitologia greca. Sola, di fronte al pubblico, parlando agli altri di se stessa, svela questa piccolissima resistenza. Oggi compie cinquant’anni. Oggi abbandona la vita passiva. Champagne. Cotillons.” 

Progetto vincitore del Bando. Consigliato a un pubblico adulto.

Nello SPE è inoltre possibile visitare Camera #4 – Il Naufragio, installazione di Cecilia Bertoni e Claire Guerrier con Carl G. Beukman, che indaga sull’imposizione, attraverso l’educazione, della dicotomia tradizionale tra maschile e femminile, sulle ferite aperte che essa crea e sulla manipolazione alla quale ognuno di noi è sottoposto, provando a sovvertire l’esperienza dell’impossibilità dell’uomo di superare ogni “situazione-limite”. L’installazione, accessibile a un visitatore alla volta, è visitabile – con prenotazione consigliata – nell’orario di apertura dello SPE (giovedì-domenica, ore 14.00-18.00), oppure – con prenotazione necessaria – negli orari di apertura dell’ufficio (lunedì-venerdì, ore 9.00-18.00). Fino al 25 giugno 2017.

La manifestazione gode del patrocinio del Comune di Capannori (Lucca).

Il Progetto Dello Scompiglio ideato e diretto da Cecilia Bertoni, prende vita nella omonima Tenuta, situata alle porte di Lucca, sulle colline di Vorno; una realtà in cui le attività legate alle arti visive e performatiche negli spazi interni ed esterni e il dialogo e le attività con la terra, con il bosco, con la fauna, con l’elemento architettonico contribuiscono a una ricerca di cultura. Ogni scelta relativa al Progetto è perciò valutata in relazione alla propria sostenibilità ambientale, attraverso forme di interazione e di responsabilità. All’interno della Tenuta Dello Scompiglio, accanto all’Azienda Agricola e alla Cucina Dello Scompiglio, opera l’omonima Associazione Culturale. L’Associazione dal 2007 crea, produce e ospita spettacoli, concerti, mostre, installazioni; realizza residenze di artisti, laboratori, corsi e workshop; organizza e propone itinerari performatici all’aperto, visite guidate, lezioni Metodo Feldenkrais®; gestisce lo Spazio Performatico ed Espositivo (SPE). Una particolare attenzione è dedicata infine alle attività culturali per bambini e ragazzi, con rassegne teatrali, laboratori e campi estivi.

www.delloscompiglio.org

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi