Header ad
Header ad
Header ad

CALCIO FEMMINILE: LA LIBERTAS FA IL PROPRIO DOVERE, L’AREZZO NO!

Vittoria di misura per la Libertas femminile che batte 2 a 1 il San Miniato nel match valido per la penultima giornata del campionato regionale toscano Primavera/Juniores, e resta in classifica a meno due punti dalla capolista Firenze, che ha battuto in scioltezza l’Arezzo.

L’allenatrice Elena Bruno deve fare a meno di Cecchetti e Cantini, e manda in campo dal primo minuto Pugliesi, Menesini, Baldocchi, Martini, Ciari, Buratti, Giorgetti, Pantaleo, Acciari, Russo, Martinelli, lasciando in panchina Mazzatenta, Lo presto, D’Alessandro e Bartelloni.

È Perla Russo la match winner con una doppietta che regala vittoria e tre punti alle lucchesi: il primo gol giunge al sedicesimo minuto, sugli sviluppi di un da calcio d’angolo battuto da Giorgetti, Russo colpisce al volo e insacca il gol che vale l’uno a zero; passano meno di dieci minuti e il copione si ripete: corner di Giorgetti e raddoppio di Russo. La gioia delle rossonere dura però solo un minuto, il tempo necessario al San Miniato per firmare il gol del 2 a 1 ed accorciare le distanze.

Nella ripresa tante emozioni ma zero gol e al triplice fischio esultano le ospiti che vincono 2 a 1 e salgono in classifica a quota 28 punti.

“Onorare ogni gara e scendere in campo sempre con la formazione migliore, a prescindere da tutto! – ha tuonato a fine gara Elena Bruno – Queste sono le prime leggi non scritte dello sport, le prime regole che insegno alle mie ragazze. Purtroppo, a prescindere da come finirà, l’Arezzo calcio femminile ha sfalsato questo campionato, schierando nell’ultimo periodo formazioni completamente diverse da quelle schierate per i primi due terzi di stagione, lasciando fuori tutte le ragazze più brave e dando spazio a molte Giovanissime. In questo modo ha totalmente sfalsato il campionato e questo mi rammarica molto, anche perché ieri molte mie ragazze mi hanno chiesto “perché noi dobbiamo essere leali con tutte e le altre no?” Ed oggettivamente diventa difficile dare una risposta a ragazze di 15 o 16 anni. Anche perché l’Arezzo non ha alcun tipo di problema e la loro scelta è stata libera e non dettata dagli eventi. Mi duole dire queste cose di una società che stimo e che in estate mi ha cercato per allenare la propria prima squadra, a cui ho dovuto dir di no solo per motivi lavorativi, ma credo che tacere sia spesso una scelta sbagliata, ed è giusto che ognuno si prende le proprie responsabilità. Io continuerò ad insegnare alle mie ragazze i valori dello sport, insegnando loro che ha più valore un secondo posto a testa alta, che una vittoria regalata.’

Sabato ultima di campionato, con la Libertas che ospita il Vigor Rignano, ed il Firenze che attende il Perugia.

SERIE D – la Libertas torna al secondo posto

Il Monsumanno non tradisce le attese, sommerge di gol il Versilia, e si riprende il primo posto in classifica riscavalcando la Libertas, ferma per il proprio turno di riposo.

Quarantotto i punti dell’attuale capolista, una in meno per le inseguitrici rossonere, che vedono ridursi a 7 i punti di vantaggio sul Ghivizzano, che ha battuto uno a zero il Rinascita Doccia, e resta di fatto l’unica antagonista alla corsa promozione.

Nelle altre gare delle 19^ giornata, vittorie interne per La Cella e Pontassieve, e vittoria esterna per il Prato che ha battuto 1 a 0 il fanalino di coda Bellaria; chiude il quadro degli incontri il pareggio per 1 a 1 tra Calcetto Insieme e Marzocco.

Domenica ci sarà il big match tra la Libertas e il Ghivizzano, un match che promette emozioni e spettacolo.

SERIE D – 19^ giornata

Bellaria Cappuccini – Prato Sport 0-1

Calcetto Insieme – Marzocco 1-1

Ghivizzano – Rinascita Doccia 1-0

Monsumanno – Versilia 11-1

La Cella – Sancat 2-1

Pontassieve – Montevarchi 2-1

Classifica

Monsumanno 48

Libertas 47

Ghiviborgo 40

Rinascita Doccia 35

Marzocco 30

Versilia 27

Sancat 26

Cella 20

Montevarchi 18

Calcetto 17

Prato Sport 10

Pontassieve 9

Bellaria Cappuccini 0

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi