Header ad
Header ad
Header ad

La Lucchese viene raggiunta sull’1 a 1 dal Como a tempo scaduto!!!

 

Lucchese-Como 1-1

LUCCHESE: Nobile, Tavanti, Maini, Capuano, Merlonghi, Mingazzini (35’st Cannoni), Raffini (40’st Gargiulo), D’Auria (29’st Nolè), Bruccini, Espeche, De Feo. A disposizione: Di Masi, Brusacà, Ronchi, Bragadin, Cecchini, Nottoli, Perazzoni, De Martino. Allenatore Galderisi

COMO: Zanotti, Nossa, Pessina, Chinellato, Di Quinzio, Cristiani (25’st Bertani), Cavalli (6’st Damian), Fietta (29’st Le Noci), Marconi, Fissore, Sperotto. A disposizione: Crispino, Briganti, Scaglione, Cortesi, Piacentini, Peverelli. Allenatore De Fraia

Arbitro: Giua di Olbia, assistenti Scarpa e Baldelli

Reti: 24’st Bruccini, 49’st Fissore

Note: Spettatori 1723. Ammoniti Fissore, Fietta, Bertani. Angoli 6-7

Oltre il tempo regolamentare, oltre il tempo di recupero!!! Il gol beffa del pareggio del Como è arrivato oltre tutto. Quando già si pregustava il ritorno alla vittoria, quando hai punti in classifica con la mente se ne sommavano altri tre, quando l’aggancio alla zona playoff sembrava cosa fatta… con quel sapore dolce che lascia una vittoria della propria squadra del cuore. Purtroppo non resta invece che l’amaro in bocca, la Lucchese per quanto visto durante la partita avrebbe meritato di tagliare il naturale traguardo del fine gara con le braccia alzate, peccato che la bandiera a scacchi sia stata sventolata sopra gli atleti dopo un calcio d’angolo di troppo, quello dove Fissore ha trovato l’incornata giusta per trafiggere l’estremo difensore rossonero Nobile.

La Lucchese il gol del vantaggio lo aveva trovato al 27′ della ripresa, a far centro ci aveva pensato Bruccini con una punizione magistralmente calciata dal limite dell’area di rigore. Il fendente con precisione chirurgica si era andato ad insaccare all’angolino alla destra del portiere.

Questo il commento di mister Galderisi dopo la gara: “Purtroppo l’arbitro non ha fischiato il termine della gara dopo i 4 minuti di recupero che erano stati decisi e al 95′ siamo stati raggiunti dal Como. Al di la del grande rammarico per una vittoria sfumata, dico che sono molto soddisfatto di quello che hanno fatto oggi i miei ragazzi. Sapevamo che oggi non sarebbe stato facile, anche per il numero di giovani che abbiamo schierato. Adesso pensiamo al Prato che è all’ultima spiaggia. Sono convinto – ha concluso il tecnico – che il lavoro paga e se ci credono tutti coloro che hanno esperienza in questa squadra ci credo pure io. Siamo nella direzione giusta, dobbiamo dare solo un seguito alle nostre prestazioni”.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi