Header ad
Header ad
Header ad

Montanari e Colangeli in scena al Differenti di Barga

La storia prende spunto da una legge, tutt’ora in vigore, che vieta ai figli non riconosciuti di conoscere il nome dei genitori prima dei 100 anni. Sul palco due volti noti di cinema, tv e teatro: Francesco Montanari e Giorgio Colangeli.

Giorgio Colangeli e Francesco Montanari sono i protagonisti dello spettacolo “Il più bel secolo della mia vita”, che sarà in scena al Teatro dei Differenti sabato 4 febbraio (ore 21). La pièce, già campione di incassi, è scritta e diretta da Alessandro Bardani e Luigi di Capua.

Sul palcoscenico un cast di rilievo. Protagonisti sono due volti noti molto amati dal pubblico che si dividono tra teatro, cinema e tv: Giorgio Colangeli e Francesco Montanari, che hanno recitato già insieme nel pluripremiato cortometraggio “Ce l’hai un minuto?”, scritto e diretto dallo stesso Bardani. I due attori interpretano due figli non riconosciuti alla nascita. “Il più bel secolo della mia vita” racconta infatti con toni amari ed ironici la storia di due “N. N.”, Giovanni e Gustavo. Giovanni, un 30enne smanioso di conoscere l’identità della madre ignota vive la sua esistenza con estrema tranquillità, evitando qualsiasi rischio ed emozione più forte. Gustavo ama McDonald’s, pubblica foto su Instangram, chatta con il suo Iphone. Attraverso il loro incontro siamo portati a riflettere sulla legge ancora vigente nel nostro Paese – e unica in Europa – che vieta ai figli non riconosciuti alla nascita, detti in gergo “N. N.”, appunto, di venire a conoscenza dell’identità dei genitori naturali se non dopo aver compiuto 100 anni. Giovanni e Gustavo appartengono infatti a generazioni distanti: hanno 34 e 99 anni rispettivamente, eppure entrambi stanno affrontando un dissacrante viaggio alla ricerca delle proprie origini. Gustavo/Giorgio Colangeli, a breve, avrà finalmente diritto a sapere. Con lui Giovanni /Francesco Montanari si addentrerà in un dialogo che li vedrà uniti e distanti, allo stesso tempo, in uno scontro generazionale che li dipinge paradossalmente al contrario: audace e con lo spirito di un ragazzino il primo; pacato e introverso il secondo. Accanto a quest’ultimo c’è una compagna precisa e metodica, che sul palco è Maria Gorini.

Giorgio Colangeli, attore poliedrico si divide tra teatro, cinema e tv ha preso parte alla miniserie tv “Non è mai troppo tardi” e alle fiction Rai “Braccialetti rossi” e “Tutto può succedere”.

Francesco Montanari, diventa famoso per il ruolo del “Libanese” nella serie tv “Romanzo criminale”, ispirata alla vera storia della banda della Magliana. Anche lui si divide tra cinema, teatro e tv. A Barga lo abbiamo già incontrato nel 2013 quando portò in scena “Parole incatenate” con Claudia Pandolfi.

Info e Prevendita biglietti (da 13 a 20 €): Ufficio Cultura del Comune di Barga telefono 0583724791; cultura@comunedibarga.it e pagina Facebook Teatro dei Differenti

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi