Header ad
Header ad
Header ad

Grandi nomi per le mostre del 2017 proposte dal Lu.C.C.A.

Andy Warhol, Laurence Gartel,

Robert Doisneau e Pasquale Galbusera

Grandi nomi per le mostre del 2017 proposte dal Lu.C.C.A.

Ufficializzato il calendario delle mostre che il Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art organizzerà per l’anno 2017: Andy Warhol, Laurence Gartel, Robert Doisneau e Pasquale Galbusera sono i grandi nomi su cui punterà il museo lucchese. “Siamo quasi all’ottavo anno di vita del museo – spiega Angelo Parpinelli, presidente della Fondazione Lu.C.C.A. Museum – e pensiamo di aver messo a punto un programma che può accontentare i diversi segmenti di pubblico che ci frequentano e al tempo stesso essere utili al marketing territoriale della città”. Si parte dunque con “Warhol vs Gartel. Hyp Pop” dal 25 febbraio al 18 giugno 2017, per poi proseguire con la mostra fotografica “Robert Doisneau. A l’imparfait de l’objectif” dall’8 luglio al 12 novembre 2017, e concludere con “Pasquale Galbusera. Viaggio di sola andata” dal 2 dicembre 2017 al 4 febbraio 2018. Le mostre saranno curate dal direttore del Lu.C.C.A. Maurizio Vanni.

Nell’ottica di un museo che sempre più deve essere gestito come un’impresa – sottolinea Maurizio Vanni –, anche la scelta delle mostre deve diventare uno strumento strategico proiettato sui diversi pubblici che vogliamo coinvolgere e fidelizzare. La direzione artistica quindi deve andare di pari passo con le scelte di marketing. Il confronto tra due artisti di epoche differenti stimola riflessioni e permette di costruire offerte culturali collaterali che possono entrare nella quotidianità di tutti i pubblici. La grande fotografia del Novecento ci fa approfondire il concetto che senza il passato non potrebbe esserci futuro. Le mostre contemporanee, invece, in un momento in cui la nostra identità risulta essere meno definita rispetto al passato, ci proiettano in una dimensione in divenire nella quale l’artista diventa testimone del proprio tempo” .

Le esposizioni del Lu.C.C.A. andranno dall’arte moderna e contemporanea alla fotografia d’autore con un focus riservato alla scultura contemporanea. “Warhol vs Gartel. Hyp Pop”, realizzata in collaborazione con Spirale d’Idee, EF Arte, Artelite, Mviva e Associazione MetaMorfosi, metterà a confronto il mondo della Pop Art di Andy Warhol con quello dell’arte digitale di Laurence Gartel. In esposizione ci saranno circa 90 opere dei due artisti americani. “Robert Doisneau. A l’imparfait de l’objectif”, realizzata in collaborazione con l’Atelier Doisneau di Parigi, sarà una retrospettiva generale del fotografo francese – famoso per il Bacio davanti all’Hotel de Ville – che comprende le sue immagini più celebri raccontata attraverso 80 scatti realizzati tra la fine degli anni Quaranta e la fine degli anni Ottanta. “Pasquale Galbusera. Viaggio di sola andata” è invece un’esposizione di arte contemporanea dello scultore e pittore lombardo detto “Il Bernareggino” – molto impegnato in questi ultimi anni in progetti di arte sacra per importanti chiese tra cui la Porziuncola di Assisi – che proporrà una selezione di lavori di scultura e di pittura della sua produzione più recente.

L’arte moderna – spiega Parpinelli – permette di rileggere il passato da ottiche differenti, di coinvolgere con progetti didattici le scuole e di dialogare in modo interattivo con quei pubblici che spesso non inseriscono i musei e la cultura nel loro tempo libero. Le grandi mostre fotografiche sono apprezzatissime dal pubblico internazionale ed ormai rappresentano un punto fermo delle nostre proposte annuali. Dedicare almeno un evento ad artisti contemporanei, oltre a quelli site specific degli spazi collaterali, è un dovere etico di un museo che deve farsi anche portavoce di ciò che succede nel qui e ora in Italia e all’estero”. “Anche per quest’anno – conclude Vanni – l’obiettivo sarà quello di coinvolgere circa 50 mila persone, tantissimi bambini con i laboratori didattici, di perfezionare il nostro network internazionale e diventare sempre più parte attiva delle proposte culturali della città”.

Per info:

Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art

Via della Fratta, 36 – 55100 Lucca tel. +39 0583 492180

www.luccamuseum.com info@luccamuseum.com

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi