Header ad
Header ad
Header ad

LUCCA BASKET: La Geonova cede in trasferta a San Giovanni Valdarno

Synergy Valdarno – Geonova Lucca 79-69

SYNERGY: Dainelli 7, Bucciolini, Innocenti 6, Yerandi 30, Diaw 6, Fontani 15, Calosi 15, Cardo, Pelucchini ne, Ceccherini. All. Caimi

GEONOVA: Lombardi, Loni 11, Danesi 10, Russo ne, Del Debbio 8, Puccinelli, Cecconi ne, Santini ne, De Falco 16, Pierini 2, Benini 22. All. Drocker

ARBITRI: Montalbetti di Empoli (Fi) e Di Salvo di San Giuliano T. (Pi)

NOTE: parziali 18-17, 39-26, 50-50. Uscito per 5 falli Danesi

Seconda sconfitta consecutiva per la Geonova Lucca che cede in trasferta a San Giovanni Valdarno di fronte a una Synergy combattiva che grazie alla zona e all’aggressività in campo è riuscita a sopperire all’assenza di Pelucchini e a portare a casa la partita.

Partita che i lucchesi affrontano senza coach Piazza, impegnato a Torino con il Basket Le Mura, mentre sulla panchina biancorossa c’è Drocker con il vice Massimo Chiarello. I padroni di casa si affidano alla zona e provano subito a partire forte con cinque punti di fila di Yerandi che alla fine si rivelerà decisivo. In casa Geonova è Benini a rispondere sempre presente e il primo quarto scorre via senza troppi sussulti. E’ nella seconda frazione che la Synergy pesta sull’acceleratore perché due triple di Calosi scavano il solco in appena 45 secondi (24-17) mentre al resto pensa Yerandi che conduce i suoi fino al 35-20 completando un break da 17-3. Mancano 3 minuti abbondanti alla pausa e il tabellone si aggiorna sul 39-24 prima del +13 all’intervallo.

Al rientro in campo i lucchesi sono trasformati e dal 41-28 mettono insieme un controbreak da 4-19 che li porta addirittura in vantaggio nel giro di 6 minuti grazie a una buona circolazione di palla e alle triple di De Falco e Benini. I biancorossi prendono anche tre lunghezze di vantaggio (47-50) ma è nel loro momento migliore che si spengono e non riescono a dare la svolta decisiva. Così Yerandi sale di nuovo in cattedra con 6 punti di fila ai quali si aggiunge una tripla di Fontani che ribalta di nuovo l’incontro. L’inerzia ormai è irata e a 4 minuti dalla fine Diaw realizza il +15 (69-54) che chiude definitivamente tutti i conti perché 4 punti consecutivi di Benini negli ultimi due minuti non bastano a riaprire le possibilità di successo biancorosse.

Il commento di coach Drocker: «Parto dai numeri che spiegano tante cose: abbiamo perso 26 palloni contro 15 loro, abbiamo catturato 33 rimbalzi contro i loro 42, dei quali 13 in attacco. Una statistica, quest’ultima, che vista l’assenza di Pelucchini non doveva esserci. Loro si sono affidati alla zona e noi in attacco non siamo andati malissimo ma in difesa siamo stati inconsistenti senza mai riuscire a fermare Yerandi che alla fine ha fatto il break decisivo che non siamo più riusciti a ricucire. Abbiamo perso troppi palloni e giocato con un’intensità non adatta quando ci si trova su campi come questi. Potevamo metterli maggiormente alle corde, soprattutto sotto canestro, invece siamo andati in difficoltà sulla transizione difensiva subendo il loro gioco a tutto campo»

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi