Header ad
Header ad
Header ad

CINEFORUM EZECHIELE 25,17: La programmazione del 24 e 25 gennaio

PROGRAMMAZIONE DEL CINEFORUM EZECHIELE 25,17 A LUCCA
 DEL 24 E 25 GENNAIO 2017

CINEMA ASTRA 

PIAZZA DEL GIGLIO – LUCCA

Martedì 24 gennaio 2017 ore 21.30
Cinema Astra – Prime visioni
IL CITTADINO ILLUSTRE
di Gastón Duprat, Mariano Cohn – Argentina, 2016  –118’ Oscar Martinez, Dady Brieva
Coppa Volpi miglior interprete maschile a Oscar Martínez al Festival di Venezia 2016

AUDITORIUM FONDAZIONE BANCA DEL MONTE DI LUCCA
PIAZZA SAN MARTINO – LUCCA

Mercoledì 25 gennaio 2017 ore 21.30
Auditorium Fondazione Banca del Monte
Herzog; oltre i confini 
NOSFERATU, PRINCIPE DELLA NOTTE
di Werner Herzog – Germania, 1978 – 105’
con Klaus Kinski, Isabelle Adjani, Bruno Ganz
Il film di Ezechiele di questa settimana  al Cinema Astra di Lucca è Il cittadino illustre, rivelazione della Mostra del Cinema di Venezia del 2016.
Dopo aver rifiutato grandi e prestigiosi riconoscimenti in tutto il mondo, il premio Nobel per la letteratura Mantovani accetta di recarsi in visita nella propria città natale in Argentina, luogo che è stato fonte di ispirazione per tutti i suoi libri. Ben presto, si renderà conto che accettare l’invito è stata la cosa peggiore che potesse capitargli, dal momento che avrà a che fare con le imprevedibili persone sulla base delle quali ha costruito i personaggi dei suoi romanzi.
Semplicemente uno dei film più divertenti e appassionanti degli ultimi anni. Merito della perfezione della sceneggiatura e del protagonista, Oscar Martinez, la cui interpretazione è magnifica, come il suo personaggio, e giustamente premiata con la Coppa Volpi alla Mostra del Cinema di Venezia.
Mercoledì 18 gennaio prosegue la retrospettiva Oltre i confini dedicata a Werner Herzog e organizzata da Cineforum Ezechiele e Circolo del Cinema. Il film proposto è Nosferatu, principe della notte realizzato da Herzog nel 1978.
Jonathan Harker parte per la Transilvania per trattare un affare col conte Dracula. Riportato in vita, Nosferatu semina paura e la peste in Olanda. Ispirato al romanzo di Stoker e omaggio al capolavoro muto di Murnau, non è un film dell’orrore né del terrore: raggiunge il fantastico con le immagini della realtà e per virtù di stile, con l’uso della luce. Del suo eroe, incarnazione del Male, Herzog sottolinea la profonda, insondabile tristezza; della sua triplice qualità di Morto Redivivo, Stregone ed Entità Diabolica privilegia la prima. Protagonisti un Kinski insolitamente sobrio e una sonnambolica, esangue Isabelle Adjani

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi