Header ad
Header ad
Header ad

HockeyForte: Comunicato stampa ufficiale

A seguito della pubblicazione da parte della Società Sporting Clube Lisbona di un comunicato ufficiale in cui, in relazione ai fatti incresciosi avvenuti al termine della gara di Eurolega, la Società lusitana disconosce la propria responsabilità e quella dei suoi giocatori, accusando al contempo la nostra Società, i nostri giocatori e dirigenti di aver tenuto un comportamento provocatorio, nonché di aver vissuto in un ambiente ostile e privo di sicurezza, pertanto rigettando sul Forte dei Marmi e sul giocatore e capitano rossoblu Enric Torner, ogni responsabilità in merito, accusando lo stesso di menzogna e finzione, invece di condannare l’atto, inutile quanto dannoso, del suo giocatore.
E’ chiaro che tutto questo è privo di fondamento, offensivo ed inaccettabile, niente di quanto indicato corrisponde a verità, ad iniziare da un presunto “ambiente ostile”, con il pubblico, controllato sia dalle Forze di Polizia che dal servizio di steward interno, che non ha mai offeso gli avversari ma incitato solo la propria squadra e, fino all’inizio della gara, anche l’ex Pedro Gil, nell’occasione nelle fila bianco verdi. E comunque, quello travato dai lusitani, è stato un clima di certo non peggiore di quello subito dai nostri tifosi in occasione della gara di andata disputata a Lisbona.
Voler ripulire la propria immagine cercando di gettare fango addosso agli avversari, ed in particolare al giocatore Enric Torner, lo riteniamo un tentativo abietto, basato solo sul fatto che dalle immagini video fino ad ora pubblicate, tale gesto non è palesato e quindi, secondo loro, può essere contestato, anzi, capovolto nelle responsabilità, magari, facendo pressione anche sugli arbitri e sul Comitato Europeo, per insinuare il dubbio ed ottenere una totale proscioglimento.
La serietà, la sportività e l’onestà del Forte dei Marmi, così come quella del giocatore e capitano rossoblu, Enric Torner, non può essere messa assolutamente in discussione e ci adopereremo in ogni modo ed in ogni sede affinché queste vengano riconosciute. Confidiamo nell’operato del Comitato Europeo e siamo certi che verità e responsabilità, saranno prontamente riconosciute.

Piero Tosi/Presidente HC Forte dei Marmi

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi