Header ad
Header ad
Header ad

Centro sportivo di Carraia: lavori pronti a fine marzo

Una struttura di riferimento nel settore, ad elevata accessibilità e in grado sia di ospitare competizioni agonistiche sia gare amatoriali ma che allo stesso tempo diventi un luogo di crescita dei nuovi atleti e di aggregazione per tutti. Sarà questa la funzione del centro sportivo di Carraia che, grazie alla sinergia tra il Comune di Capannori e la Checchi calcio ssd arl (società sportiva dilettantistica a responsabilità limitata), aprirà entro pochi mesi negli spazi dell’ex impianto di softball e di calcetto.

I lavori di riqualificazione dell’area, che ha una superficie complessiva di 13 mila metri quadrati, sono in fase avanzata; si concluderanno a fine marzo dopo essere stati avviati a settembre dello scorso anno. A farsi carico dell’intero costo dei lavori, pari a circa 317 mila euro, è la stessa Checchi calcio, cui l’amministrazione comunale ha affidato in concessione la gestione per 25 anni.

Proprio stamani (martedì) gli assessori ai lavori pubblici, Gabriele Bove e allo sport, Serena Frediani, assieme a Diego Checchi di Checchi calcio e ai tecnici hanno effettuato un sopralluogo al centro sportivo.

“Il futuro dell’impianto sportivo di Carraia è merito di un importante gioco di squadra tra l’amministrazione comunale e un valido partner come Checchi calcio – spiegano gli assessori Bove e Frediani -. Siamo orgogliosi di aver trovato la soluzione per dare un nuovo volto a questo impianto, che aveva bisogno di un importante investimento. La sua posizione baricentrica nel territorio permetterà di venire incontro alla domanda di luoghi dove praticare sport. Fa piacere che la visione di sviluppo dell’impianto, partendo dal softball e dal calcetto, sia a 360 gradi, con l’obiettivo di coinvolgere le nuove generazioni. La nostra amministrazione comunale, infatti, crede fermamente nell’azione educatrice dello sport, che è capace di trasmettere valori positivi con cui affrontare la vita”.

“Quando mi si è prospettata questa opportunità mi ci sono gettato a capofitto – aggiunge Diego Checchi -. Ho deciso di compiere un investimento importante per questo progetto. Qualcuno potrebbe dire che è stata un po’ una pazzia, ma io ci credo, perché la mia vita è il calcio, la mia vita è lo sport.  Ho una visione a lungo termine e sono convinto che i risultati arriveranno. Questo sarà un centro che lavorerà 365 giorni l’anno grazie alle numerose attività che attiveremo. Ringrazio il Comune di Capannori che ha creduto nel nostro progetto e la mia famiglia, perché il lavoro che sta dietro questo centro sportivo non è frutto solo mio ma di tutte le persone che sono accanto a me”.

Le attività. Al centro sportivo di Carraia si praticherà il softball, con la squadra femminile Nuove Pantere Lucca, iscritta al campionato di serie B nazionale e regionale under 21, che è già pronta a utilizzare l’impianto, il calcetto  – saranno disponibili due terreni da gioco – e il calcio a 7 grazie a un nuovo campo regolamentare. Sarà attivata anche una scuola calcio e nei mesi più caldi saranno promossi campi estivi. La struttura sarà anche attrezzata per ospitare feste, ad esempio di compleanno, e sarà dotata di uno spazio ristoro. Questi sono, in linea di massima, i primi programmi ma Checchi calcio è già al lavoro per ampliare il ventaglio delle attività.

L’accessibilità. L’area sportiva nel suo complesso sarà accessibile. In particolare ai due edifici si accederà da rampe con una pendenza inferiore all’8%, necessarie per superare i dislivelli esistenti tra i vialetti e il piano di calpestio degli edifici. Nel parcheggio esterno sono stati previsti tre posti auto per persone con disabilità oltre a quello previsto all’interno dell’impianto. Anche i servizi igienici saranno accessibili.

I lavori. Le opere in corso riguardano la manutenzione straordinaria degli attuali spogliatoi del softball, il completamento della porzione di fabbricato adiacente agli spogliatoi del softball, la modifica e l’adeguamento delle sistemazioni esterne come percorsi, vialetti e aiuole e la manutenzione straordinaria della tribunetta esistente. Saranno anche ripristinati gli impianti elettrici degli spogliatoi del softball e del fabbricato adiacente, nonché sarà ripristinato il tabellone segnapunti. L’area a verde di progetto sarà mantenuta principalmente a prato e in alcune aiuole si piantumeranno piante e fiori tipici della zona.

Gli spazi. Nell’area di 13 mila metri quadrati trovano posto il campo da softball, due da calcetto e un campo da calcio a 7. Sono presenti anche un edificio principale, dove trovano posto gli spogliatoi del softball e dove è in corso la realizzazione di un punto ristoro e di uno spazio per attività ricreative. Presenti anche un edificio a uso spogliatoi per il calcetto e una tribunetta.

Il risparmio energetico. Per produrre energia termica si utilizzeranno fonti rinnovabili. A tal fine è prevista l’installazione sul tetto, sia del fabbricato “softball” sia su quello “calcio a 5”, di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria  in grado di coprire più del 50% del fabbisogno termico per la produzione di acqua calda sanitaria. Per quanto riguarda l’impianto elettrico si prevede l’installazione di terminali di illuminazione con tecnologia led di ultima generazione.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi