Header ad
Header ad
Header ad

LUCCA: il filosofo Remo Bodei agli “Incontri con le eccellenze” parlerà di limiti e confini

Riparte il ciclo di “Incontri con le eccellenze” all’auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca

Remo Bodei, professore all’Università della California parlerà di “Limiti e confini”

Martedì 17 gennaio alle 17,30 – Ingresso Libero

La nostra vita è segnata dai limiti, in spazi privati, pubblici, simbolici e politici. Il progresso segna il superamento di molti di questi, generazione dopo generazione, mentre altri vengono rispettati e mantenuti. Cosa sono i limiti e i confini, cosa segnano, cosa significa il loro superamento e come questi sono cambiati e cambiano in campo familiare, sociale, territoriale e politico?

Di questo parlerà Remo Bodei, uno dei più autorevoli filosofi italiani, professore all’Università della California negli Usa, nell’incontro “Limiti e confini”, martedì 17 gennaio, alle 17,30, ad ingresso libero, che apre gli “Incontri con le eccellenze” del 2017, organizzati da Comune di Lucca e Fondazione Banca del Monte di Lucca, con il patrocinio e la collaborazione dell’Accademia Nazionale dei Lincei.

L’appuntamento, che si presenta particolarmente interessante per i docenti e gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, è coordinato da Lamberto Maffei, già presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei.

Durante la nostra vita sperimentiamo diversi confini, che segnalano discontinuità, limiti da superare o divieti da osservare. – sottolinea Bodei – Ci sono frontiere politiche, che si possono oltrepassare o da cui si può venire respinti, ma anche la soglia di casa, che separa lo spazio privato da quello pubblico; l’area della chiesa, che contrappone lo spazio sacro a quello profano; gli edifici delle caserme o degli ospedali, dove esistono regole, diverse da quelle del mondo esterno e così via. Nel passato i confini erano spesso invalicabili e il loro superamento veniva colpito da tabù rigorosi. Il transito attraverso i limiti è oggi diventato molto più agevole, a livello domestico, politico e sociale. Il progresso, con il costante superamento dei limiti, così che il presente sia meglio del passato e il futuro meglio del presente, non è, in fondo, che questo”.

Remo Bodei è professore di filosofia alla University of California, Los Angeles, dopo aver insegnato a lungoRemo-Bodei alla Scuola Normale Superiore e all’Università di Pisa. Si occupa di teoria delle passioni, di modelli della coscienza e di problemi legati all’identità individuale e collettiva. Tra le opere più recenti, tradotte in molte lingue: Geometria delle passioni (Feltrinelli, 2005); Immaginare altre vite. Realtà, progetti, desideri (Feltrinelli, 2013); Generazioni. Età della vita, età delle cose (Laterza, 2014); La civetta e la talpa. Sistema ed epoca in Hegel (Il Mulino, 2014); Ordo amoris. Conflitti terreni e felicità celeste (Il Mulino, 2015); La filosofia nel Novecento (e oltre) (Feltrinelli, 2015); Limite (Il Mulino, 2016) e Scomposizioni. Forme dell’individuo moderno.

Il ciclo di appuntamenti che ha riscosso grande successo e che ha visto avvicendarsi personaggi del panorama nazionale della cultura e dell’economia si tiene nell’auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca (in piazza San Martino n. 7 Lucca) e vede per ogni incontro l’introduzione di Oriano Landucci, presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, e di Alessandro Tambellini, sindaco di Lucca.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi