Header ad
Header ad
Header ad

L’inedito Uragano di Caterina Paolinelli al teatro Colombo di Valdottavo

L’inedito Uragano di Caterina Paolinelli al teatro Colombo

Sabato 14 gennaio 2017 ore 21.15 teatro Colombo Valdottavo

Sabato 14 gennaio ore 21.15, dopo la strepitosa chiusura del 2016 con “Viaggio alla fine della notte” di Nicolao Valiensi, progetto Salvaguardia della Musica Tradizionale sostenuto dal Micbat, riprende la Stagione del teatro Colombo di Valdottavo diretta da Silvio Bernardi con l’ inedito Uragano liberamente tratto da L’Uragano di Alexandr N. Ostrovskij dell’attrice originaria del territorio Caterina Paolinelli. Un progetto in collaborazione con l’Associazione If Prana e alcuni artisti: Valerio Ameli, Matteo Cecchini, Massimiliano Ferrari, Stefano Cenci, Caterina Simonelli, Giorgina Cantalini, Elena Guerrini, Andrea Cosentino, Angelo Romagnoli, Riccardo Ripani, Michele Maccagno.

Caterina Paolinelli ci racconta della nascita del suo Uragano, il primo spettacolo che la vede protagonista come attrice solista e performer.

La ricerca è nata quando il gruppo col quale lavoravo su “L’Uragano” di A. Ostrovskij si è sciolto e sono rimasta sola con il testo in mano e un debutto a distanza di dieci giorni. Ho iniziato a pensarla in termini di sincerità e di abbattimento della quarta parete, se esiste ancora. Ho messo dunque in scena il disagio e la difficoltà di essere soli, di avere per le mani un personaggio che rappresenta un archetipo: l’eroina tragica; e le vicissitudini di un’attrice, per giunta donna, nella scena teatrale attuale. Quello che è nato è un monologo di cinquanta minuti molto ironico, a tratti parossistico e dal forte contenuto personale ed emotivo. Il pubblico si affeziona subito al doppio personaggio di Caterina attrice e Katerina personaggio e accetta di buon grado il gioco meta-teatrale che metto in atto. E’ per me ancora un work in progress (così come la mia vita!) che senza dubbio si modificherà nel tempo e con l’incontro con i vari pubblici. Si prende in giro il metodo Strasberg, si ironizza sui movimenti femministi e sulla snobberia e pedanteria di certi ambienti teatrali. Tutto questo seguendo sempre, come unico filo rosso, l’iperbole di Katerina Kabanova che compie il suo atto tragico e sacrifica la sua vita in nome di un non ben precisato ideale d’amore. L’attrice sopravvive e racconta la sua catarsi, in un ultimo passaggio dove ogni maschera cade e si rivela l’essere umano, la donna, fragile eppur lucente in questa tua totale onestà. Una poetica la mia che risuona senza dubbio nelleUragano tre donne, ma che sono certa ha anche una sua risonanza all’interno del sentire maschile che è per natura strutturato diversamente. Alla fine ciò di cui parlo è di dominio comune. Tutti o quasi nella vita abbiamo sofferto per amore e ci siamo risollevati. La condizione umana è qualcosa che condividiamo tutti”.

URAGANO ha mosso i suoi primi passi con uno studio di 20 minuti ad IT FESTIVAL a Milano nel 2015. Poi ho avuto quattro momenti di residenza: a SPAM! Da Roberto Castello a luglio 2015, due sessioni tra settembre e novembre 2015 ad ARMUNIA/Castiglioncello e l’ultima a maggio 2016 al Teatro Colombo di Valdottavo (LU).

Un percorso in ascesa quello della nuova stagione di prosa del Teatro Colombo che sta proponendo interessanti appuntamenti, pagine inedite, molte scritte o nate tra le tavole di questo teatro, luogo di incontri preziosi, spaccato dell’amore che muove le Arti e delle Empatie che nascono e si definiscono straordinariamente tra artisti, conubbio con il territorio e le sue radici.

Gennaio sarà protagonista di due straordinari appuntamenti fuori cartellone: Sabato 21 gennaio ore 21.30 Intorno a Paul Motien un interessantissimo progetto musicale ideato dal batterista Piero Orsi, con Rossano Emii sassofono e clarinetto basso, Luca Giovacchini chitarra e voce e Piero Orsi alla batteria, Sabato 28 gennaio ore 21.30 Eva & il Lupo , un progetto espressione del dialogo tra due artisti, una scrittrice ed un musicista, dalla poesia che incontra la musica, con Eva Malacarnevoce, tamburelli, cembalo, nacchere, gujiro, bastone della pioggia, Andrea Lupi chitarra, lap steel e voce, Roberto Molestiorgano, piano elettrico, fisarmonica, Mario Marmugibatteria, cajon, Andrea Ciacchinibasso.

biglietto unico eur. 10,00

prenotazioni: prenotazioni@teatrocolombo.it – 368453795

orario biglietteria: dalle ore 20.00 giorno di spettacolo

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi